Clicca qui per contattarci!  Clicca qui per contattarci! 
21 Febbraio 2019 FAQ  ::  Elenco/PDI Distributori  ::  Mappa Distributori  ::  Prove  ::  Installatori  ::  Galleria  ::  Forum  ::  MetAnnunci  ::  Contatti   Entra o Registrati
https://www.AUTOparti.IT
X3Energy SpA 
www.TuttoAutoRicambi.it
Menu di navigazione
Links e Downloads
  Links totali:453
  Categorie: 19
  Click: 287878

  File totali: 339
  Categorie: 15
  Downloads: 518557
  Traffico:  1024.78 Gb

Ultimi Links
 1: Timelapse posa serbatioi criogenico LNG impianto di Sommacampagna-VR
 [ Click: 25 ]
 2: Timelapse posa pensilina nuovo impanto LNG-LCNG-LPG di Sommacampagna-VR
 [ Click: 20 ]
 3: Timelapse della posa dei vaporizzatori L-CNG impianto di Sommacampagna-VR
 [ Click: 29 ]

Links più cliccati
 1: Mappa aggiornata di incentivi ed agevolazioni, statali e locali
 [ Click: 34702 ]
 2: Dossier metano di Automobilismo - II parte
 [ Click: 10022 ]
 3: Metauto Magazine: Doblò NP 1.4 T-jet
 [ Click: 6322 ]

Ultimi Downloads
 1: Presentazione progetto logistica ContainerShips-LNG
 [ Prelevamenti: 51 ]
 2: Self service metano - Schema di decreto interministeriale notificato alla Commissione Europea
 [ Prelevamenti: 274 ]
 3: Prova su strada Scania R410 LNG a Hardenberg - Paesi Bassi
 [ Prelevamenti: 77 ]

File più scaricati
 1: Confronto costi gestione auto a metano, gpl, benzina e gasolio
 [ Prelevamenti: 70848 ]
 2: Calcolo autonomia in base alla capacità installata
 [ Prelevamenti: 61682 ]
 3: Listino prezzi impianti 2006
 [ Prelevamenti: 19270 ]
Flussi RSS
rss Notizie
rss Forum
rss Downloads
rss Links
rss Annunci

Sostieni il sito
I nostri gadgets
Fai una donazione e ordina i nostri gadgets!


I nostri volantini
Scarica, stampa e diffondi i nostri volantini!



Metti il nostro banner sul tuo sito! Copia e incolla il codice e poi...faccelo sapere.
 FAQ del forum  ::  Cerca nel forum  ::  Lista iscritti  ::  Gruppi utenti  ::  Regolamento  ::  Modifica il tuo profilo

 
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Autore Messaggio
pf
Ospite





MessaggioInviato: Gio 4 Ago 2005, 09:29 Rispondi citandoTorna in cima

Su questo vorrei fare un intervento vagamente [OT], nel senso che non parlerò di Fiat o Opel

L'assistenza latita: questo effettivamente è vero, sicuramente per Opel (la possiedo), immagivo anche per Fiat (in famiglia ne abbiamo possedute), ma non considero del tutto giustificabili le motivazioni rilevate di Marcyporcy. Allo scopo basta prendere un esempio (forse, purtroppo, solamente una mosca bianca): Volvo.
Ricordo al raduno di Como i commenti entusiasti di Viglieno sull'assistenza ricevuta (E NON NELLA CONCESSIONARIA DOVE HA ACQUISTATO L'AUTO: Viglieno ha preso la sua S60 Km 0 in un concessionario a svariate centinaia di chilometri da casa sua). A fronte di un problema, la Volvo ha chiesto delucidazioni direttamente alla casa madre e, nel giro di poco tempo, ha sostituito a Viglieno il riduttore di pressione.

Nel caso di Volvo, i numeri di vetture a metano vendute in Italia, sono sicuramente inferiori ai numeri fatti da Fiat o Opel (difatti, la rete di assistenza, con ammirevole senso di umiltà, si è rivolta direttamente alla casa madre), eppure l'assistenza è di primo livello e, quando ti presenti alla rete, non guardano se hai comprato l'auto nel loro concessionario.

L'assistenza di qualità o meno dipende dall'etica imposta dalla casa madre e non dalla diffusione del mezzo, per poterne conoscere le caratteristiche ed i potenziali difetti: se valesse questo concetto i pochi e fortunati acquirenti di Ferrari dovrebbero avere la peggiore assistenza che si possa immaginare.
marcyporcy
Amministratore del sito


Registrato: 18 Apr 2005
Messaggi: 3027
Località: Bologna
MessaggioInviato: Gio 4 Ago 2005, 10:01 Rispondi citandoTorna in cima

pf ha scritto:
.. ma non considero del tutto giustificabili le motivazioni rilevate di Marcyporcy.

Non le sto giustificando, ma semplicemente rilevando, purtroppo!
E come parallelo, ti dico dell'impreparazione dei concessionari di fronte al prodotto a metano: non bastano, circolari, inviti della Casa Madre a far diventare un normale venditore un esperto, se poi di acquirenti se ne presentano 2-3 al mese. Rioma ne è l'esempio calzante: la sua preparazione è dovuta alla passione, non certo ai corsi di formazione.

Citazione:
Allo scopo basta prendere un esempio (forse, purtroppo, solamente una mosca bianca): Volvo...
...Nel caso di Volvo, i numeri di vetture a metano vendute in Italia, sono sicuramente inferiori ai numeri fatti da Fiat o Opel (difatti, la rete di assistenza, con ammirevole senso di umiltà, si è rivolta direttamente alla casa madre), eppure l'assistenza è di primo livello e, quando ti presenti alla rete, non guardano se hai comprato l'auto nel loro concessionario.

Pf, ma parliamo di Volvo! Il costruttore che della sicurezza ha fatto negli anni '70 il suo passaporto... il primo serio costruttore europeo che si sia confrontato nel difficilissimo mercato americano, con le sue regole anche in tema di customer satisfaction che in Europa sembrano arabo... un costruttore (e organizzazione) dal quale aspettarsi, a fronte dei non pochi €urini sganciati, assistenza totale.
E poi, convieni con me, tu nell'esempio riportato ne stai lodando la cortesia e la disponibilità, non la preparazione tecnica.

_________________
Andate e mUltiplicatevi
Offline Profilo Invia email
pf
Ospite





MessaggioInviato: Gio 4 Ago 2005, 10:33 Rispondi citandoTorna in cima

Indubbiamente la rete di assistenza Volvo Italia non era tecnicamente all'altezza di risolvere da sola un problema, ma Le è bastato rivolgersi all'equipe di supertecnici e, grazie ad una rete di comunicazioni estremamente efficiente, hanno risolto il problema, trasformando quella che poteva sembrare una debolezza in un punto di forza. Non è necessario che ogni officina autorizzata abbia un supertecnico, basta che, per ogni problema sappiano a chi chiedere (e Volvo ha ampiamente dimostrato di saperlo fare).

Volvo, effettivamente, da questo punto di vista sta su un altro pianeta (assieme a pochissime altre case automobilistiche)

Non penso che la qualità dell'assistenza sia proporzionale al prestigio dell'auto (non tutti i marchi di prestigio hanno una altrettanto prestigiosa assistenza): è questione di cultura. Come giustamente hai detto, gli studi di customer satisfation, purtroppo, da noi sono ancora Arabo, ma, un poco alla volta si stanno affermando (per necessità di restare sul mercato e non certo per etica aziendale). Spero che l'esempio della Vovlo venga seguito al più presto anche dagli altri marchi.
Ospite
Ospite





MessaggioInviato: Gio 4 Ago 2005, 15:40 Rispondi citandoTorna in cima

pf ha scritto:
(forse, purtroppo, solamente una mosca bianca): Volvo.


Io ho posseduto dall'89 al 2004 la Volvo più "utilitaria" mai vista in Italia, una 440 GLE carburatore Esclamazione Esclamazione Esclamazione (un doppio corpo Solex che mi ha fatto impazzire già da subito, poi nel 91 l'ho metanizzata e ho risolto alla radice il problema) Ghigno Ghigno Ghigno comunque non c'è assolutamente paragone con l'attuale assistenza Opel, nel senso che a livello di competenza, disponibilità e cortesia è un'altro pianeta.

Basti dire che un sabato mattina rompo un bulloncino che collega il pedale della frizione al comando della stessa rendendo impossibile il distacco e il normale cambio marcia. Fortunatamente ero a un km. da casa, riesco ad arrivarci come posso (in prima) e telefono. Anche se l'officina e il magazzino ricambi sono chiusi mi risponde il capofficina che mi dice "vieni che in qualche maniera risolviamo". Mi reco (in scooter) all'assistenza e mi fanno aspettare cinque minuti durante i quali un ragazzo è andato a smontare il bulloncino da una vettura che avevano lì in riparazione e me l'ha consegnato...una volta a casa ho rimontato il bulloncino nella sua sede...

Con Opel questo significa rimanere senza macchina come minimo tre giorni, il weekend più il lunedì per recarsi in officina (con altro mezzo) e poi... Dubbio Dubbio Dubbio riusciranno a capire qual'è il ricambio giusto senza avere l'auto in officina? Dubbio Dubbio Dubbio
siculoverace
Ospite





MessaggioInviato: Gio 4 Ago 2005, 19:58 Rispondi citandoTorna in cima

pf ha scritto:

Nel caso di Volvo, i numeri di vetture a metano vendute in Italia, sono sicuramente inferiori ai numeri fatti da Fiat o Opel (difatti, la rete di assistenza, con ammirevole senso di umiltà, si è rivolta direttamente alla casa madre), eppure l'assistenza è di primo livello e, quando ti presenti alla rete, non guardano se hai comprato l'auto nel loro concessionario.


Non metto in dubbio l'etica imposta da Volvo alle concessionarie ma secondo me anche il singolo conta.
Quanto cercavo informazioni sulla data revisione bombole mancante nella concessionaria dove avevo preso la macchina mi liquidarono con spiegazioni sommarie dovute essenzialmente ad ignoranza e non parlo del solo venditore ma anche del responsabile dell'officina che non sapeva che le bombole vanno revisionate.
Recatomi presso un'altra filiale della stessa concessionaria (peraltro a Torino c'è solo quel concessionario) ho avuto la fortuna di trovare un impiegato che aveva un'auto a metano (credo after market) e che capito il problema ha chiamato in Germania e si è fatto mandare la circolare di cui mi ha fornito copia e che vi ho poi girato.
Come vedi in 2 filiali Opel dello stesso concessionario ho ricevuto un trattamento completamente diverso. È ovvio che quando (spero il più raramente possibile) avrò necessità di rivolgermi ad un'officina non avrò dubbi su quale scegliere.
Saluti
Ospite
Ospite





MessaggioInviato: Ven 5 Ago 2005, 07:17 Rispondi citandoTorna in cima

siculoverace ha scritto:
Non metto in dubbio l'etica imposta da Volvo alle concessionarie ma secondo me anche il singolo conta.
Quanto cercavo informazioni sulla data revisione bombole mancante nella concessionaria dove avevo preso la macchina mi liquidarono con spiegazioni sommarie dovute essenzialmente ad ignoranza e non parlo del solo venditore ma anche del responsabile dell'officina che non sapeva che le bombole vanno revisionate.
Recatomi presso un'altra filiale della stessa concessionaria (peraltro a Torino c'è solo quel concessionario) ho avuto la fortuna di trovare un impiegato che aveva un'auto a metano (credo after market) e che capito il problema ha chiamato in Germania e si è fatto mandare la circolare di cui mi ha fornito copia e che vi ho poi girato.
Come vedi in 2 filiali Opel dello stesso concessionario ho ricevuto un trattamento completamente diverso. È ovvio che quando (spero il più raramente possibile) avrò necessità di rivolgermi ad un'officina non avrò dubbi su quale scegliere.
Saluti


Infatti quanto affermi non fa che confermare quanto espresso da me e da pf cioè nel caso di Opel e di molti altri il comportamento del post-vendita è lasciato a se stesso, cioè al buonsenso di chi esercita tale funzione, e non ci sono direttive dalla casa madre sul comportamento da adottare di fronte alle varie problematiche di chi è già cliente, e in questi casi a quanto pare vige per lo più la regola classica del venditore, cioè "ormai il contratto è fatto, la macchina te l'ho appoggiata, perciò adesso arrangiati e vedi di non rompere + di tanto i c......i" Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato
pf
Ospite





MessaggioInviato: Ven 5 Ago 2005, 07:33 Rispondi citandoTorna in cima

A conferma di questo non posso che parlare bene della concessionaria che mi ha venduto l'auto (concessionaria Opel di TN), che ha dimostrato estrema competenza: purtroppo risulta una mosca bianca in mezzo al marasma di incompetenza e disorganizzazione.
aiacoponi
Ospite





MessaggioInviato: Ven 16 Gen 2009, 17:59 Rispondi citandoTorna in cima

Questo messaggio lo vorrei mandare alla Opel Italia, ma non ho ancora trovato il (ben nascosto) indirizzo di e-mail. Nel frattempo lo condivido con la vostra comunità. Buona lettura.

Sono cliente Opel da più di 15 anni, ma adesso mi sento allibito, sfiduciato e arrabbiato. Non nelle vetture che, a parte alcuni problemi, mi piacciono e mi danno soddisfazione. Sono sfiduciato del modo in cui il cliente viene trattato, o meglio abbandonato dopo la vendita.

Posseggo una Zafira a metano, presa nel 2003. E' un prodotto che nasce con la motorizzazione a metano di serie, e viene commercializzato, reclamizzato e sponsorizzato direttamente dalla Opel; ma una volta finiti i sorrisi del concessionario e terminato quel periodo di benessere che tutti i veicoli nuovi hanno, ecco che il cliente metanista comincia a vedere la seconda faccia dell'assistenza Opel.

Non sono molte le auto a metano e ancor meno quelle che lo hanno di serie, e quindi capisco che ci siano difficoltà a mettere in piedi un sistema di assistenza adeguato. Ma sono passati 5 anni e siamo ancora a livelli minimali.

La revisione quadriennale delle bombole di metano, ad esempio, sono un obbligo normativo cui il proprietario della vettura deve sottostare e che ha risvolti tutt'altro che indolori: un giorno senz'auto per levare le bombole, un altro per rimetterle ed un lungo periodo nel mezzo in cui si deve andare un giorno sì e l'altro pure a fare il pieno (14 litri !) di benzina per poter circolare.

Eppure, sebbene sia un evento ampiamente programmabile, l'assistenza Opel ti lascia abbandonato, limitandosi a indirizzarti verso questo o quell'installatore generico. Resta inteso: si tratta di installatori con cui Opel non ha nessun rapporto. In pratica l'Opel si è limitata a svolgere una funzione da Pagine Gialle. Non discuto della professionalità di questi tecnici esterni, ma se volevo servirmi di loro non prendevo una macchina con il metano di serie: facevo installare l'impianto a metano su una macchina a benzina!

Peggio ancora: succede qualche cosa all'alimentazione a metano. L'officina "si occupa dell'impianto, ma non delle bombole" (risposta testuale). Dunque devo capire io dove sta il guasto, oppure lo capisce l'officina Opel e poi, se il problema è delle bombole, mi spedisce verso il famoso installatore.

Nel mio caso la diagnosi era semplice; non era possibile caricare la giusta quantità di metano. Tutto ridotto: i chili caricati ad ogni rifornimento, ed il chilometraggio percorso. Anche senza essere degli esperti credo che si possa affermare che il problema deve essere dalle parti delle bombole. Mi spingo più avanti: forse le elettrovalvole ?

Nel dilemma se chiamare direttamente l'installatore o l'officina Opel, scelgo quest'ultima. Spiego il problema e mi propongono un appuntamento per portare la macchina. "Siete sicuri di poter fare il lavoro ?" chiedo. Risposta: "Non facciamo la revisione delle bombole, ma sull'impianto possiamo intervenire". Porto la macchina e, perso il canonico giorno, al ritiro della macchina sentenziano: "L'impianto è a posto. Il problema è sulle bombole, ma noi non ci possiamo intervenire. Deve rivolgersi ad un installatore.". Neppure sincerandosi prima si riesce ad essere serviti correttamente!

Insomma, preso in giro ed abbandonato.

Eppure non mi sembra difficile organizzare un servizio più attento ai clienti.
Esempio: se non conviene formare del personale sul metano e qualificarlo affinché possa intervenire anche sulle bombole, ti organizzi affinché un tecnico specializzato (il famoso installatore) venga periodicamente nella tua officina di assistenza per intervenire sulle tue vetture senza sballottare il cliente a destra ed a manca. Altro esempio? Tieni a disposizione un set di bombole già collaudate, da sostituire a quelle che vanno in collaudo: un giorno di intervento ed il cliente può circolare nuovamente con l'impianto a gas senza interruzioni significative.

Magari questo è quello che avviene da altre parti d'Italia, ma non a Livorno dove l'AICA-ACAM, la pomposa ed arrogante assistenza autorizzata della Opel ha un concetto tutto personale di come trattare i propri clienti.
Alberto74
Metanista esperto


Registrato: 6 Mar 2008
Messaggi: 349
Località: Castelnuovo del Garda (VR)
MessaggioInviato: Ven 25 Mar 2011, 13:37 Rispondi citandoTorna in cima

In generale c'è la possibilità di farsi installare un optional in aftermarket?

Esempio: acquisto l'auto senza sensori di parcheggio. Doppo 1 anno mi accorgo che mi farebbero comodo. Posso recarmi presso un'officina autorizzata e chiedere che mi vengano installati? Ovviamente a pagamento.

_________________
Fiat Panda 1.2 NP Dynamic

VW Caddy Life Ecofuel
Offline Profilo Invia email
Skype
Skype
palerider
Amministratore del sito


Registrato: 26 Feb 2008
Messaggi: 3967
Località: Torino
MessaggioInviato: Ven 25 Mar 2011, 13:45 Rispondi citandoTorna in cima

Come purtroppo possiamo spesso constatare, pagando, si può fare di tutto e di più Ghigno diabolico .
Ovvio che con tutta l' elettronica che c'è oggi per molte cose sei obbligato a rivolgerti alle reti ufficiali, per montare degli optional che interagiscano con l' elettronica di bordo ma per il resto la macchina è tua e ci fai ciò che vuoi tu, nei limiti del Codice.

_________________
Pegiò 407 2.2 con tre bei bombolotti. Va come un missile e consuma come un fornello.
Offline Profilo Invia email
Mostra prima i messaggi di:      
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum



Powered by phpBB © 2001 phpBB Group

Version 2.0.6 of PHP-Nuke Port by Tom Nitzschner © 2002 www.toms-home.com
:: fisubsilver shadow phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by coldblooded (www.nukemods.com) ::