Clicca qui per contattarci! 
Sostieni il sito, dona con PayPal

23 Gennaio 2019 FAQ  ::  Elenco/PDI Distributori  ::  Mappa Distributori  ::  Prove  ::  Installatori  ::  Galleria  ::  Forum  ::  MetAnnunci  ::  Contatti   Entra o Registrati
https://www.AUTOparti.IT
X3Energy SpA 
Dinamica Ecoservizi 
www.TuttoAutoRicambi.it
Menu di navigazione
Links e Downloads
  Links totali:446
  Categorie: 19
  Click: 286681

  File totali: 339
  Categorie: 15
  Downloads: 517474
  Traffico:  972.72 Gb

Ultimi Links
 1: Servizio TV TG1 Rai sulla produzione di biometano a Pinerolo TO
 [ Click: 38 ]
 2: Video - Servizio di BFM-RMC sul distributore di biometano di Locminé, Bretagna-Francia
 [ Click: 36 ]
 3: Video - Presentazione impianto LNG Liquis di Grünheide in Germania
 [ Click: 58 ]

Links più cliccati
 1: Mappa aggiornata di incentivi ed agevolazioni, statali e locali
 [ Click: 34644 ]
 2: Dossier metano di Automobilismo - II parte
 [ Click: 9963 ]
 3: Metauto Magazine: Doblò NP 1.4 T-jet
 [ Click: 6301 ]

Ultimi Downloads
 1: Presentazione progetto logistica ContainerShips-LNG
 [ Prelevamenti: 26 ]
 2: Self service metano - Schema di decreto interministeriale notificato alla Commissione Europea
 [ Prelevamenti: 248 ]
 3: Prova su strada Scania R410 LNG a Hardenberg - Paesi Bassi
 [ Prelevamenti: 67 ]

File più scaricati
 1: Confronto costi gestione auto a metano, gpl, benzina e gasolio
 [ Prelevamenti: 70691 ]
 2: Calcolo autonomia in base alla capacità installata
 [ Prelevamenti: 61549 ]
 3: Listino prezzi impianti 2006
 [ Prelevamenti: 19264 ]
Flussi RSS
rss Notizie
rss Forum
rss Downloads
rss Links
rss Annunci

Sostieni il sito
I nostri gadgets
Fai una donazione e ordina i nostri gadgets!


I nostri volantini
Scarica, stampa e diffondi i nostri volantini!



Metti il nostro banner sul tuo sito! Copia e incolla il codice e poi...faccelo sapere.
 FAQ del forum  ::  Cerca nel forum  ::  Lista iscritti  ::  Gruppi utenti  ::  Regolamento  ::  Modifica il tuo profilo

 
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Autore Messaggio
cpaolo67
Metanodotto


Registrato: 3 Apr 2006
Messaggi: 3562
Località: Brescia
MessaggioInviato: Gio 26 Apr 2018, 12:42 Rispondi citandoTorna in cima

Tra l'altro la Sion mi sa che è l'unica elettrica con gancio di traino...

_________________
PRIMA L´UOMO, POI IL RESTO!!!
Doblò t-jet 1.400
ex possessore Multipla NP 2005
Offline Profilo Invia email
MarcoP
Metanista evoluto


Registrato: 10 Feb 2012
Messaggi: 232
Località: Como
MessaggioInviato: Gio 26 Apr 2018, 16:13 Rispondi citandoTorna in cima

Molto simpatica la Sion! Mi sembra un progetto con idee molto concrete, speriamo prenda piede.

_________________
In uso: Octavia G-Tec; Zafira ECOM; C3 1.1 aftermarket
Dismessa: Passat Ecofuel 2012-2017 177000 km
Offline Profilo Invia email
metanifero
Ambasciatore del metano


Registrato: 8 Jan 2014
Messaggi: 949
Località: BOLOGNA
MessaggioInviato: Ven 27 Apr 2018, 20:37 Rispondi citandoTorna in cima

Non si parla di telaio o cellula di sicurezza. Sembra sia tutta di policarbonato. Airbag solo due. Una bara ambulante. In tutta la presentazione si dice che avrà, mai cose concrete. Chiedono solo soldi per prenotare una ipotetica vettura. Fate pure.
Offline Profilo Invia email
mascalzone67
Ambasciatore del metano


Registrato: 12 Jul 2007
Messaggi: 804
Località: Novara
MessaggioInviato: Mar 19 Giu 2018, 13:29 Rispondi citandoTorna in cima

Importante direttiva europea che modifica un'altra direttiva europea (te pareva..)
DIRETTIVA (UE) 2018/844 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 30 maggio 2018 che modifica la direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia e la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32018L0844&from=IT

All'articolo 8, paragrafo 2 si parla dell'obbligo di inserire i cavidotti nei nuovi edifici o nelle ristrutturazioni importanti:

Per quanto riguarda gli edifici residenziali di nuova costruzione e gli edifici residenziali sottoposti a ristruttu­razioni importanti con più di dieci posti auto, gli Stati membri assicurano nei seguenti casi l’installazione, in ogni posto auto, di infrastrutture di canalizzazione, segnatamente condotti per cavi elettrici, per consentire l’installazione in una fase successiva di punti di ricarica per i veicoli elettrici:
a) il parcheggio è situato all’interno dell’edificio e, nel caso di ristrutturazioni importanti, le misure di ristrutturazione comprendono il parcheggio o le infrastrutture elettriche dell’edificio; o
b) il parcheggio è adiacente all’edificio e, nel caso di ristrutturazioni importanti, le misure di ristrutturazione comprendono il parcheggio o le infrastrutture elettriche del parcheggio.

_________________
Hic manebimus optime
Offline Profilo Invia email
mito1960
Ambasciatore del metano


Registrato: 6 Mar 2007
Messaggi: 1324
Località: Susegana
MessaggioInviato: Mar 19 Giu 2018, 16:44 Rispondi citandoTorna in cima

grazie mascalzone, sei sempre un vero "NON mascalzone" - il problema dell'elettrico è la carenza delle infrastrutture, più aumentano meno saranno i disagi, comunque ancora molto superiori a quelli del metano: le autonomie pian piano stanno migliorando, anche se il metano pure fa qualche passo.
....... piccolo sfogo elettrico......
Tempi di carica sono in alcune auto (Come la mia Ampera) ancora alti.

Poi c'è il problema delle colonnine di carica scarse, mal distribuite e gestite peggio.
Spesso occupate da incivili che parcheggiano abusivamente: pensa te se arrivi dal metanaro e ti trovi lì parcheggiati il gruppo vacanze Tesla ad occupare il metanaro.... (il parcheggio con colonnina carica è spesso gratuito in città o ZTL dove si paga....) - multe OBBLIGATORIE e RIMOZIONE: capita che trovo occupato e chiamo i vigili, e sono cavoli per l'abusivo, ma intanto l'elettrico deve andar pian piano verso il prossimo e sperare... oppure ci arrivi, è libero e non funzionano.

Devi usare APPlicazioni o numeri verdi (gentilissimi e spesso disponibili H24) - ma non sai mai se riuscirai sempre....
A volte devi avere tessere varie non in roaming.

Dove si paga fuori casa è caro e non conviene, e dov'è gratuito spesso i problemini sopra detti sono amplificati, al punto che mia moglie l'ultimo viaggio mi fa: "Va bene, ma anche l'altra auto è comoda, e la prossima volta ci torniamo ma a METANO!!!!"

per chi vuole: https://www.forumelettrico.it/forum/topic2953.html

_________________
Honda Civic Hybrid im.2006 e metanizzata.
2017 fatti 250mila km.
http://www.metanoauto.com/modules.php?name=Installatori&op=vettura&vid=118
Circa 330-350 Km con 9-10 € - secondo la fretta.
PS: Da un anno Amperizzato! Benzina "quasi" a zero
Offline Profilo Invia email
Skype
Skype
mascalzone67
Ambasciatore del metano


Registrato: 12 Jul 2007
Messaggi: 804
Località: Novara
MessaggioInviato: Mer 20 Giu 2018, 18:56 Rispondi citandoTorna in cima

Altra vagonata di norme Ghigno (appena pubblicate sulla G.U., leggere gli allegati)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 febbraio 2018 Approvazione dell'accordo di programma per la realizzazione della rete infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica. (18A04300) (GU Serie Generale n.141 del 20-06-2018)

_________________
Hic manebimus optime
Offline Profilo Invia email
mdlbz
Amministratore del sito


Registrato: 2 Dec 2005
Messaggi: 12001
Località: Bolzano-Bozen (Italia... forse...)
MessaggioInviato: Lun 22 Ott 2018, 22:25 Rispondi citandoTorna in cima

Image

Citazione:
Milano, 22 ottobre 2018: presso la suggestiva location W37 è stato presentato in anteprima nazionale il Nuovo e-Crafter, primo van a trazione esclusivamente elettrica ed emissioni zero. Questo modello andrà ad ampliare e completare la gamma Crafter, segnando l’ingresso ufficiale del Brand nell’era della mobilità elettrica.
Il Nuovo e-Crafter è sinonimo di avanguardia e tecnologia: il mezzo è stato infatti concepito per offrire fino a 1,72 tonnellate di portata utile, una potenza di 136 CV (100 kW) e 290 Nm di coppia massima.


Nessuna indicazione del prezzo, in Germania 69.500 € netti (+ Iva 22% italiana arriva a 84.790 €... Sbalordito) con un'autonomia patacca NEDC da 173 km, testata di 120 km/h e v/max di 90 km/h.

La versione a puzzolio inizia da 32mila €, iva compresa... ulteriori commenti sono davvero superflui. "Naturalmente" Pollice verso di una versione a metano neanche a parlarne... sarebbe infatti troppo interessante e concorrenziale. Basito

_________________
Kia Opirus - impianto e-G@S
Image - www.michelebolzano.wordpress.com
Nascosto Profilo Invia email HomePage
Skype
Skype
mito1960
Ambasciatore del metano


Registrato: 6 Mar 2007
Messaggi: 1324
Località: Susegana
MessaggioInviato: Gio 1 Nov 2018, 16:34 Rispondi citandoTorna in cima

QUESTO mi sembra INTERESSANTE: ve lo giro: "Periodicamente rifanno il giro del web articoli "fotocopia" che sostengono un'ipotesi completamente sbagliata: che l'impatto ambientale delle auto elettriche sarebbe equivalente a quello delle auto a gasolio! Questa falsa informazione è probabilmente promossa dà chi ha interesse a a difendere i propri affari a discapito della salute e del futuro dell'umanità. Come ci ha spiegato MOLTO BENE oggi Luigi Argese (ingegnere e graditissimo membro di un "gruppo possessori EV") l'errore alla base di questa "bufala certificata" è considerare l'intero ciclo di vita delle auto elettriche e non - fraudolentemente - anche l'intero ciclo di vita di quelle endotermiche. Si dimentica cioè di mettere sul piatto della bilancia:

1) il danno irreversibile al pianeta Terra provocato dalle trivellazioni per la ricerca di giacimenti di petrolio;

2) che il petrolio non è una fonte rinnovabile, quindi comunque si esaurirà;

3) l'energia necessaria per estrarre, trasportare, trasformare e distribuire il petrolio;

4) i disastri ecologici derivanti dagli sversamenti di petrolio che spesso siamo costretti a subire (vedasi quanto successo di recente nel mare della Sardegna);

5) che per avere automobili con motori a combustione interna è necessario avere distributori di carburante sparsi in ogni dove, con accumuli di sostanze infiammabili ed esplosive e tutti i rischi che ciò comporta;

6) l'inquinamento derivante dai lubrificanti che vengono sostituiti nei tagliandi di manutenzione delle auto a carburante, che sono a tutti gli effetti rifiuti speciali ed altamente inquinanti (tra l'altro, molto spesso non vengono smaltiti secondo legge creando un inquinamento incontrollabile);

7) che nonostante si parli di ciclo di vita, si sorvola sull'inquinamento derivante dalla produzione stessa dei lubrificanti necessari al funzionamento di un'auto tradizionale (principalmente olio motore e olio cambio), che su un'auto elettrica vengono impiegati in minor misura o addirittura sono assenti (le auto elettriche non hanno né coppa dell'olio né cambio);

8) che genera meno rifiuti inquinanti anche il minor consumo dell'impianto frenante (dipende dallo stile di guida, ma c'è già chi ha percorso con auto elettrica 250.000 km senza cambiare mai le pastiglie), infatti grazie al "freno motore elettromagnetico" le auto elettriche - oltre a recuperare energia in frenata e aumentare così la loro efficienza - usano/usurano molto meno i freni e rilasciano in atmosfera molto meno ferodo (il materiale di cui sono costituite le pastiglie freno) di quanto facciano le endotermiche (soprattutto se hanno pastiglie alle ruote anteriori e freni a tamburo alle posteriori, tutti possiamo osservare come i cerchi anteriori si anneriscano di polvere di ferodo);

9) che ormai ci sono milioni di impianti fotovoltaici distribuiti in modo più o meno uniforme sul territorio, con maggiore intensità al Sud d'Italia. In questo caso, si alimenta l'automobile senza prelevare energia dalla rete elettrica, anzi si immette energia pulita nella rete a favore degli altri possessori di auto elettriche (altro che centrali elettriche... in realtà chi acquista per primo un'auto elettrica è chi possiede un impianto fotovoltaico!);

10) che GIA' OGGI CIRCA IL 40% DELL'ENERGIA DISTRIBUITA IN ITALIA PROVIENE DA FONTI RINNOVABILI e solo in parte viene generata da centrali elettriche a carbone o gas (lo possiamo vedere tutti dalle nostre bollette della fornitura di energia elettrica, in quanto indicano il mix energetico nazionale);

11) che le batterie non finiscono in discarica quando l'auto elettrica viene rottamata, ma possono essere riutilizzate per altri scopi dopo la vita dell'automobile, ad esempio per accumulare energia prodotta dagli impianti fotovoltaici nelle abitazioni, al fine di renderla disponibile anche di notte, quando il sole non c'è;

12) che infine i motori elettrici hanno una vita molto superiore rispetto ai motori a combustione interna (meno manutenzione, meno materiali inquinanti da smaltire ecc.).

Valutando in modo più analitico il processo di produzione delle automobili, vengono fuori numeri incredibili: un'automobile elettrica, in tutto il suo ciclo di vita, inquina fino a due ordini di grandezza meno di un'automobile con motore a combustione interna e al riguardo c'è già ampia documentazione e ci sono divulgatori, come il fisico Valerio Rossi Albertini del CNR, che da anni si battono per diffondere questa verità. (ndr: e dei dati estrapolati e manipolati per disinformare!)

Ribadiamo che:
1) l'auto elettrica è molto più semplice da produrre di una endotermica e utilizza materiali meno inquinanti;
2) la più semplice manutenzione di un'auto elettrica sviluppa una quantità irrisoria di rifiuti speciali rispetto alle auto tradizionali;
3) le auto elettriche sono mosse da energia ricavata dal 40 al 100% da fonti rinnovabili (100% con utilizzo esclusivo di solare fotovoltaico domestico), mentre nel caso delle auto endotermiche l'energia è ricavata esclusivamente da combustibili fossili;
4) la filiera del petrolio - dalla sua estrazione, al suo trasporto, stoccaggio, raffinazione, distribuzione - si è ampiamente dimostrata foriera di disastri ambientali.

Ho condensato in queste righe i commenti di Luigi, che da circa 10 anni fa raccoglie dati sui processi di produzione dei combustibili destinati alla mobilità su gomma, studiando allo stesso tempo i processi di produzione delle automobili, sia tradizionali che elettriche, e la loro efficienza energetica durante l'utilizzo. Tra l'altro mentre il miglioramento delle automobili elettriche procede in modo esplosivo, le automobili a combustione interna sono ormai tecnologicamente ferme. Le Normative Euro 6d non sono ancora in vigore, né per le auto di prima omologazione né per quelle di prima immatricolazione, ma quando succederà (tra 2-3 anni) sarà sotto gli occhi di tutti quanto inquinano le auto endotermiche, diventerà infatti difficilissimo per i costruttori soddisfare la norma Euro 6d, salvo inventarsi altre "furbate" tipo il software VW che aggirava la legge (il noto scandalo "dieselgate").

Giustamente Luigi Argese quando valuta l'impatto ambientale dell'auto a combustione interna, considera, oltre all'inquinamento derivante dalla combustione del carburante, anche l'inquinamento derivante:
a) dall'estrazione del greggio (andando a dividere l'inquinamento generato in un periodo di riferimento per i litri di greggio estratto);
b) dal trasporto del greggio con inquinanti petroliere (dividendo l'inquinamento generato per un trasporto per il numero di litri che la petroliera può trasportare);
c) la trasformazione del greggio nelle raffinerie con il relativo inquinamento che ne consegue (dividendo l'inquinamento generato in un periodo di tempo di riferimento per il numero dei litri prodotti in quel periodo di tempo);
d) la distribuzione del carburante con inquinantissimi tir (dividendo l'inquinamento generato dai tir, nonché l'inquinamento di cui ai punti precedenti per ottenere il carburante che il tir brucia per funzionare, per il numero di litri di carburante che il tir riesce a trasportare);
e) la distribuzione del carburante con pompe che per funzionare hanno bisogno di ulteriore energia.
Mettendo insieme tutto questo, e il ciclo di produzione, manutenzione ecc. non c'è davvero paragone... le auto elettriche stravincono sulle auto endotermiche. (2 a 1 nel rapporto più sfavorevole, 4 a 1 in media)

Mi è parso doveroso dare tutta la visibilità possibile ai commenti scritti da Luigi Argese che ho letto stamattina.
Lo ringrazio ancora sia per la pazienza di riassumere per tutti noi in poche righe un'ottantina di pagine di studi messi insieme in 10 anni, NB il merito dei contenuti è tutto suo, la colpa degli eventuali refusi e imprecisioni (in fase di riediting) solo mia!" PSA ciao

_________________
Honda Civic Hybrid im.2006 e metanizzata.
2017 fatti 250mila km.
http://www.metanoauto.com/modules.php?name=Installatori&op=vettura&vid=118
Circa 330-350 Km con 9-10 € - secondo la fretta.
PS: Da un anno Amperizzato! Benzina "quasi" a zero
Offline Profilo Invia email
Skype
Skype
Nobel
Metanista di lungo corso


Registrato: 23 Jan 2006
Messaggi: 548
Località: Vicenza
MessaggioInviato: Gio 1 Nov 2018, 18:21 Rispondi citandoTorna in cima

E vabè, fin qui ci siamo, e nessuno penso affermerebbe il contrario, ma... le auto a metano?

Un bel confronto con quelle sarebbe il top, qui dentro.

_________________
Opel Astra G 1.4 SW, Landi aspirato con variatore d´anticipo e centralina OBD, bombolone da 95 litri
Offline Profilo Invia email HomePage
mito1960
Ambasciatore del metano


Registrato: 6 Mar 2007
Messaggi: 1324
Località: Susegana
MessaggioInviato: Gio 1 Nov 2018, 19:05 Rispondi citandoTorna in cima

Nobel ha scritto:
ma... le auto a metano?
Un bel confronto con quelle sarebbe il top, qui dentro.


Le auto a metano se la giocano bene, soprattutto se è rinnovabile (il Biometano) o molto puro.

Ha dei difetti legati alla dispersione nell'ambiente per perdite nell'estrazione, o per il "fraking" - le tecniche di iniettare nelle rocce di stoccaggio gas.

qui ci hanno litigato a lungo, è divertente vedere quante idee più o meno sbagliate circolano

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/24/auto-a-metano-no-grazie-molto-meglio-le-auto-elettriche

_________________
Honda Civic Hybrid im.2006 e metanizzata.
2017 fatti 250mila km.
http://www.metanoauto.com/modules.php?name=Installatori&op=vettura&vid=118
Circa 330-350 Km con 9-10 € - secondo la fretta.
PS: Da un anno Amperizzato! Benzina "quasi" a zero
Offline Profilo Invia email
Skype
Skype
Mostra prima i messaggi di:      
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum



Powered by phpBB © 2001 phpBB Group

Version 2.0.6 of PHP-Nuke Port by Tom Nitzschner © 2002 www.toms-home.com
:: fisubsilver shadow phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by coldblooded (www.nukemods.com) ::