Clicca qui per contattarci! 
Sostieni il sito, dona con PayPal

26 Agosto 2019 FAQ  ::  Elenco/PDI Distributori  ::  Mappa Distributori  ::  Prove  ::  Installatori  ::  Galleria  ::  Forum  ::  MetAnnunci  ::  Contatti   Entra o Registrati
https://www.AUTOparti.IT
X3Energy SpA 
www.TuttoAutoRicambi.it
Menu di navigazione
Links e Downloads
  Links totali:465
  Categorie: 19
  Click: 293926

  File totali: 340
  Categorie: 15
  Downloads: 526914
  Traffico:  1207.97 Gb

Ultimi Links
 1: Video - Installazione del serbatoio di GNL di Molgas Energía ad Aranda de Duero, Spagna
 [ Click: 24 ]
 2: Audio - Progetto +GAS: come raddoppiare la produzione di biogas con l'elettricità delle rinnovabili
 [ Click: 324 ]
 3: Video - Il distributore LNG/L-CNG di Naturgy a Carpiquet/Caen in Francia
 [ Click: 54 ]

Links più cliccati
 1: Mappa aggiornata di incentivi ed agevolazioni, statali e locali
 [ Click: 35001 ]
 2: Dossier metano di Automobilismo - II parte
 [ Click: 10264 ]
 3: Metauto Magazine: Doblò NP 1.4 T-jet
 [ Click: 6485 ]

Ultimi Downloads
 1: D.M. 12 marzo 2019 in G.U. 20 marzo 2019 - Self service metano impresidiato
 [ Prelevamenti: 1792 ]
 2: Presentazione progetto logistica ContainerShips-LNG
 [ Prelevamenti: 136 ]
 3: Self service metano - Schema di decreto interministeriale notificato alla Commissione Europea
 [ Prelevamenti: 526 ]

File più scaricati
 1: Confronto costi gestione auto a metano, gpl, benzina e gasolio
 [ Prelevamenti: 71584 ]
 2: Calcolo autonomia in base alla capacità installata
 [ Prelevamenti: 62267 ]
 3: Listino prezzi impianti 2006
 [ Prelevamenti: 19348 ]
Flussi RSS
rss Notizie
rss Forum
rss Downloads
rss Links
rss Annunci

Sostieni il sito
I nostri gadgets
Fai una donazione e ordina i nostri gadgets!


I nostri volantini
Scarica, stampa e diffondi i nostri volantini!



Metti il nostro banner sul tuo sito! Copia e incolla il codice e poi...faccelo sapere.
 FAQ del forum  ::  Cerca nel forum  ::  Lista iscritti  ::  Gruppi utenti  ::  Regolamento  ::  Modifica il tuo profilo

 
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Autore Messaggio
hasek
Ospite





MessaggioInviato: Mar 26 Ago 2008, 08:14 Rispondi citandoTorna in cima

Ho notato questo topic interessante e propongo un mio personalissimo punto di vista:

Premetto che ho appena acquistato la Zafira B ecoM e tra un mese sarò a tutti gli effetti un metanista.
Lasciando perdere i motivi per cui l'ho scelta, che sono comunque in linea con quelli degli altri utenti, provo a pensare a come si svilupperà il mercato del metano nei prossimi anni.
Purtroppo o per fortuna in Italia si sta rinnovando il parco di produzione dell'energia elettrica, entro breve più della metà dell'energia elettrica verrà prodotta col metano.
Questo può portare a due scenari:

- Il primo negativo per "noi" in cui il metano verrà tassato per impedirne un largo consumo e lasciarlo disponibile per la produzione di energia elettrica;
- Il secondo positivo (a seconda dei punti di vista) in cui non ci sarà una gran lotta per produrre auto a metano per il mercato italiano che resteranno un settore di nicchia e quindi non ci saranno masse di metanisti tali da giustificare rialzi continui come fatto con diesel e benzina;

Certo è che non è pensabile che tutto il parco macchine italiano possa andare a metano, ma direi che la situazione di equilibrio si potrebbe attestare su un buon 10-15% magari insistendo sul trasporto merci.

In base alla situazione attuale sono convinto di aver fatto la scelta giusta, purtroppo non ho la sfera di cristallo e quindi guiderò con fiducia sapendo comunque di inquinare un po' meno Sorriso
palerider
Amministratore del sito


Registrato: 26 Feb 2008
Messaggi: 4015
Località: Torino
MessaggioInviato: Mar 26 Ago 2008, 15:46 Rispondi citandoTorna in cima

E’ difficile scindere motivi nobili e bassi istinti di taccagneria Figo! . Mi chiedo però a che titolo cercare questa separazione tra i profondi motivi che ci hanno metanizzati. Mi spiego: una carognata resta tale anche se compiuta per nobili motivi, una buona azione non cambia anche se non è compiuta per scopi puri e cristallini. Se si arriva a scegliere tra l’ ambiente e la pancia piena poche nobili persone avrebbero dubbi, ma finchè non si arriva al gioco della torre Pollice su Pollice verso qui siamo molti che scelgono il metano come un buon compromesso. Non è così fondamentale se lo si fa per risparmiare, e ho anche la soddisfazione di inquinare meno, o per inquinare meno e così ho anche la soddisfazone di risparmiare, in ogni caso si risparmia e si inquina meno…..

_________________
Pegiò 407 2.2 con tre bei bombolotti. Va come un missile e consuma come un fornello.
Offline Profilo Invia email
67-CH4
Ospite





MessaggioInviato: Mer 27 Ago 2008, 13:06 Rispondi citandoTorna in cima

hasek ha scritto:
Ho notato questo topic interessante e propongo un mio personalissimo punto di vista:

.....Purtroppo o per fortuna in Italia si sta rinnovando il parco di produzione dell'energia elettrica, entro breve più della metà dell'energia elettrica verrà prodotta col metano.
-Sorriso


beh forse fai un po di confusione
guarda che la stragrande maggioranza delle centrali termoelettriche sono sempre state alimentate a metano, solo che avevano per usare un termine automobilistico il sistema "BIFUEL" nel senso che si poteva bruciare nelle camere di combustione sia il metano che olio denso ATZ o BTZ (alto contenuto di zolfo o basso contenuto di zolfo), cio si puo fare anche con combustione mista .
mi ricordo che circa 20 anni fa nelle centrali della nostra zona si utilizzava esclusivamente il metano da marzo a novembre da novembre in poi quando il prezzo del metano aumentava perché la domanda aumentava (si accendono i riscaldamenti) si optava per una combustione mista oppure quasi esclusivamente a OCD per abbattere i costi di esercizio,

quello che tu ti riferisci è forse che questi impianti avendo un rendimento basso,vengono ormai da anni convertiti in CICLI COMBINATI non si usa piu la cosiddetta CALDAIA per generare vapore e di conseguenza trasformare l’energia termica in meccanica e quindi in elettrica,ma la combustione avviene direttamente nei TURBOGAS che all’inizio erano di derivazione aeronautica ora come ora sono di origine terrestre nel senso che sono progettati per produrre energia in modo da migliorare il rendimento.

Questi impianti hanno un rendimento maggiore perché hanno una grandissima duttilità di esercizio avviamento e fermata in base alla borsa elettrica in modo da poter immettere in rete l’energia elettrica quando viene pagata molto e nelle ore vuote tipo notte e festivi si ferma l’impianto.
Nelle vecchie centrali ciò non è possibile farlo l’impianto rimane in marcia anche quando l’energia elettrica non serve oppure il prezzo è basso l’unica cosa che si può fare è diminuire il carico in modo che visto che l’energia che produce è pagata in modo non conveniente ne viene prodotta il minimo in modo che l’impianto riesca a riamanere in marcia e per rialimentare non appena la borsa elettrica si favorevole alla produzione.

La produzione di energia elettrica avviene in italia in questo modo poi una parte viene prodotta dalle idroelettriche,dai fotovoltaici ecc eccc ma in minima percentuale rispetto a quella prodotta da metodo tradizionale ovvero il TERMOELETTRICO
hasek
Ospite





MessaggioInviato: Mer 27 Ago 2008, 14:09 Rispondi citandoTorna in cima

Beh, visto che il mio era un tentativo di volgere lo sguardo al futuro, parlo di nuove centrali costruite, non di riconvertite: non si costruiscono più centrali miste. Le centrali costruite negli ultimi 5-6 anni e quelle a venire sono "solo" a gas o a carbone per quel che riguarda il termoelettrico.

Non volevo fare il corso "Impianti per la produzione dell'energia elettrica"

Ghigno Ghigno
67-CH4
Ospite





MessaggioInviato: Mer 27 Ago 2008, 14:17 Rispondi citandoTorna in cima

hasek ha scritto:

Non volevo fare il corso "Impianti per la produzione dell'energia elettrica"

Ghigno Ghigno

questo si era e si capisce dagli strafalcioni che ti ostini a dire.
hasek
Ospite





MessaggioInviato: Mer 27 Ago 2008, 14:28 Rispondi citandoTorna in cima

Non era mia intenzione urtare la tua coscienza ecologica nè provare a competere in merito a conoscenza energetica.

Comunque riscopro quel che ho notato in alcuni utenti di questo forum: la convinzione di avere la verità assoluta e la necessità di esibirlo come trofeo.

Prendo atto e lascio strada, senza rancore
67-CH4
Ospite





MessaggioInviato: Mer 27 Ago 2008, 14:37 Rispondi citandoTorna in cima

hasek ha scritto:
Non era mia intenzione urtare la tua coscienza ecologica nè provare a competere in merito a conoscenza energetica.



non è questione di ECOLOGIA che vengono costruiti questi impianti nuovi ccome li chiami tu ma puramente per cio che ho citato prima per poter essere competitivi sul mercato che già di per se è dura se ci confrontiamo con le nazioni che possono fare il NUCLEARE.

e tantomeno di verità assoluta,è che quando si sentono molte castroneria o si parla per sentito dire ,allora le cose cambiano.

questo è un sito in cui ci si confronta e in cui se uno ha voglia di ascoltare se ne arrichisce notevolmente.

non è mica il sito delle suore misericordiose in cui bisogna distribuire opere buone tutte le mattine nèè!!

BUONA STRADA ANCHE A TE
hasek
Ospite





MessaggioInviato: Mer 27 Ago 2008, 14:43 Rispondi citandoTorna in cima

67-CH4 ha scritto:
hasek ha scritto:
Non era mia intenzione urtare la tua coscienza ecologica nè provare a competere in merito a conoscenza energetica.



non è questione di ECOLOGIA che vengono costruiti questi impianti nuovi ccome li chiami tu ma puramente per cio che ho citato prima per poter essere competitivi sul mercato che già di per se è dura se ci confrontiamo con le nazioni che possono fare il NUCLEARE.

e tantomeno di verità assoluta,è che quando si sentono molte castroneria o si parla per sentito dire ,allora le cose cambiano.

questo è un sito in cui ci si confronta e in cui se uno ha voglia di ascoltare se ne arrichisce notevolmente.

non è mica il sito delle suore misericordiose in cui bisogna distribuire opere buone tutte le mattine nèè!!

BUONA STRADA ANCHE A TE
Ma quale sarebbe la castroneria che avrei detto? Scusa ma la curiosità è molto forte Perplesso
67-CH4
Ospite





MessaggioInviato: Gio 28 Ago 2008, 06:52 Rispondi citandoTorna in cima

allora non è mia intenzione fare sterili polemiche.
ho semplicemente notato che nel corso dei tuoi interventi fai parecchia confusione, e te l'ho fatto notare ,
ma nonostante ciò sono stato tacciato di voler fare corsi di impiantistica.

ECCO QUESTA è UNA DELLE TANTE E PER GIUNTA CON TONO OFFENSIVOin cui hai giudicato anche in generale tutti gli utenti che girano in quesdto sito, ho provato a farti notare anche quale è lo spirito di questo sito ma evidentemente non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

per quanto riguarda la confusione che continui a fare te ne cito 1 anche perchè non è mia intenzione fare scuola.


Citazione:
Beh, visto che il mio era un tentativo di volgere lo sguardo al futuro, parlo di nuove centrali costruite, non di riconvertite: non si costruiscono più centrali miste. Le centrali costruite negli ultimi 5-6 anni e quelle a venire sono "solo" a gas o a carbone per quel che riguarda il termoelettrico.


dicendo cio ne dici parecchie :
1 le centrali che si costruiscono con questa tecnologia vedi messaggi prec TURBOGAS in cui la combustione del metano avviene all'interno dello stesso e collegato coassialmente vi è il generatore per la trasformazione dell'energia termica in meccanica e di cons. in elettrica questi sono esclusivamente a metano non ne esistono a carbone, OK? naturalmente i fumi della combustione se ne andrebbero al camino ma avendo una temperatura elevatissima 900- e passa gradi vengono sfruttati attraverso GVR (generatore di vapore a recupero) in cui viene prodotto vapore surriscaldato da inviare in altra TURBINA A VAPORE in cui anche li è collegato coassialmente il generatore e si ottiene un ulteriore produzione di energia elettrica.

questa tecnologia ormai sono 20 anni che è in uso e non 5-6

le centrali termoelettriche a carbone sono casomai quelle tradizionali nate in italia piu o meno negli anni 60 . questo tipo sono tutte a combustione mista anche quelle in uso tuttora in quanto per arrivare alla temperatura di accensione del combustibile e per fare il riscaldamento del generatore di vapore con gradiente termico di 40-50 gradi/h max con cosa credi che si faccia si fa a metano poi una volta che è tutto pronto si fa il cambio combustibile e si passa spegnendo progressivamente i bruciatori a metano e si accendono o quelli a OCD oppure si inizia a caricare il carbonne sulle griglie.

ANCHE GLI STESSI TERMOVALORIZZATORI che sono dei forni in cui vengono bruciati i rifiuti il riscaldamento di tutta la massa di metallo viene fatta a metano una volta che sono stati soddisfatti tutti i parametri allora si inizia a caricale il forno con i rifiuti o con il CDR e comunque una parte di metano è sempre utilizzata in quanto serve per sostenere le temperature all'interno della camera di combustione in quanto questo combustibile non ha un potere calorifico costante e di conseguenza si compensa con metano.

ho parlato di CONVERTITE e ti ho spiegato anche il motivo essendo le vecchie centrali termoelettriche non piu competitive sul mercato vengono trasformate in TURBOGAS per le questioni sempre citate nei prec post,
eciò perchè perche essendo impianti gia costruiti si possono recuperare e adattare delle parti di impianto in modo da migliorare il rendimento in quanto principalmente si recupera la tutrbina a vapore con generatore in cui si fa espandere il vapore che si è prodotto sfruttando il gradiente termico dei fumi in uscita dal turbogas.

ora chiudo spero di averti fatto un po di chiarezza.
hasek
Ospite





MessaggioInviato: Gio 28 Ago 2008, 07:58 Rispondi citandoTorna in cima

Giuro che con questo chiudo Pernacchia

Quando dico che si costruiscono centrali solo a gas intendo che si brucia solo quello: le turbogas "nuove" bruciano solo metano. Per quel che riguarda il carbone, non credo che l'avviamento possa essere considerato il funzionamento principale e comunque (è una mia scommessa) si tornerà massicciamente ad utilizzarlo sempre di più, alla luce delle più recenti tecniche di trasformazione.

Il mio discorso di partenza, poi snaturato era semplicemente che in futuro si userà sempre più metano per produrre energia elettrica, il resto sono solo chiacchere Occhiolino
Mostra prima i messaggi di:      
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum



Powered by phpBB © 2001 phpBB Group

Version 2.0.6 of PHP-Nuke Port by Tom Nitzschner © 2002 www.toms-home.com
:: fisubsilver shadow phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by coldblooded (www.nukemods.com) ::