Clicca qui per contattarci! 
Sostieni il sito, dona con PayPal

20 Novembre 2019 FAQ  ::  Elenco/PDI Distributori  ::  Mappa Distributori  ::  Prove  ::  Installatori  ::  Galleria  ::  Forum  ::  MetAnnunci  ::  Contatti   Entra o Registrati
https://www.AUTOparti.IT
X3Energy SpA 
www.TuttoAutoRicambi.it
Menu di navigazione
Links e Downloads
  Links totali:468
  Categorie: 19
  Click: 296238

  File totali: 339
  Categorie: 15
  Downloads: 528273
  Traffico:  1250.02 Gb

Ultimi Links
 1: Video - Arrivo e installazione primi tre serbatoi GNL a Santa Giusta, Oristano
 [ Click: 160 ]
 2: Video - Impianto di produzione e distribuzione biometano a Roncocesi Biomether 2019
 [ Click: 43 ]
 3: Video - Realizzazione impianto Enercoop con metano liquido e gassoso a Cesena
 [ Click: 78 ]

Links più cliccati
 1: Mappa aggiornata di incentivi ed agevolazioni, statali e locali
 [ Click: 35128 ]
 2: Dossier metano di Automobilismo - II parte
 [ Click: 10335 ]
 3: Metauto Magazine: Doblò NP 1.4 T-jet
 [ Click: 6558 ]

Ultimi Downloads
 1: Circ. min. 22/02/2016, Prot. n. 4327 Div3/H: Riq. periodica bombole CNG4 - Comunicato Comitato GFBM
 [ Prelevamenti: 65 ]
 2: D.M. 12 marzo 2019 in G.U. 20 marzo 2019 - Self service metano impresidiato
 [ Prelevamenti: 2209 ]
 3: Presentazione progetto logistica ContainerShips-LNG
 [ Prelevamenti: 154 ]

File più scaricati
 1: Confronto costi gestione auto a metano, gpl, benzina e gasolio
 [ Prelevamenti: 71895 ]
 2: Calcolo autonomia in base alla capacità installata
 [ Prelevamenti: 62460 ]
 3: Listino prezzi impianti 2006
 [ Prelevamenti: 19376 ]
Flussi RSS
rss Notizie
rss Forum
rss Downloads
rss Links
rss Annunci

Sostieni il sito
I nostri gadgets
Fai una donazione e ordina i nostri gadgets!


I nostri volantini
Scarica, stampa e diffondi i nostri volantini!



Metti il nostro banner sul tuo sito! Copia e incolla il codice e poi...faccelo sapere.
 FAQ del forum  ::  Cerca nel forum  ::  Lista iscritti  ::  Gruppi utenti  ::  Regolamento  ::  Modifica il tuo profilo

 
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Autore Messaggio
spina
Amministratore del sito


Registrato: 20 Apr 2005
Messaggi: 7422
Località: Milton - Georgia - USA
MessaggioInviato: Mar 25 Ott 2005, 11:10 Rispondi citandoTorna in cima

posto questa interessante iniziativa svedese: treno alimentato a biogas con due motori volvo che hanno sostituito una vecchia motrice Fiat a diesel 8)

http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/scienza_e_tecnologia/biogas/biogas/biogas.html

ah! gli svedesi!!! e noi Occidente all'avanguardia Sbalordito a guardarci le punte dei piedi!!! Ghigno diabolico

_________________
spina - MB C180K W204 - Napoli-Milano con 40 € di metano!
2002-2005 Croma 2.0: 19.6 km/kg
2005-2007 Punto NP: 22.8 km/kg
2007-2011 147 1.6: 20.4 km/kg
2011-2016 C180K: 19.2 km/kg
Offline Profilo Invia email
gioyann
Fondatore e amministratore del sito


Registrato: 15 Apr 2005
Messaggi: 3338
Località: Santa Maria a Monte (Pi)
MessaggioInviato: Mar 25 Ott 2005, 11:24 Rispondi citandoTorna in cima

La notizia è in home page: Eco72 (complimenti !) mi ha fregato sul filo dei minuti !!

direi che è una cosa meravigliosa !! Ghigno

_________________
*Peugeot 307 1.6 16 V --- Bigas Sequential Gis N*
周扬 Blog: notizie e stranezze dalla Cina! [...e quando dottore lo fui finalmente non volli tradire il bambino per l'uomo...]
Offline Profilo Invia email HomePage
eco72
Ospite





MessaggioInviato: Mar 25 Ott 2005, 11:43 Rispondi citandoTorna in cima

gioyann ha scritto:
La notizia è in home page: Eco72 (complimenti !) mi ha fregato sul filo dei minuti !!
Pollice su Risata

Non sapevo se inserirla come notizia o aprire una discussione, vedo che spina ha pensato a colmare Occhiolino

La notizia e` interessantissima, testimonia che si puo` produrre una discreta quantita` di energia senza intaccare le riserve naturali

Mitici Svedesi!
gioyann
Fondatore e amministratore del sito


Registrato: 15 Apr 2005
Messaggi: 3338
Località: Santa Maria a Monte (Pi)
MessaggioInviato: Mar 25 Ott 2005, 12:44 Rispondi citandoTorna in cima

eco72 ha scritto:


La notizia e` interessantissima, testimonia che si puo` produrre una discreta quantita` di energia senza intaccare le riserve naturali

Mitici Svedesi!



non solo: si toglie dall'atmosfera il biogas prodotto dagli scarti, che altrimenti andrebbe a intaccare la fascia di ozono !
il metano è un gas serra 20 volte più dannoso della CO2 e il metano prodotto dalle aziende zootecniche è un problema serissimo per l'effetto serra ! Ghigno

_________________
*Peugeot 307 1.6 16 V --- Bigas Sequential Gis N*
周扬 Blog: notizie e stranezze dalla Cina! [...e quando dottore lo fui finalmente non volli tradire il bambino per l'uomo...]
Offline Profilo Invia email HomePage
Ludo
Fondatore del sito


Registrato: 4 Apr 2005
Messaggi: 14273
Località: Piacenza
MessaggioInviato: Mar 25 Ott 2005, 12:56 Rispondi citandoTorna in cima

Giusto per bullarsi un po', è bene ricordare che noi avevamo pubblicato la notizia dell'imminente instradamento del treno a biogas svedese (insieme ad altri in Perù e India) già 4 mesi fa, alla faccia di Repubblica... Occhiolino

_________________
Le mie auto a metano
Hai o hai avuto un'auto trasformata a metano? Inseriscila nell'Elenco installatori/vetture!
Offline Profilo Invia email HomePage
jonniv
Amministratore del sito


Registrato: 18 Apr 2005
Messaggi: 12973
Località: Provincia di Vicenza
MessaggioInviato: Mar 25 Ott 2005, 14:16 Rispondi citandoTorna in cima

Sto' pensando ad un raduno fra 20-30 anni.
Mio figlio che si ferma a metà sbaghinata perché con i resti deve fare il pieno all'auto per poi riuscire a ritornare senza più rifornire.
Risata a crepapelle Risata a crepapelle Risata a crepapelle

_________________
Revisione bombole? Scrivi la tua esperienza quadriennale o quinquennale
Nascosto Profilo Invia email HomePage
duna
Moderatore


Registrato: 19 Apr 2005
Messaggi: 1720
Località: Mestre Venezia
MessaggioInviato: Mar 25 Ott 2005, 14:41 Rispondi citandoTorna in cima

Non c'e' niente da ridere, secondo me, di questa notevolissima notizia, che dimostra quali brillanti risultati si possano attingere se si hanno aziende di trasporto pubblico protese a qualcos'altro oltreche' a proteggere i loro adorabili privilegi, e una pubblica amministrazione illuminata e determinata a far qualcosa oltreche' concepire tasse e bolli da applicare su ogni proprieta' privata attingibile, per risolvere i piu' svariati problemi, dall'ordine pubblico (a Mestre c'e' un quartiere dove di notte si entra solo col bollino da residente per evitare la prostituzione), all'inquinamento, al ripascimento dell'erario.

Prendere una motrice usata, trasformarla, e farci un treno che con SCARTI di macellazione si fa 80 km al giorno e' una vera bomba. Sapete quanti macelli ci sono in Italia? Se ognuno alimentasse una metropolitana o un treno locale allora si che ridurremmo polveri sottili, altro che targhe alterne e altro pasciume per allocchi.

_________________
duna - Ford KA 1.3 - Tartarini Sequenziale fasato -
Offline Profilo Invia email
nino75
Ospite





MessaggioInviato: Dom 8 Gen 2006, 11:00 Rispondi citandoTorna in cima

Da: "Corriere Agricolo"

Energia rinnovabile: ambizioso piano dell'Unione Europea

La Commissione europea ha adottato un Piano d'Azione finalizzato ad incrementare e sostenere l'uso dell'energia derivante da materiale forestale, dall'agricoltura e dai materiali riciclati. Il Commissario europeo per l'Energia, Andris Piebalgs, ha affermato che il piano permetterà la riduzione della dipendenza dell'Europa dall'energia importata, ridurrà l'emissione dei gas ad effetto serra, proteggerà i lavoratori delle aree rurali e consentirà all'Europa di divenire leader nel settore delle energie alternative. Le misure previste dal Piano concernono tre settori, quali: il riscaldamento, l'elettricità ed i trasporti. Le misure relative ai biocarburanti per i trasporti, in particolare, possono rappresentare una risposta pratica e concreta al problema dell'elevato prezzo della benzina. Il Piano prevede, inoltre, più di venti azioni, molte delle quali saranno implementate a partire dal 2006. Per i biocarburanti è prevista una forte azione di promozione al fine di indurre i fornitori a sostituire i carburanti convenzionali con una parte, seppur minima, di biocarburanti. Inoltre, nel 2006 la Commissione presenterà uno studio in vista della possibile modifica della direttiva 2003/30/CE che disciplina il settore dell'energia utilizzata per i trasporti ed é volta a promuovere la sostituzione dei carburanti convenzionali (diesel e benzina derivati dal petrolio) con biocarburanti provenienti da colture agricole, in particolare il biodiesel e il bioetanolo. La Commissione ha adottato anche un rapporto sui differenti programmi di supporto per l'elettricità derivante da fonti di energia rinnovabile. Infine, ha affermato che per la realizzazione dei programmi a favore dell'energia pulita è necessario lo sforzo e la cooperazione di tutti i governi nazionali, i quali dovrebbero rimuovere nel più breve tempo possibile le barriere amministrative allo sviluppo dell'elettricità prodotta da fonti di energia rinnovabile.

Energia dall'agricoltura: facile da produrre, conveniente per tutti

Non solo carne e latte, ma anche gas ed energia elettrica, combustibili per auto e per il riscaldamento. Questo possono produrre le aziende agricole e se in Italia gli esempi sono ancora pochi, in Germania è boom per l'installazione di impianti di biogas, mentre in Svizzera le auto alimentate a metano utilizzano già per il 40% gas di origine agricola e in Europa il legno produce il 54% dell'energia da fonti rinnovabili, anche se in Italia siamo solo al 27,5%. Di questo si parla a Bioenergy World (www.bioenergy-world.com) , primo salone internazionale dedicato alle fonti energetiche rinnovabili in agricoltura, in programma nell'ambito della 107ª edizione di Fieragricola (www.fieragricola.com) che si svolge dal 9 al 12 febbraio 2006 nella tradizionale cornice veronese. L'incremento stabile del greggio si traduce in un aggravio pesante dei costi di produzione per le aziende e per i cittadini. Per questo Confagricoltura, nel quadro della sostenibilità dello sviluppo, si sta impegnando ancora di più verso la promozione su scala diffusa nel territorio delle fonti rinnovabili, unitamente ad una maggiore conoscenza dei concetti di "efficienza energetica". L'import italiano di greggio ammonta a 2 milioni di barili al giorno per un costo di 45 miliardi di $ l'anno. Sostituendo il 25% di gasolio con biodiesel di origine vegetale verrebbero risparmiati 10 miliardi di $, unitamente a tutti i vantaggi di tipo ambientale derivanti dalle mancate emissioni di CO2 e degli altri inquinanti. In particolare, l'agricoltura lamenta il ricarico dovuto all'aumento della bolletta energetica, sia per la grande diffusione di impianti alimentati a gasolio, sia per la mancanza delle condizioni normative che permettano di generare nella stessa azienda significativi risparmi attraverso l'autoproduzione da fonti rinnovabili. Confagricoltura sostiene da sempre, che un consistente contributo in chiave di risparmio energetico in Mtep (milioni di tonnellate di petrolio equivalenti), si possa dare favorendo le potenzialità del settore agroforestale, in particolare con l'utilizzo di biocombustibili liquidi, biogas, solare termico e fotovoltaico, microeolico. Va inoltre incoraggiata la microgenerazione per le collettività o per consorzi di imprese nell'ambito di veri e propri "distretti energetici", cogliendo obiettivi di risparmio e sostenibilità, ed evitando così forti impatti ambientali dovuti ai grossi impianti di produzione energetica.
nino75
Ospite





MessaggioInviato: Lun 9 Gen 2006, 12:43 Rispondi citandoTorna in cima

Panoramica dell' Unione europea sull' energia:

http://europa.eu.int/pol/ener/overview_it.htm

Biodiesel:

http://www.alcatraz.it/redazione/news/show_news_p.php3?NewsID=2348
nino75
Ospite





MessaggioInviato: Dom 15 Gen 2006, 12:26 Rispondi citandoTorna in cima

il primo trattore ecologico in Italia
Da: Cia.it

E’ stato presentato a Padova dalla Cia e dall’Aiel. Si può risparmiare il 50 per cento sul carburante e c’ è il pieno rispetto dell’ambiente. Dall’agricoltura un apporto notevole per ridurre la “bolletta” energetica. Occorrono nuove e mirate politiche per sviluppare adeguatamente il settore agrienergetico.

E’ il primo trattore ecologico in Italia. Utilizza come carburante l’olio vegetale di colza anziché il tradizionale e costosissimo gasolio. E’ stato presentato a Padova dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori provinciale e dall’Aiel (Associazione italiana energie agroforestali). Un prototipo che dà due risultati importanti: si risparmia il 50 per cento sul carburante e si rispetta l’ambiente. Quindi, da parte dell’agricoltura un apporto notevole alla riduzione della bolletta “energetica”.

A differenza del biodiesel, l’olio vegetale puro -afferma la Cia- comporta numerosi vantaggi: ha un contenuto energetico superiore al biodiesel; non richiede alcun quantitativo d’acqua per il processo di purificazione in fase di produzione, necessario invece, in misura considerevole nella produzione di biodiesel; il prodotto di scarto della produzione è rappresentato da farine ricche di oli (5-10 per cento), adatte all’alimentazione di animali da ingrasso (vitelloni, suini). Inoltre, rispetto al biodiesel, può essere prodotto direttamente dall’azienda agricola in forma singola o associata, diventando così una fonte energetica locale e diffusa nel territorio rurale.

La tecnologia -sottolinea ancora la Cia- è da considerarsi matura e affidabile; ad oggi esistono numerosi esempi applicativi in Germania, paese nel quale hanno sede molte aziende produttrici di cogeneratori e di motori a olio vegetale puro per il settore dei trasporti su gomma e per imbarcazioni. Per il prossimo futuro la Germania si è posta l’obiettivo di sostituire il 3 per cento del fabbisogno di carburanti fossili destinati al trasporto privato con olio vegetale puro.

Nel nostro Paese siamo ancora in grande ritardo, anche se -rileva la Cia- vi sono grandi potenzialità per far decollare l’intero settore agrienergetico in tempi brevi. E’ necessario però che da parte del Governo e del Parlamento si punti con decisione a politiche di sviluppo per le fonti energetiche rinnovabili di origine agricola e forestale e di supporto alle imprese agricole che si organizzano per coltivare, produrre e vendere energia.

Per la produzione di olio vegetale puro a scopo energetico sono adatte tutte le colture agrarie oleaginose ed in particolare -ricorda la Cia- la colza ed il girasole. La colza può essere coltivata in Italia nelle diverse latitudini, le maggiori rese si riscontrano nella Pianura Padana con circa 25-35 quintali ad ettaro. Con un’automobile diesel di media cilindrata, opportunamente modificata per utilizzare olio vegetale puro, con un ettaro di colza si può ottenere olio combustibile vegetale per percorrere circa 16.000 chilometri.

Il girasole può essere coltivato in tutta Italia. Nei terreni di pianura di media fertilità può raggiungere e superare i 30 quintali per ettaro. Da un ettaro di girasole -conclude la Cia- si possono ottenere circa 900 kg. di olio pari a 1.100 litri con i quali è possibile percorrere oltre 15.000 chilometri con un’ auto diesel di media potenza, opportunamente adattata.

Agenzia plurisettimanale della Confederazione italiana agricoltori - Anno XI n 371
Mostra prima i messaggi di:      
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum



Powered by phpBB © 2001 phpBB Group

Version 2.0.6 of PHP-Nuke Port by Tom Nitzschner © 2002 www.toms-home.com
:: fisubsilver shadow phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by coldblooded (www.nukemods.com) ::