Clicca qui per contattarci! 
Sostieni il sito, dona con PayPal

15 Dicembre 2017 FAQ  ::  Elenco/PDI Distributori  ::  Mappa Distributori  ::  Prove  ::  Installatori  ::  Galleria  ::  Forum  ::  MetAnnunci  ::  Contatti   Entra o Registrati
https://www.AUTOparti.IT
X3Energy SpA 
Dinamica Ecoservizi 
www.TuttoAutoRicambi.it
Menu di navigazione
Sostieni il sito
I nostri gadgets
Fai una donazione e ordina i nostri gadgets!


I nostri volantini
Scarica, stampa e diffondi i nostri volantini!



Metti il nostro banner sul tuo sito! Copia e incolla il codice e poi...faccelo sapere.
Links e Downloads
  Links totali:415
  Categorie: 19
  Click: 273276

  File totali: 335
  Categorie: 15
  Downloads: 500325
  Traffico:  887.54 Gb

Ultimi Links
 1: Video - Presentazione impianto L-CNG di Casatenovo-LC
 [ Click: 26 ]
 2: Video - Opel Astra K Sports Tourer 1,4 EcoM Turbo
 [ Click: 71 ]
 3: Video - Presentazione con drone impianto di Rimini RN SS72 Consolare per San Marino
 [ Click: 25 ]

Links più cliccati
 1: Mappa aggiornata di incentivi ed agevolazioni, statali e locali
 [ Click: 33987 ]
 2: Dossier metano di Automobilismo - II parte
 [ Click: 9433 ]
 3: Metauto Magazine: Doblò NP 1.4 T-jet
 [ Click: 5819 ]

Ultimi Downloads
 1: Manuale d'uso e manutenzione Opel Astra K, incluse versioni a metano
 [ Prelevamenti: 205 ]
 2: D.Lgs. 16.12.2016, n. 257 - Recepimento direttiva Dafi - Allegato III - Quadro strategico nazionale
 [ Prelevamenti: 369 ]
 3: Circ. Min. 30.11.2016, prot. 26752-Div3/H: Bombole CNG4 - Revisione presso le officine private
 [ Prelevamenti: 401 ]

File più scaricati
 1: Confronto costi gestione auto a metano, gpl, benzina e gasolio
 [ Prelevamenti: 69018 ]
 2: Calcolo autonomia in base alla capacità installata
 [ Prelevamenti: 60302 ]
 3: Listino prezzi impianti 2006
 [ Prelevamenti: 19130 ]
Flussi RSS
rss Notizie
rss Forum
rss Downloads
rss Links
rss Annunci

 FAQ del forum  ::  Cerca nel forum  ::  Lista iscritti  ::  Gruppi utenti  ::  Regolamento  ::  Modifica il tuo profilo

 
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Autore Messaggio
celeron
Ambasciatore del metano


Registrato: 7 Feb 2013
Messaggi: 1499
Località: Castelleone di Suasa (an)
MessaggioInviato: Ven 22 Mag 2015, 17:38 Rispondi citandoTorna in cima

Io per curiosità una l'avevo aperta dopo averla usata, e dentro rimane nello stesso identico modo del caffè delle classiche macchine con gruppo, semplice polvere di caffè compatta. Il caffè in se è migliore di quello di molti bar che a volte è veramente imbevibile, essendo non soggetto ai cambiamenti climatici come umidità e temperatura, essendo sottovuoto. L'unico problema, oltre il costo eccessivo per singolo caffè, è lo smaltimento dell'involucro in modo semplice, non sarebbe fattibile aprire, svuotare il caffè, pulire l'involucro, buttarlo nella plastica e il caffè nell'umido. O fanno in modo che le macchine separino caffè e involucro, producendo 2 rifiuti riciclabili, o fanno involucri biodegradabili, magari a medio termine che abbia enzimi che si attivino dopo l'uso o dopo tot tempo (tipo dopo la scadenza del caffè). Nei sacchetti biodegradabili la decomposizione comincia dopo 12-18 mesi dalla produzione, non credo che non sia impossibile da replicare sotto forma di involucro semi-rigido. Basterebbe poco impegno per ridurre parecchio l'inquinamento generato, perché come prodotto è molto comodo e ideale per gli uffici o piccole attività con pochi numeri (tipo la mia).

_________________
2017- Fiat Punto np '09
2016- Fiat multipla np '06
https://www.spritmonitor.de/en/user/celeron.html
2009-2016 Fiat uno 1.0 ie 94' 219000km 28km/kg
2009-2017 Fiat punto 75 94' 120000km 25km/kg
Offline Profilo Invia email
ariosto
Amministratore del sito


Registrato: 18 Apr 2005
Messaggi: 10655
Località: Brescia, Italia
MessaggioInviato: Ven 22 Mag 2015, 18:41 Rispondi citandoTorna in cima

palerider ha scritto:
Non lo saprai mai finchè la Gabanelli ...

Già fatto! Ghigno

_________________
Opel Astra ST Turbo 103 kW, oltre 120.000 km. ovviamente a metano (4,246 cent/km)
Nascosto Profilo Invia email HomePage
pepo154
Amministratore forum


Registrato: 4 Mar 2009
Messaggi: 2538
Località: Prov di Milano
MessaggioInviato: Ven 22 Mag 2015, 23:36 Rispondi citandoTorna in cima

celeron ha scritto:
Io per curiosità una l'avevo aperta dopo averla usata, e dentro rimane nello stesso identico modo del caffè delle classiche macchine con gruppo, semplice polvere di caffè compatta. Il caffè in se è migliore di quello di molti bar che a volte è veramente imbevibile, essendo non soggetto ai cambiamenti climatici come umidità e temperatura, essendo sottovuoto. L'unico problema, oltre il costo eccessivo per singolo caffè, è lo smaltimento dell'involucro in modo semplice, non sarebbe fattibile aprire, svuotare il caffè, pulire l'involucro, buttarlo nella plastica e il caffè nell'umido. O fanno in modo che le macchine separino caffè e involucro, producendo 2 rifiuti riciclabili, o fanno involucri biodegradabili, magari a medio termine che abbia enzimi che si attivino dopo l'uso o dopo tot tempo (tipo dopo la scadenza del caffè). Nei sacchetti biodegradabili la decomposizione comincia dopo 12-18 mesi dalla produzione, non credo che non sia impossibile da replicare sotto forma di involucro semi-rigido. Basterebbe poco impegno per ridurre parecchio l'inquinamento generato, perché come prodotto è molto comodo e ideale per gli uffici o piccole attività con pochi numeri (tipo la mia).

Beh ti quoto in toto, da incorniciare.
O macchinette che separano, buona idea, oppure biodegradabili, altra buona idea.
Sono restio a queste macchinette proprio per questo motivo, fossero biodegradabili allora non mi farei troppi problemi.
Tuttavia le cialde ese già lo sono, ma stanno spingendo tantissimo quelle capsule di plastica!

_________________
Toyota Auris HSD 2015 impianto Bigas
Image
Golf TGI HL DSG
25,8 Km/kg
Punto 2012 NP
24.3 Km/Kg
Grande Punto 2009 NP
22.4 Km/Kg
http://www.spritmonitor.de/en/user/pepo154.html
Offline Profilo Invia email
Skype
Skype
LucaP
Ospite





MessaggioInviato: Sab 23 Mag 2015, 08:29 Rispondi citandoTorna in cima

@Celeron
Ti butto li un idea poi valuta tu:
Anni fa in un piccolo ristorante/trattoria molto rustico nell'entroterra di Genova avevano alcune caffettiere napoletane e dell'acqua a bollire.
Ti portavano caffettiera, tazze e zuccheriera.
Un test tutto sommato lo potresti fare con poca spesa.
t1m1d0
Metanista aspirato


Registrato: 28 Mar 2014
Messaggi: 28
Località: Prov. di AN
MessaggioInviato: Sab 23 Mag 2015, 10:22 Rispondi citandoTorna in cima

pepo154 ha scritto:

O macchinette che separano, buona idea, oppure biodegradabili, altra buona idea.
Sono restio a queste macchinette proprio per questo motivo, fossero biodegradabili allora non mi farei troppi problemi.



Qualcosa si sta muovendo in questo settore: la Novamont sta producendo cialde per caffè in Mater-Bi, plastica biodegradabile. Saranno in vendita dal 2016.
Fonti: http://www.novamont.com/press/default.asp?id=732&id_n=28868
http://www.lastampa.it/2015/03/04/economia/caff-lavazza-si-allea-con-novamont-al-via-le-cialde-ecologiche-WIXqa5su3ZgePfMDCWSOJP/pagina.html
Nascosto Profilo Invia email
Agir93
Ospite





MessaggioInviato: Sab 23 Mag 2015, 13:55 Rispondi citandoTorna in cima

Premetto che ritengo questa moda del caffè in cialde un'indecenza, visto che si parla sempre di più di riduzione dei rifiuti, poi arrivano le solite due grandi aziende o multinazionali di turno, che invadono prima le televisioni di pubblicità con l'ennesimo prodotto figlio del consumismo sfrenato del XXI secolo (forti del potere che le televisioni hanno ancora del nostro paese) e poi invadono col prodotto pubblicizzato gli scaffali delle nostre GDO, creandosi di fatto un mercato tutto loro, visto che comprando la macchinetta marca X, poi dopo ti devi rifornire di ricariche (cialde) di marca X.
Comunque ho potuto notare che in alcune piattaforme/isole ecologiche gestite dai comuni, è presente il contenitore per la raccolta delle cialde usate (almeno quello metalliche, non so se anche quelle di plastica), infatti le cialde rientrano nella categoria (non ricordo il codice CER) di quei rifiuti provenienti dalle lavorazioni alimentari; il processo di riciclaggio consiste nel lavaggio per la separazione dal caffè residuo che viene recuperato e riciclato come rifiuto umido e nel recupero della sola cialda che finisce nel processo di riciclaggio dei metalli (alluminio).
Temo però che non siano molte le isole ecologiche dotate di tale contenitore, visto che solitamente sono i singoli comuni (o consorzi di comuni) a decidere le tipologie di rifiuti da raccogliere in modo differenziato presso le isole.
celeron
Ambasciatore del metano


Registrato: 7 Feb 2013
Messaggi: 1499
Località: Castelleone di Suasa (an)
MessaggioInviato: Sab 23 Mag 2015, 14:26 Rispondi citandoTorna in cima

LucaP ha scritto:
@Celeron
Ti butto li un idea poi valuta tu:
Anni fa in un piccolo ristorante/trattoria molto rustico nell'entroterra di Genova avevano alcune caffettiere napoletane e dell'acqua a bollire.
Ti portavano caffettiera, tazze e zuccheriera.
Un test tutto sommato lo potresti fare con poca spesa.


L'idea non sarebbe neanche malvagia ma sarebbe per me impossibile e improponibile: prima di tutto siamo solo in 2 e nei fine settimana abbiamo le nostre mamme (mie e della mia ragazza) che ci danno una mano con i tavoli, poi il mio locale misura circa 70mq, divisi tra cucina e sala in cui c'è anche un forno a legna con 16 posti interni ed ho circa 50 posti esterni, in cucina ho solo 4 fuochi decisamente grandi che utilizzo di giorno per i primi piatti mentre il piatto principale rimane la pizza (al piatto soprattutto e poco al taglio) e soprattutto i clienti a Senigallia e dintorni che frequentano la mia pizzeria storcerebbero il naso per il caffè da moka o caffettiera napoletana, sono particolarmente "schizzinosi". Poi neanche io non amo molto il caffè da moka o da caffettiera napoletana, preferisco un buon espresso.
Resterò con la speranza dell'arrivo delle biodegradabile, o che il comune di Senigallia allestisca una raccolta per le cialde usate (anche se di questi giorni con tutta l'acqua che ha fatto credo che sia l'ultimo dei loro pensieri....)

_________________
2017- Fiat Punto np '09
2016- Fiat multipla np '06
https://www.spritmonitor.de/en/user/celeron.html
2009-2016 Fiat uno 1.0 ie 94' 219000km 28km/kg
2009-2017 Fiat punto 75 94' 120000km 25km/kg
Offline Profilo Invia email
Metanosport
Metanista aspirato


Registrato: 22 Jul 2017
Messaggi: 34
Località: Reggio emilia
MessaggioInviato: Mar 8 Ago 2017, 13:27 Rispondi citandoTorna in cima

Carina questa discussione..la mia esperienza (e della mia famiglia) è passata da un paio di macchinette a cialde (in tot anni) i cui vantaggi principali erano la vasta gamma di gusti disponibili (forte, delicato, aromatizzato alla nocciola ecc..) e alla rapidità e semplicità nel farsi un buon espresso, i contro erano il costo, i rifiuti prodotti e la dipendenza obbligata a quel tipo di cialde perchè sennò le altre non entravano fisicamente nella macchinetta.

Dunque per ovviare un pò ai costi e alla difficile talvolta reperibilità delle cialde adatte, mi ero inventato di riciclare le cialde usate riempendole con caffè macinato normale e per un 2 3 volte la cialda teneva poi la si doveva buttare e cosi si risolveva il problema di quando in negozio non avevano le cialde giuste e contemporaneamente si dimezzavano i costi e i caffè erano abbastanza buoni lo stesso.
Poi ho deciso di passare ad una macchina automatica e adesso non torneremmo piu' alle cialde (decisione presa all'unanimita visto la spesa) nonostante il costo iniziale dell'acquisto della macchina (360€ nel 2013).

Fermo restando che volendo nella macchina c'è la possibilità di inserire le cialde (mai fatto però) il caffè acquistato in grani e macinato subito prima di ogni tazza secondo me rimane il migliore, l'unica mancanza se cosi si può chiamare è che non si possono scegliere miscele aromatizzate diverse.

A noi che non ci consideriamo assolutamente intenditori di caffè espresso piace tantissimo questo caffè, anzi addirittura ho provato alcune miscele di costo importante riferito ai caffè in grani reperibili nei ipermercati (da noi leggi ipercoop) non a negozi di torrefazione specializzate, peraltro presenti nella nostra città, e stranamente le miscele piu' economiche ci piacciono di piu'.

Cosi facendo abbiamo trovato un gusto del caffè gradito a tutta la famiglia (e anche gli amici/ospiti hanno apprezzato il cambio) velocizzato i tempi di preparazione specie la mattina se si ha fretta, schiacciando un pulsante in 30 secondi fai una tazzina o due a scelta, dimezzato e oltre i costi e se si considerano 4 caffè per almeno 3 volte al giorno...ridotto drasticamente il volume del rifiuto composto dalle cialde, insomma le cialde se non pensiamo alla scelta di gusti aromatizzati che con il caffè c'entrano poco, non le rimpiangiamo proprio.
Nascosto Profilo Invia email
Mostra prima i messaggi di:      
Rispondi nella discussione
Precedente Versione per la stampa Successivo
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum



Powered by phpBB © 2001 phpBB Group

Version 2.0.6 of PHP-Nuke Port by Tom Nitzschner © 2002 www.toms-home.com
:: fisubsilver shadow phpbb2 style by Daz :: PHP-Nuke theme by coldblooded (www.nukemods.com) ::