Clicca qui per contattarci! 
Sostieni il sito, dona con PayPal

1 Aprile 2020 FAQ  ::  Elenco/PDI Distributori  ::  Mappa Distributori  ::  Prove  ::  Installatori  ::  Galleria  ::  Forum  ::  MetAnnunci  ::  Contatti   Entra o Registrati
https://www.AUTOparti.IT
X3Energy SpA 
www.TuttoAutoRicambi.it
Menu di navigazione
Links e Downloads
  Links totali:473
  Categorie: 19
  Click: 299312

  File totali: 340
  Categorie: 15
  Downloads: 532089
  Traffico:  1292.24 Gb

Ultimi Links
 1: Video: Viaggio su un'Audi Q5 alimentata a biometano alla scoperta delle potenzialità come carburante
 [ Click: 83 ]
 2: Video: Gas and Heat S.p.A. e il terminal GNL di Santa Giusta in Sardegna
 [ Click: 45 ]
 3: Video - Rendering della futura area di rifornimento LNG sulla A46 a Mionnay, Francia
 [ Click: 47 ]

Links più cliccati
 1: Mappa aggiornata di incentivi ed agevolazioni, statali e locali
 [ Click: 35265 ]
 2: Dossier metano di Automobilismo - II parte
 [ Click: 10396 ]
 3: Metauto Magazine: Doblò NP 1.4 T-jet
 [ Click: 6620 ]

Ultimi Downloads
 1: Circolare del Ministero dei Trasporti del 23.3.2020, prot. n. 1735
 [ Prelevamenti: 52 ]
 2: Circ. min. 22/02/2016, Prot. n. 4327 Div3/H: Riq. periodica bombole CNG4 - Comunicato Comitato GFBM
 [ Prelevamenti: 144 ]
 3: D.M. 12 marzo 2019 in G.U. 20 marzo 2019 - Self service metano impresidiato
 [ Prelevamenti: 2775 ]

File più scaricati
 1: Confronto costi gestione auto a metano, gpl, benzina e gasolio
 [ Prelevamenti: 72248 ]
 2: Calcolo autonomia in base alla capacità installata
 [ Prelevamenti: 62725 ]
 3: Listino prezzi impianti 2006
 [ Prelevamenti: 19408 ]
Flussi RSS
rss Notizie
rss Forum
rss Downloads
rss Links
rss Annunci

Sostieni il sito
I nostri gadgets
Fai una donazione e ordina i nostri gadgets!


I nostri volantini
Scarica, stampa e diffondi i nostri volantini!



Metti il nostro banner sul tuo sito! Copia e incolla il codice e poi...faccelo sapere.
 FAQ del forum  ::  Cerca nel forum  ::  Lista iscritti  ::  Gruppi utenti  ::  Regolamento  ::  Modifica il tuo profilo

 
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Autore Messaggio
mdlbz
Amministratore del sito


Registrato: 2 Dec 2005
Messaggi: 12775
Località: Bolzano-Bozen (Italia... forse...)
MessaggioInviato: Lun 31 Ott 2016, 17:44 Rispondi citandoTorna in cima

Interessante questa riflessione pubblicata da Automotive News Europe "Automakers forced back to bigger engines in new emissions era", ripresa da alcuni siti italiani ad esempio qui, qui e qui.

Diciamola tutta: tutta una corsa verso cilindrate microscopiche (il frullino TA ne è la dimostrazione palese montato sulla 500 L/LL o l'assurdità di un 1.0 3 cilindri montato sulla Ford Mondeo... Spazientito) e nuovi motori(ni) ultratecnologici (ma anche ultracostosi) da spremere con potenze specifiche elevatissime ed ora, appena saltano fuori i nuovi test per misurare le emissioni su strada (RDE) ci si trova con il... posteriore scoperto. Il tutto grazie anche ad un ciclo di omologazione europeo NEDC che da anni, se non decenni, si sapeva che era irrealistico mentre le prove di emissioni di vetture circolanti non sono mai state fatte, nonostante fossero previste, mentre in California il CARB le fa eccome e son dolori per i produttori se scoprono cose diverse rispetto ai valori di omologazione.

Grandissima è la responsabilità politica europea, a mio avviso. "Tutto va bene, madama la marchesa" fino al dieselgate che, tralasciando gli aspetti truffaldini, ha scoperto ciò che si sapeva benissimo. Ma alla Commissione Europea e ai governi nazionali questo andava bene. Pollice verso

Insomma, un fallimento della politica europea e ci meravigliamo del perché ci siano molte zone e città europee dove i livelli di inquinamento sono sempre superati nonostante i vari inasprimenti delle normative Euro. Nonostante frullini, puzzolio ultralodato per quanto fosse "ecologgggico" e compagnia.

E mi chiedo cosa sono serviti miliardi e miliardi di Euro di investimenti in nuovi motori e adesso se non tutto, ma almeno parte di questi si sono dimostrati (forse) inutili.

Un segnale, del tutto ignorato nella portata dai media, lo aveva dato Audi non tanto tempo fa quanto cominciò a parlare di "rightsizing". Questo lo stiamo vedendo nei motori a metano VW: il 1.4 da 150 cv è stato abbandonato per un 1.4 da 110 cv e fra un po' avremo un nuovo 2.0 TFSI da 170 cv su A4 e A5 g-tron. Insomma, non un caso.

_________________
Kia Opirus - impianto e-G@S
Image - www.michelebolzano.wordpress.com
Nascosto Profilo Invia email HomePage
Skype
Skype
mv1959
Metanista di lungo corso


Registrato: 7 Apr 2013
Messaggi: 596
Località: Santarcangelo di Romagna RN
MessaggioInviato: Lun 31 Ott 2016, 18:04 Rispondi citandoTorna in cima

Ricordo i primi anni che guidavo (fine anni 70')... i 20 Km/l con un po' di attenzione li facevi con le 127 e 128, con macchine grosse come la Citroen DS facevi, stando un minimo attento, gli 11/12.... con motori estremamente più semplici, facili da riparare, in grado di superare i 3-400.000 Km... allora mi chiedo dove sta tutto il miglioramento... si l'inquinamento per carità, anche se come dice mdlbz c'è anche molto frega frega in questo... mah, non lo so, secondo me alla fine è solo un voler spremere l'utente finale, quando già 40 anni fa c'erano soluzioni ottime per abbassare l'inquinamento, con motori come ho detto semplici ed affidabili... una vecchia 125 convertita a metano scommetto che inquina meno di una VW a gasolio... sarà che più invecchio e più ho una idiosincrasia per l'elettronica, le centraline, i palmari, le app e cacchi vari... Perplesso
Offline Profilo Invia email
okmeta
Ambasciatore del metano


Registrato: 28 May 2012
Messaggi: 1551
Località: Brescia
MessaggioInviato: Lun 31 Ott 2016, 22:01 Rispondi citandoTorna in cima

Sono d'accordo con il discorso, anche se ha alcuni aspetti per me un po' fuorvianti.
Parto da due dati che conosco: il 1600cc sulla multipla può arrivare ad una media di 20km/kg, è affidabile e robusto, dura anche 400000km, semplice manutenzione, sopporta cativo, uso, olio sotto i limiti, ... va anche a 1000rpm. Il TA sulla 500L arriva in condizioni simili ai 26km/kg, ha più coppia, ma è un po' vuoto sotto i 1500-2000rp. Mi sembra più delicato e costoso, non so se possa arrivare a 400000km. La mia idea sarebbe una via di mezzo per quest'auto.
L'inquinamento di un'auto in un ciclo dipende molto dal ciclo, come è ovvio. Non vorrei però che per rendere il ciclo più reale ci adattassimo ad usare le auto nel modo che il ciclo prescrive, o che considerassimo l'uso dell'auto in città scontato tout court. Penso che un automobilista possa raddoppiare le emissioni usando le auto in modo scriteriato, che molto spesso è il normale modo di usare le auto. Quindi più che rendere il ciclo più reale, preferirei rendere l'uso nnormale di un'auto più vicino al ciclo vecchio che era irreale e prevedeva emissioni inferiori.
Inoltre qualsiasi sia il motore migliore, ritengo una follia che i centri delle città, particolarmente quelli italiani con poco spazio, siano invasi dalle auto, e da auto che pesano da 1t in su, con poco più di 1 passegnero in media. un TA sarebbe fin troppo se limitassimo il peso delle auto a 500kg. Il peso e le dimensioni delle auto possono essere rapidamente diminuite diminuendo l'inquinamento. Per diminuire l'uso ed il numero dell'auto servono infrastrutture, intermodalità, politiche cittadine del lavoro e della scuola, favorire le biciclette, le moto, ... Politiche che coinvolgano molti soggetti sono la cosa più importante, ma mi sembrano assenti.
Potrebbe anche succedere che dopo aver aumentato la dimensione dei motori per rincorrere i nuovi cicli, diminuendo i pesi delle auto permesse in città, si debba tornare indietro al downsizing. Se poi aggiungiamo il possibile connubio motore termico ed elettrico, le dimensioni ottimali variano ancora. Le variabili sono interdipendenti.
Nascosto Profilo Invia email
Pruvom
Ambasciatore del metano


Registrato: 2 Oct 2016
Messaggi: 803
Località: Parma
MessaggioInviato: Mar 1 Nov 2016, 14:27 Rispondi citandoTorna in cima

A mettere a posto le auto, dimezzando il numero dei decessi e di incidenti e dimezzando le emissioni inquuinanti sarebbe capace anche un bambino di 6 anni.

Ma non si vuole fare.

Ne' le case automobilistiche ne' i cittadini.

E' come per le armi negli USA, la situazione è chiara ma nessuno vuole fare la "rivoluzione ".
Offline Profilo Invia email
metanifero
Ambasciatore del metano


Registrato: 8 Jan 2014
Messaggi: 1088
Località: BOLOGNA
MessaggioInviato: Mer 2 Nov 2016, 10:17 Rispondi citandoTorna in cima

Che la 127 e la 128 facessero i 20 km/l non passa. Quando andava bene facevano i 15. Non scriviamo cose assurde.
Offline Profilo Invia email
bestia
Ambasciatore del metano


Registrato: 5 Jan 2016
Messaggi: 1036
Località: Lonato del Garda BS
MessaggioInviato: Mer 2 Nov 2016, 20:11 Rispondi citandoTorna in cima

Della 127 e 128 non so dire,
ma della uno seconda serie, ti assicuro che facevo i 18Km/l a girare normale,
se poi tiravi il collo è un altro discorso,
Essendo un auto a carburatore, necessitava di qualche controllo in piu per rimanere efficiente ed ottimizzare i consumi.
E non tutti li facevano sempre.
quindi la differenza tra i consumi Pollice su
Offline Profilo Invia email
metanifero
Ambasciatore del metano


Registrato: 8 Jan 2014
Messaggi: 1088
Località: BOLOGNA
MessaggioInviato: Gio 3 Nov 2016, 09:58 Rispondi citandoTorna in cima

Fra 127/128 e uno seconda serie c'era un abisso.
Offline Profilo Invia email
Jano
Metanista di lungo corso


Registrato: 13 Oct 2010
Messaggi: 521
Località: Sesto Calende (Va)
MessaggioInviato: Gio 3 Nov 2016, 10:41 Rispondi citandoTorna in cima

Le piccole cilindrate non sono un'invenzione recente. La Fiat ed altre case nel passato le hanno già realizzate. Interessante come si parta-riparta allo stesso modo. Si parte dalla piccola cilindrata per poi crescere allo stesso modo.
La Fiat nel 1932 realizzò la Balilla che era un 990 cc, per poi evolverla nella Balilla 1100 che poi si chiamò semplicemente 1100. Poi per una fascia ancora più "popolare"- per quanto, all'epoca e fino agli anni 60', un'automobile sia sempre stato un lusso- Nacque nel 36'la 500 Topolino che nel dopoguerra scomparve con la serie C per lasciare spazio alla 600 Risata che poi riebbe una sorellina: la nuova 500 (un'auto carina e amatissima ancora oggi...ma atroce nell'uso Ghigno)
Gira che ti rigira la storia si ripete, oggi l'ibrido con le piccole cilindrate rappresentano la moderna evoluzione e grazie alle turbine ci possono essere potenze e coppie elevate.
Cara Fiat a quando un bell'ibrido-metano, magari col motore che svolga una funzione di generatore-gruppo di propulsione?
Offline Profilo Invia email
ptprince
Amministratore forum


Registrato: 25 Oct 2005
Messaggi: 6148
Località: Torino
MessaggioInviato: Gio 3 Nov 2016, 12:01 Rispondi citandoTorna in cima

A me quella del downsizing è sempre sembrata una monumentale balla*.
Per ricordare come la penso, basta tornare nelle discussioni in cui, attorno al 2007, esponevo tutte le mie perplessità e censure sul motore twincharger che veniva spacciato come il motore del futuro, e infatti si è visto.

Quella del rightsizing rispecchia la moda del dare a tutte le cose ovvie un nome possibilmente altisonante e meglio se in inglese.

Un po' come prendere un'auto anonima come la Ford Fusion e battezzarla "il primo Urban Activity Vehicle". Rimane comunque una Fiesta mal riuscita.

Credo che negli anni ottanta ci fosse un buon equilibrio tra corpi vettura, cilindrate e potenze, poi si è andati un po' alla deriva imbroccando talvolta dei veri e propri vicoli ciechi.

Eliminare la Punto 1.9 multijet e renderla 1.4 non è downsizing, è svegliarsi finalmente da una sbornia colossale. Ed infatti basta vedere la risposta della clientela.

Anche eliminare la Polo 1.9 SDI si colloca tra i risvegli post-alcoolici: si è eliminato semplicemente un errore madornale.

Oggi comincio a digerire la famiglia Golf col 1.4 da 110cv, ma è dagli anni 2000 che sostengo come motore baricentrico per una gamma a metano un'unità da 1.6 litri con leggera sovralimentazione ed una potenza di circa 120-130 cv. Starebbe bene nel cofano di una Golf (o dell'erede della Bravo) rendendole gradevolmente vivaci così come in una berlina di medie dimensioni, una onovolume od un suv rendendole più turistiche, avrebbe costi assicurativi contenuti.

La mia classe B200, onestamente, è anche un filo sovramotorizzata. Credo che con 200cc in meno (dove sono finiti i "milleotto"?) ed anche 25cv in meno rimarrebbe un'auto piacevolissima ed equilibrata.

I 1.6 diesel (pur con tutte le censure dettate dall'attuale situazione atmosferica) sono arrivati tardi, troppo tardi, milioni di persone si sono dotati di muscolosissimi 2.0 senza averne realmente l'esigenza, ma semplicemente perché erano gli unici motori proposti. Poi la clientela si abitua...

Concludo dicendo che il pippone sopra, nostalgico ed assurdamente sintetico ed approssimativo, l'ho scritto per la gioia di farlo.

Ma ormai la parola stessa "cilindrata" è pronta ad essere pensionata.

Ieri leggevo dei conti finalmente in positivo della Tesla Motor.

E pensavo che, oggi come oggi, chi investe un euro sui pistoni spende proprio male i suoi soldi: abbiamo ferramenta da svendere....



*edit: in cui si intravvedono, stringi stringi, le fondamenta del dieselgate....

_________________
ptprince

B200 NGD 7g-DCT

Leggi la posizione di Metanoauto.com sul rifornimento in modalità Self Service!

Ultima modifica di ptprince il Gio 3 Nov 2016, 13:49, modificato 1 volta in totale
Nascosto Profilo Invia email
vincenzo1192
Metanista esperto


Registrato: 29 Jul 2015
Messaggi: 341
Località: MACERATA
MessaggioInviato: Gio 3 Nov 2016, 12:57 Rispondi citandoTorna in cima

In occasione di un mio recente soggiorno a Torino, sono andato al Mirafiori Motor Village, e così, con la scusa del preventivo, mi sono provato per mezz’ora, in assoluta libertà la Tipo 1400 T-JET 120 CV GPL.
Pur avendo espresso il rammarico per la mancata esistenza di questa versione a metano, ho guidato una vettura con un cilindrata tutto sommato modesta, dotata di un turbo presente ma non invadente, con uba bella ripresa e una docilità assoluta.

Orbene, secondo me questa è la strada giusta. Un motore né piccolo ne grande, una turbina piccola ed efficiente, una sovralimentazione non invasiva, tanta coppia in basso.

Senza eccedere nella cilindrata. Senza essere ridicoli con la cilindrata piccola.
Offline Profilo Invia email
Mostra prima i messaggi di:      
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum



Powered by phpBB © 2001 phpBB Group

Version 2.0.6 of PHP-Nuke Port by Tom Nitzschner © 2002 www.toms-home.com
:: fisubsilver shadow phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by coldblooded (www.nukemods.com) ::