Sostieni il sito, dona con PayPal

Clicca qui per contattarci! 
18 Novembre 2019 FAQ  ::  Elenco/PDI Distributori  ::  Mappa Distributori  ::  Prove  ::  Installatori  ::  Galleria  ::  Forum  ::  MetAnnunci  ::  Contatti   Entra o Registrati
https://www.AUTOparti.IT
X3Energy SpA 
www.TuttoAutoRicambi.it
Menu di navigazione
Links e Downloads
  Links totali:468
  Categorie: 19
  Click: 296201

  File totali: 339
  Categorie: 15
  Downloads: 528206
  Traffico:  1249.89 Gb

Ultimi Links
 1: Video - Arrivo e installazione primi tre serbatoi GNL a Santa Giusta, Oristano
 [ Click: 160 ]
 2: Video - Impianto di produzione e distribuzione biometano a Roncocesi Biomether 2019
 [ Click: 43 ]
 3: Video - Realizzazione impianto Enercoop con metano liquido e gassoso a Cesena
 [ Click: 78 ]

Links più cliccati
 1: Mappa aggiornata di incentivi ed agevolazioni, statali e locali
 [ Click: 35127 ]
 2: Dossier metano di Automobilismo - II parte
 [ Click: 10334 ]
 3: Metauto Magazine: Doblò NP 1.4 T-jet
 [ Click: 6558 ]

Ultimi Downloads
 1: Circ. min. 22/02/2016, Prot. n. 4327 Div3/H: Riq. periodica bombole CNG4 - Comunicato Comitato GFBM
 [ Prelevamenti: 62 ]
 2: D.M. 12 marzo 2019 in G.U. 20 marzo 2019 - Self service metano impresidiato
 [ Prelevamenti: 2200 ]
 3: Presentazione progetto logistica ContainerShips-LNG
 [ Prelevamenti: 154 ]

File più scaricati
 1: Confronto costi gestione auto a metano, gpl, benzina e gasolio
 [ Prelevamenti: 71883 ]
 2: Calcolo autonomia in base alla capacità installata
 [ Prelevamenti: 62458 ]
 3: Listino prezzi impianti 2006
 [ Prelevamenti: 19374 ]
Flussi RSS
rss Notizie
rss Forum
rss Downloads
rss Links
rss Annunci

Sostieni il sito
I nostri gadgets
Fai una donazione e ordina i nostri gadgets!


I nostri volantini
Scarica, stampa e diffondi i nostri volantini!



Metti il nostro banner sul tuo sito! Copia e incolla il codice e poi...faccelo sapere.
 FAQ del forum  ::  Cerca nel forum  ::  Lista iscritti  ::  Gruppi utenti  ::  Regolamento  ::  Modifica il tuo profilo

 
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Autore Messaggio
Micio
Ambasciatore del metano


Registrato: 27 Aug 2012
Messaggi: 946
Località: Como
MessaggioInviato: Gio 25 Apr 2019, 19:49 Rispondi citandoTorna in cima

Non so se siete a conoscenza del progetto della serie a puntate di FCA What’s Behind. Chissà se studiano le alimentazioni alternative.
https://www.youtube.com/watch?v=c6FuHMVtvGs&fbclid=IwAR3awWZK_3-IQ9oTltNg7AokRE0IFa-bQ_GUmDRM7nxwlJFuAHah6TNTBic

_________________
La Uno 1.4 IE è stata la prima macchina a segnarmi il cuore...
...ora la Panda II 1.4 NP ha segnato il mio cuore (lasciando pieno il mio portafoglio)
Incrocio le dita per la 500L Urban T.A. NP
Offline Profilo Invia email
Smario
Metanista esperto


Registrato: 20 Jan 2019
Messaggi: 404
Località: Macerata
MessaggioInviato: Gio 22 Ago 2019, 23:24 Rispondi citandoTorna in cima

Per decine di pagine avete detto la cosa più ovvia e giusta dal nostro punto di vista come utilizzatori, cioè che già che era bello e pronto il 1.4 t-jet fire 120cv potevano benissimamente montarlo 10 anni fa in versione metano anche su Tipo e 500L e magari depotenziato a 100cv sulla grande punto, al posto di quei bidoni di 1.4 aspirato è twinair, giustissimo, se fossero stati razionali avrebbero fatto così è avrebbero stravenduto

Ma alle case automobilistiche non conviene stravendere modelli troppo riusciti o troppo apprezzati sotto il profilo tecnico, per un semplice fatto, perché poi in seguito a questi modelli troppo apprezzati la casa costruttrice cosa si inventa dopo qualche anno quando deve rinnovare? Anche nell’usato, negli anni a seguire poi tutti cercherebbero quei modelli troppo riusciti, ma in questo la casa costruttrice cosa ci guadagna? (Apparte il periodo iniziale che fa boom di vendite)
Buona parte degli automobilisti possedendo una meccanica troppo riuscita, affidabile, efficiente, valida, ben riuscita, proporzionata anche come potenza e consumi e che non si rompe, quell’auto tende a tenerla per più anni e quindi non c’e più ricambio o rinnovamento per la casa costruttrice, chi se lo comprerebbe il modello successivo se non è altrettanto riuscito come il modello che sostituisce? e questo ce lo insegna la storia, coi motori in generale che si tratta di auto, di trattori o di camion, purtroppo il mondo ha sempre funzionato in questo modo
Questo mio ragionamento spiega il perché per queste regole di marketing le case costruttrici (e Fiat ne è il perfetto esempio) pur sapendo perfettamente cosa cerca il mercato, cosa è fortemente richiesto, cosa stravende e pur sapendo persino fare un auto perfetta, alla fine cercano sempre di fare auto mediocri al punto giusto
Non troppo troppo scadenti sennò non le compra nessuno, ma purtroppo devono sempre essere carenti in qualcosa altrimenti il mercato per loro finirebbe
Non esiste per loro (le case costruttrici) che ti fanno un auto equilibrata, affidabile, brillante, parca nei consumi e anche al giusto prezzo, perché altrimenti di li a poco finirebbe il mercato per loro (le case automobilistiche)

Se comprendete questo mio ragionamento comprendete anche la mediocre politica attuata da fiat
Offline Profilo Invia email
Blupower
Metanista di lungo corso


Registrato: 3 Feb 2009
Messaggi: 554
Località: Potenza
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 07:15 Rispondi citandoTorna in cima

Senza parole.

_________________
La mia storia a metano:
2000/2002 - ex Fiat Bravo 1.6 - 140.000 km
2002->oggi - Fiat Multipla Blupower - 510.000 km
2007/2013 - ex Citroen Berlingo Van Metano - 240.000 km
2014->oggi - Peugeot 107 XA Van - 209.000 km
Offline Profilo Invia email
yalen86
Metanista di lungo corso


Registrato: 29 Apr 2012
Messaggi: 522
Località: Pisa
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 11:49 Rispondi citandoTorna in cima

Sinceramente? Molto sinceramente?

No. Non lo comprendo questo ragionamento.
Il marketing non è solo guadagnare sulle vendite, ma anche in base alle spese per adeguare i vari progetti per il futuro.
Il 1.4 T-Jet è un ottimo motore, forse il migliore per le sue categorie di macchine. Di certo non lo monterei mai su una Panda perché sulle utilitarie un 1.4 non ha proprio senso, anche filosoficamente. Una Panda deve costare poco nella sua gestione.. e per gestione intendo anche i bolli, assicurazione ecc.
L'assicurazione su un 1.4 costa di più di un bicilindrico a parità di classe. Questo almeno in Toscana dove non ci sono agevolazioni di sorta per quel che mi riguarda.

Inoltre modificare un 1.4 T-jet per rispettare le normative in materia di inquinamento ha un suo costo (che non si traduce certo in spiccioli) e questo va poi rapportato al numero di clienti che acquisterebbero il metano.
Il metano è sempre stato un carburante di nicchia (e per fortuna direi io.. altrimenti non avrebbe i prezzi che si vedono oggi), e questo ha sempre frenato le case automobilistiche dallo sviluppare tecnologie sempre più all'avanguardia su questo carburante.

Questo non riguarda solamente Fiat.. ma anche altre case come la Volkswagen che addirittura non ti fa ordinare l'auto che vuoi (la Golf o la Polo) con gli accessori che vuoi, con il colore che vuoi ecc.. ma devi prenderla a stock al prezzo che ti dicono loro. E su questo sia la casa che i concessionari ci fanno la cresta.

Il bicilindrico, toccando ferro, non mi ha mai dato problemi sulla Panda e sono già a 140mila km in 7 anni.

I problemi di Fiat sono altri, non i vari Agnelli, Marchionne ecc che sono stati solo un contorno.
Offline Profilo Invia email
GC_CH4
Metanista turbo


Registrato: 15 Mar 2019
Messaggi: 97
Località: Milano
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 15:44 Rispondi citandoTorna in cima

ma non credo proprio che loro volutamente facciano macchine con le carenze.
credo che ogni casa invece cerca, all'interno di un certo budget (che poi si traduce nel prezzo della vettura) di fare la macchina migliore possibile.

per il discorso del 1.4 sulla tipo (come si è gia detto), avranno fatto i loro conti e avranno visto che non gli conveniva -> spendevano troppi soldi per fare quella macchina quando con gli stessi soldi avrebbero potuto fare piu sviluppo di altre componenti

anche perche ricordiamo che la fiat era in crisi nera e con i conti pesantemente in rosso (marchionne nel 2004 disse perdite di 5mln al giorno..mica noccioline) quindi penso che ogni euro lo impiegavano nell'investimento col miglior ritorno.
che poi è anche il motivo (secondo me) del fatto che non riuscivano a far ripartire alfa, che non fanno restyling spesso come i tedeschi, ecc.. insomma, se mancano i soldi non ce molto da fare
Offline Profilo Invia email
Smario
Metanista esperto


Registrato: 20 Jan 2019
Messaggi: 404
Località: Macerata
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 16:11 Rispondi citandoTorna in cima

Se non comprendi quest’ottica secondo me non comprendi la politica attuata da Fiat, politica tutt’altro che razionale
Io non ho parlato di 1.4 sulla panda, al di là del fatto che dal 2009 al 2012 hanno sostituito il 1.2 fire metano col 1.4 fire metano (entrambi aspirati e so sempre 2 polmoni) io ho scritto che il 1.4 t jet fire potevano utilizzarlo a metano su tipo, 500L, 500x, grande punto, cubo, ecc oppure in alternativa in tempi di downzising (non estremo) potevano sviluppare il 1.2 fire, fratello gemello del 1.4 fire, turbizzandolo sarebbe stato il motore perfetto a benzina su 500, panda, punto, cubo, doblo, tipo, 500L, in versione 85-110cv e non avevano bisogno di twinair, firefly, 1.4 aspirato polmoneindecente, e in più proporlo anche a metano da 85-110cv, una di queste 2 soluzioni sarebbero state la quadratura perfetta del cerchio, perché non l’ hanno fatto se era così facile e poco dispendioso per loro? Perché avrebbero funzionato troppo bene, essendo meccaniche già ampiamente collaudate e affidabili, sarebbe bastato poco renderli perfetti con una sovralimentazione soft, ne avrebbero stravendute, Fiat avrebbe avuto il monopolio del metano, avendo anche degli i medesimi ottimi benzina, ma tra 10 anni cosa si sarebbero potuti inventare per continuare a vendere? Dal momento che i possessori di un eccellente motore fire, semplice, affidabile, brillante grazie al turbo e parco nei consumi con un perfetto rapporto peso&potenza per le vetture di cui dispone Fiat difficilmente avrebbe cambiato vettura nel medio&lungo periodo e Fiat cosa non si sarebbe potuta inventare tra 10 anni per esordire un altra meccanica altrettanto valida?
Non pensò sia una politica troppo difficile da comprendere, sicuramente è poco razionale perché avrebbe stravenduto di sicuro
Offline Profilo Invia email
maxstilo
Ambasciatore del metano


Registrato: 22 May 2014
Messaggi: 799
Località: Chioggia-Udine
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 18:29 Rispondi citandoTorna in cima

Io credo che da molti anni non ci sia la visione di un management che pensi al futuro. Basta vedere la storia (leggere il libro: Tremila giorni Fiat la metamorfosi e il racconto) dalla risposta di Gianni Agnelli ai cinesi nel 1983 (poi fecero tappa in Germania) , dalle importazioni in Inghilterra della Lancia Beta (rust-scandal), idem con Fiat 131 e ritmo nel mercato americano, poi con modelli Alfa Romeo sempre in America, anni fa sempre in cina che chiedevano auto grandi gli proponevano la palio. Romiti che ha voluto sostituire i manager in cina, ogni 2 anni, perchè dopo ragionano come i cinesi. Cantarella che cambiava il disegno delle maniglie e bocciava il futuro progetto di una citycar a 4 porte definendola "ingegneristicamente sbagliata" (subito dopo ci hanno pensato i giapponesi). Suv che arrivano in ritardo rispetto alla concorrenza. Manager mandati in India che non conoscevano l'inglese. Diktat imposti dai vertici completamente folli: con aumenti dei costi di gestione, ciclo operativo, logistica e trasporto.
Veto assoluto di Marchionne sull'auto elettrica: perchè in America perdiamo soldi ogni esemplare venduto, quindi non compratela!
Diciamo che hanno fatto scelte folli perchè lo stato Italiano li ha abbondantemente sovvenzionati, poi negli ultimi anni hanno fatto scelte più sagge. Prima 500 e panda grazie a De Meo (ora Seat) e vendita di jeep, chrysler, dodge e ram che in America danno molti utili.
Acquistare crediti verdi da Tesla, accordi con altri costruttori per auto condivise, apertura all'auto elettrica ecc ecc.
Gli errori che hanno fatto in passato li stanno ancora pagando, non avendo molti soldi da investire preferiscono vendere pochi esemplari dei modelli più remunerativi.
Le cose potrebbero cambiare con l'accordo con Renault, potrebbero guadagnare entrambi i costruttori. È assurdo solo pensare che un costruttore crea un prodotto mediocre al fine di venderne di più, è l'esatto contrario nell'industria il prestigio di un marchio/nome di crea sull'affidabilità e innovazione tecnologica del prodotto.
Offline Profilo Invia email
Smario
Metanista esperto


Registrato: 20 Jan 2019
Messaggi: 404
Località: Macerata
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 20:32 Rispondi citandoTorna in cima

No un attimo, io non ho detto che creano un prodotto mediocre per venderne di più, ho detto che cercano di creare un prodotto mediocre il giusto per non venderne troppe, perché se bruciano le tappe subito, poi domani non sanno come migliorare un prodotto oggi eccellente, e chi compra un prodotto oggi eccellente e che non si rompe, poi se lo tiene stretto sia domani che dopodomani è quindi nel lungo periodo la casa automobilistica ci rimette perché non vende, e queste son cose già successe, il passato insegna
Offline Profilo Invia email
maxstilo
Ambasciatore del metano


Registrato: 22 May 2014
Messaggi: 799
Località: Chioggia-Udine
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 20:55 Rispondi citandoTorna in cima

È la stessa cosa, prodotti mediocri per venderne di più nel tempo. Scrivi che non vogliono fare il "botto" nelle vendite con prodotti di qualità, per continuare ad avere una certa continuità nel tempo con i modelli successivi, per cui, se proponessero un prodotto di qualità, avrebbero un immediato riscontro di vendite e poi il tracollo perchè nessuno acquisterebbe il nuovo modello.
È una visione distorta di una gestione manageriale di una società.
Offline Profilo Invia email
BIGHEAD
Metanista turbo


Registrato: 16 Jul 2014
Messaggi: 87
Località: Alessandria
MessaggioInviato: Ven 23 Ago 2019, 21:43 Rispondi citandoTorna in cima

ragazzi, posso dire che quando gli Agnelli hanno comandato veramente,senza affidarsi ad amministratori non di famiglia,hanno combinato dei disastri
il resto mi sembra pura fantascienza
Offline Profilo Invia email
Mostra prima i messaggi di:      
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum



Powered by phpBB © 2001 phpBB Group

Version 2.0.6 of PHP-Nuke Port by Tom Nitzschner © 2002 www.toms-home.com
:: fisubsilver shadow phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by coldblooded (www.nukemods.com) ::