metanoauto.com

Metano e mezzi di comunicazione » Disinformazione sul metano


ak - Mer 21 Set 2005, 19:11
Oggetto: Disinformazione sul metano

Sul sito 4R è stata aperta una sezione "domande e risposte" (una FAQ), riporto qualche botta-risposta tanto per dare l'idea di quale sia la competenza sull'argomento e la disponibilità a trattarlo:

=====
Si parla di: Fiat "Stilo Multi Wagon 1.8" ---> Gpl/Metano

D: Ho letto che non sono previste versioni di serie alimentate a gas e volevo chiedere se era possibile trsformare l'auto dopo averla acquistata. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del metano? Quali del Gpl? E' vero che il gas rovina l'interno dei cilindri? Infine, i veicoli a gas possono circolare nei giorni di blocco del traffico? Grazie

R: La Stilo MW a benzina è, come tutte le auto, modificabile per funzionare a GPL o a metano. Per conoscere i vantaggi e gli svantaggi del metano è opportuno rifarsi ai nostri numerosi articoli in proposito, qui lo spazio non è sufficiente. Non mi risulta che i gas (GPL o metano) danneggino significativamente il motore. A Milano le auto a gas sono considerate ecologiche e possono circolare.

=====
Si parla di Fiat "Stilo 1.6, 1.8, Abarth e 1.9 JTD" ---> Metano?

D: Alla Fiat hanno pensato anche a una Stilo bipower/blupower, visto che la Multipla ha ottenuto un buon successo?

R: Mah, bisognerebbe chiederlo a loro. Tuttavia, credo che il prezzo conveniente della "Stilo JTD" renda superflua una versione a metano. Oltretutto, a differenza della Multipla, la sistemazione delle bombole sulla Stilo probabilmente ruberebbe spazio ai bagagli.

======
Si parla di "Punto", "Corsa", "206", "Yaris" e "Polo" turbodiesel ---> Diesel vs Gas (GPL o Metano)

D: L’inverno passato il PM10, proveniente anche dai diesel, è salito agli onori delle cronache. I nuovi tdi euro 4 per ovviare a questo problema dovranno adottare un filtro antiparticolato, aumentando così i costi della vettura e di manutenzione. Non sarebbe stato “ecologicamente corretto” puntare di più su GPL/Metano utilizzando dei motori 1.2/1.4 magari con cambio automatico?

R: No, perché l'alimentazione a metano o a gpl obbliga ad affrontare problematiche più complesse, quali la rete di distribuzione e l'alloggiamento delle bombole. I futuri diesel con il filtro antiparticolato (che già ora ha bisogno di ridottissima manutenzione) garantirà emissioni inquinanti ancora minori.

=====
Ospite - Mer 21 Set 2005, 22:00
Oggetto:

Come dire, con amici così, uno non ha bisogno di nemici!
gioyann - Mer 21 Set 2005, 23:19
Oggetto:

ak ha scritto:
Per conoscere i vantaggi e gli svantaggi del metano è opportuno rifarsi ai nostri numerosi articoli in proposito, qui lo spazio non è sufficiente. Non mi risulta che i gas (GPL o metano) danneggino significativamente il motore.




Hahahhahahaa !! Bella questa, la loro sezione apposita !! Si, dove si dice che il gas rovina le valvole !!


Citazione:


R: Mah, bisognerebbe chiederlo a loro. Tuttavia, credo che il prezzo conveniente della "Stilo JTD" renda superflua una versione a metano.



ri-HAHAHAHAHAHAA !!!
non ho parole, certo che hanno proprio un gran senso dello humor !!
Ospite - Gio 22 Set 2005, 08:42
Oggetto:

Citazione:
R. Mah, bisognerebbe chiederlo a loro. Tuttavia, credo che il prezzo conveniente della "Stilo JTD" renda superflua una versione a metano.


SI' buona questa, proviamo a fare un gioco, fate il conto di cosa costa la Natural Power DI PIU' rispetto alla 1.6 Benzina (a parità di allestimento), e fate lo stesso con la Volvo S60, Benzina e Bipower a Metano........ Arrabbiato Ghigno diabolico Arrabbiato Sbalordito

AVERETE GROSSE SORPRESE....... Arrabbiato Sbalordito Occhiolino

MA va la'....... Arrabbiato Molto triste

Incavolescion Occhiolino
Ospite - Gio 22 Set 2005, 09:03
Oggetto:

In compenso il forum di 4R è tornato agli "splendori" del passato, limitato a paranoiche liti tra Ultras del gruppo Fiat, Ultras del gruppo VW ed ultras della Toyota
gioyann - Mar 4 Ott 2005, 23:31
Oggetto:

anche 4ruote si è dedicata al fenomeno, con un articolo, non so se è on-line o se sulla rivista, dove evidenzia il boom delle vendite nel 2005 !!
ak - Mer 5 Ott 2005, 18:26
Oggetto:

gioyann ha scritto:
anche 4ruote si è dedicata al fenomeno, con un articolo, non so se è on-line o se sulla rivista, dove evidenzia il boom delle vendite nel 2005 !!


E' sul numero di settembre, ma non ho avuto occasione di leggerlo ancora.
Ludo - Sab 8 Ott 2005, 13:16
Oggetto:

ak ha scritto:
E' sul numero di settembre, ma non ho avuto occasione di leggerlo ancora.

E' su quello di ottobre, e mi appresto a smontarla parola per parola 8)
Costretti a rendere pubblico il boom di immatricolazioni di auto a gas, per il resto del servizio si guardano bene dall'evidenziare la convenienza del metano, sottolineando invece che dal '98 è aumentato più della benzina (chissà perchè, oggi, prendere proprio a riferimento il '98 quando l'impennata dei prezzi di benzina e gasolio, ben superiore a quella di metano e GPL, è degli ultimi 2 anni max...) e riproponendo le squinternatissime tabelle sui costi chilometrici e il risparmio già viste e criticate l'anno passato (non tengono conto: degli incentivi, pure presenti quasi ininterrottamente dal '98 ad oggi; dello sconto sul bollo per le monovalenti; dei costi dei blocchi del traffico; considerano invece un presunto valore residuo alla rivendita totalmente incoerente con il mercato reale dell'usato a metano, i cui canali sono ben diversi dalla permuta dal concessionario; anche i consumi sono IMHO valutati al rialzo), da cui, per esempio, risulterebbe che una Punto NP converrebbe rispetto al benzina solo tenendo l'auto per almeno 4 anni facendo 30.000 km/anno...rob da matt...
Ospite - Lun 10 Ott 2005, 07:31
Oggetto:

Ho letto di sfuggita l'articolo di Quattroruote (al bar) e devo dire che, pur considerandomi di intelligenza "normale" non sono riuscito a capire da dove uscissero i dati della tabella "convenienza".

Sarà la visione frettolosa tra il cornetto e il cappuccino, sarà forse che non sono di intelligenza "normale", ma tirando le somme sembra proprio che un diesel convenga sempre, e di molto.

Secondo loro con un picasso, 5 anni x 50.000 km. si risparmia un bel po' (non ricordo la cifra, se qualcuno ha la rivista può inserirla).

Non so dove stia il trucco, forse giustamente sul valore residuo, ma secondo voi un'auto di 5 anni, modello che sarà superato e con 250.000 km. quanto può valere? Secondo me nulla, magari se a garolio poco più che nulla.

Chiederei a qualcuno di buona volontà e soprattutto esperienza di provare a rifare la tabellina, con dati reali sia di consumi sia di valore residuo (guardando i forum dedicati all'auto per il consumo e i portali di vendita per il valore, ma questo posso anche farlo io) e riproporre una versione "alternativa" dei calcoli.
Ospite - Mar 11 Ott 2005, 08:06
Oggetto:

Ho provato a fare due conticini:

Listino picasso 1.6 Hdi 21.150
Listino picasso 1.8 M 20.650

Tratto dai forum

Consumo medio 1.6 hdi 17 km/l
costo gasolio 1,235 costo al km. 0,072647

Consumo medio 1.8 M 21 km/kg
costo metano 0,700 costo al km. 0,033333

------------------------------------------------------

Su 250.000 km:

diesel: 18.161 euro

Metano: 8333 euro


Senza andare nel dettaglio a me sembra ci siano mal contati 10.000 euro.

Lascierei stare il valore residuo, anche perchè con quei km non vale più niente o almeno benzina-diesel-metano si avvicinano molto
Ospite - Mar 11 Ott 2005, 09:42
Oggetto:

...... comunque la differenza di prezzo tra l'usato a metano e diesel non sara' mai di 10000 euro ....... si sa che quattroruote e' sponsorizzato da qualcuno che guadagna sulle benzine.
Ludo - Mar 11 Ott 2005, 12:27
Oggetto:

max337 ha scritto:
non sono riuscito a capire da dove uscissero i dati della tabella "convenienza".

Pochi messaggi più indietro ho già illustrato il perchè ed il percome la tabella sia totalmente sballata, inutile soffermarvisi.
In particolare, è aberrante includere tra i costi chilometrici il valore residuo (anche a prescindere dall'assoluta inattendibilità delle cifre relative alle auto a metano), parametro che assume rilevanza solo se e quando si decida di vendere l'auto. Se nell'anno tot la mia auto a metano mi costa, di gestione, 2000 € in meno rispetto al diesel corrispondente e non ci penso neanche a venderla, perchè mi deve risultare un costo chilometrico maggiore per il solo fatto che secondo le previsioni di Quattroruote l'usato diesel varrebbe 3000 € in più? Oltretutto, ci si dimentica di sottolineare che il valore residuo superiore del diesel rispetto al benzina deriva anche e soprattutto dall'aver speso diverse migliaia di € in più all'acquisto: e allora perchè non considerare, a vantaggio del benzina, il rendimento dei soldi risparmiati e investiti altrove per il periodo in cui si tiene l'auto?
Senza contare la malafede nel non considerare incentivi e sconto sul bollo...
Ospite - Mar 11 Ott 2005, 12:58
Oggetto:

Bhè visto che la mia picasso è in arrivo posso dirvi che tra i costi di gestione fissi ossia Assicurazione e bollo, non c'è differenza tra la versione HDI e Metano. Anzi...
assicurazione, la versione a metano costa meno Risata tra i 6€ e i 50e+€ a seconda del tipo di assicurazione, ossia se ci mettete solo RCA o aggiungete furto e incendio, kasko etc etc
Bollo costa di + la versione a metano perchè ha qualche Cv in più quando gira a benzina... 12.91€ in più all'anno. Però se si considera il risparmio in assicurazione recuperiamo tranquillamente questa differenza. Sorriso
se poi si abita in quelle regioni dove il bollo non si paga si risparmia in assicurazione e altri 220€ all'anno sul bollo Ghigno Ghigno Ghigno
anche io non considero nullo il valore residuo dell'auto perchè dopo 5anni o 150k km se giri per concessionarie ti danno due dita nei occhi altro che "valore residuo"...
Ora vorrei provare a calcolare i costi di manutenzione dell'auto(olio,filtri,candele etc), qualcuno sà dirmi come fare?
grazie
Blupower - Dom 30 Ott 2005, 08:10
Oggetto:

Resta comunque incredibile il fatto che dal '98 il metano sia aumentato più della benzina.
Io però non credo che le cose stiano in questi termini perché nel 2000 (anno di mia prima metanizzazione) pagavo il metano 1.140 L.it/kg sia a Torino che a Potenza, oggi pago 0,665 € (1.288 L.it) a Torino e 0,72 € (1.394 L.it) a Potenza, con un aumento del 13% nel primo caso e del 22,3 % nel secondo caso.
Trovo improbabile che dal 1998 al 2000 ci sia stato un ulteriore
aumento (per me non verificabile) che nel caso di torino sia dell'ordine del 40%.

Ricordo benissimo però che nel 1998 pagavo la ssp 1.750 L.it/L mentre ieri al mio primo pieno di benza dopo circa 5 anni ho pagato 1,25 €/L (2.420 L.it/L) con un aumento del 38%

Saluti a tutti.
duna - Dom 30 Ott 2005, 10:24
Oggetto:

max337 ha scritto:
Ho letto di sfuggita l'articolo di Quattroruote (al bar) e devo dire che, pur considerandomi di intelligenza "normale" non sono riuscito a capire da dove uscissero i dati della tabella "convenienza".

Sarà la visione frettolosa tra il cornetto e il cappuccino, sarà forse che non sono di intelligenza "normale", ma tirando le somme sembra proprio che un diesel convenga sempre, e di molto.

Secondo loro con un picasso, 5 anni x 50.000 km. si risparmia un bel po' (non ricordo la cifra, se qualcuno ha la rivista può inserirla).

Non so dove stia il trucco, forse giustamente sul valore residuo, ma secondo voi un'auto di 5 anni, modello che sarà superato e con 250.000 km. quanto può valere? Secondo me nulla, magari se a garolio poco più che nulla.

Chiederei a qualcuno di buona volontà e soprattutto esperienza di provare a rifare la tabellina, con dati reali sia di consumi sia di valore residuo (guardando i forum dedicati all'auto per il consumo e i portali di vendita per il valore, ma questo posso anche farlo io) e riproporre una versione "alternativa" dei calcoli.


Queste tabelle devono essere compilate con un occhio alla calcolatrice e l'altro al cuore. Non basta il cervello. Perche' partendo da presupposti incoerenti (o forzanti) si puo' concludere alla fine cio' che si vuole. Ai tempi di Mazzocchi, 4R riusciva a forzare i petrolieri ad abbassare i prezzi ingiustificati delle benzine, ad obbligare il governo a non calcare la mano sui bolli senza contropartite precise. Era un Bel Paese.

E' chiaro a chiunque, anche a chi oggi come 4R fa da grancassa delle decisioni e delle conclusioni tracciate dai pianificatori delle grandi industrie, che un'auto a benzina e un'auto trasformata a metano, anche dalla casa, sono due cose differenti, che in comune hanno solo parte della base di partenza. Per cui potrei inventare infiniti interventi (tuning delle sospensioni, dei freni, del motore, degli olii, rifacimento dell'allestimento del bagagliaio da parte di un tappezziere) nel vano tentativo di rendere il confronto 'pari' ed 'egualitario' ma per quanti soldi io sprechi non avro' mai la 'stessa' auto di prima. E' anche vero pero' che merceologicamente si tratta sempre della stessa identica vettura, assolve alle medesime funzioni, si guida alla stessa maniera e non abbisogna di interventi particolari di allestimento e di manutenzione, se non controlli periodici anuali e revisioni pluriennali che rientrano benissimo nel rumore di fondo della normale gestione/manutenzione di qualsiasi veicolo (anzi gli avveduti risparmiano pure grazie alla maggiore durata degli olii) e che nel mio caso stressano meno dei bollini blu/rossi ed ultimamente bluverdi_per_residenti che l'amministrazione locale implementa o prova ad implementare (come quello rosso a pagamento per accesso in comune di VE che rientro' solo perche' un grosso comune adiacente ne impose uno eguale e speculare, ma per le autocorriere e' stato mentenuto ed infatti lo pagano, ma adesso qui e' OT).

Va da se' che se si vuole dispreferire o preferire un combustibile anziche' un altro e' sufficiente 'selezionare' un bel po' di spese di allestimento/manutenzione e un minore valore dell'usato (sostanzialmente congetturale visti i piccoli numeri dello specifico mercato) per far cambiare le cifre e avere la 'convenienza' che si e' selezionata.
Ricordo che uno dei miei crucci quando avevo il diesel era il maggior onere manutentivo, che sembra una stupidata all'inizio, poi cambi qualche filtro e ti accorgi che il normale tagliando (all'epoca anche piu' frequente) costa facilmente il 50-100% in piu'. Abbiamo appena fatto il tagliando del furgone aziendale (diesel) e ci hanno cambiato 4 dico 4 filtri (nemmeno specificati) et voila' 250 euro per un cambio olio che sarebbe costato cento euro in meno su un benzina, dei quali a prenderli in negozio forse potevano esservi 50 euro di materiali a costi di mercato e non da 'conce', ed a prenderli in supermercato forse 30 euro. Ricordo che le tabelle di 4R al tempo giustamente evidenziavano queste differenze e ponevano traguardi chilometrici importanti per la convenienza delle vetture diesel. In alcuni casi il risparmio era tanto piccolo (ricordo la Punto diesel) rispetto alle economiche versioni a benzina che esso non copriva mai il consistente maggior costo di acquisto.

Per cui, se io fossi chi deve preparare queste tabelle, e volessi preferire il diesel di fronte al metano, traccerei le seguenti FALSE ipotesi: il metano impiega maggiori temperature e pertanto l'olio deve essere sintetico; inoltre questo deperisce prima (anche se non si 'vede' perche' non lascia i residui carboniosi) e va sostituito piu' spesso; va fatta manutenzione di motore/veicolo (concessionario) e dell'impianto (installatore) con doppie giornate di fermo veicolo e rimbalzi dall'uno all'altro; gli ammortizzatori durano di meno, li devo far sotituire; le molle vanno ritoccate, davanti e dietro; i bollini blu devono essere fatti 2 volte in alcune provincie etc etc
Ce n'e' piu' che a sufficienza, tra queste falsita', per far spostare l'ago della bilancia come si vuole.
Ludo - Dom 30 Ott 2005, 13:58
Oggetto:

blupower ha scritto:
Resta comunque incredibile il fatto che dal '98 il metano sia aumentato più della benzina.
Io però non credo che le cose stiano in questi termini perché

Se ricordi il grafico di ak disponibile nei Downloads, c'è stato un unico picco dal '93 al 2004, intorno al 2000-01; per il resto aumenti legati più o meno all'inflazione.
Ma la tecnica dei giornalisti prezzolati è chiara: si prende il periodo più favorevole alla benzina/gasolio e meno al metano da dare in pasto ai lettori. Altrimenti, perchè contar proprio dal '98 (7 anni fa, perchè non 5 o 10?) quando in realtà l'aumento titanico dei prezzi di benzina e gasolio è cosa degli ultimi mesi, ed è in base a questi aumenti e non a quelli di 7 anni fa che va valutata la convenienza della scelta di acquistare un benzina ma soprattutto un diesel?
lampugnani - Mer 16 Nov 2005, 07:53
Oggetto:

Ho visto ieri su QN Motori di novembre un articolo intitolato Metano o GPL solo un bypass, firmato da tale Paolo De Anna.
Trascrivo il complemento del titolo: Secondo i dati dell'Arpat Toscana, Legambiente e Aci le vecchie auto trasformate a Gpl emettono più polveri sottili di una vettura a benzina della stessa età
A questo punto potrebbe sembrare che il mio post sia OT, ma non è così. Il simpatico Paolo De Anna, sciorina una serie di numeri per dimostrare la sua tesi e, per la verità specifica quasi sempre che si tratta di macchine trasformate a gpl, tranne una volta che parla genericamente di auto a gas ma, e qui sta l'inghippo, nello stesso articolo si trova la foto di uma Multipla NP (peraltro del colore della mia, cribbio!!!), con tanto di spaccato mostrante il tecnologico Metatron/Tartarini e una didascalia che recita così: Il metano è stato scelto dalla Fiat Multipla mentre altre case come la Opel hanno tolto dal mercato la Zafira a Metano... Confesso che non ci capisco più niente, allora non è vero che per l'inizio del prossimo anno arriverà in Italia la Zafira CNG?
Fatto sta che l'articolista in questione, per imperizia o, peggio, per malafede, sembra aver fatto di tutto per ingenerare confusione tra metano e gpl.
E poi c'è l'affondo finale. Si afferma che Aci e Legambiente invitano le amministrazioni pubbliche a non gettare i soldi dalla finestra con gli incentivi e poi la conclusione con una delirante interpretazione personale (?) del fenomeno: Allora, che senso hanno divieti e restrizioni? Certo, un'auto vecchia è più brutta da vedere...
Qualcuno mi aiuti a capire qualcosa.
jonniv - Mer 16 Nov 2005, 12:13
Oggetto:

Lascia perdere lampugnani,
c'è ancora fortunatamente la possibilità di dire .......zzate.
Prendile come tali, passa oltre.
L'unica cosa, se vuoi, per pura curiosità, cerca di capire se 'sto giornalista e QN Motori sono "di parte" o sono ignoranti e basta.
Cercando bene tra le righe posso in parte concordare solo nel fatto che una vecchia auto trasformata (impianto aspirato), se viaggia solo a benzina e con anticipi tarati per il GPL o il metano, potrebbe bruciare la benza meno bene di una non trasformata.
Chi ne sa di più dica. Occhiolino
Ospite - Mer 16 Nov 2005, 12:27
Oggetto:

...Lasciare perdere molte volte e' buona cosa...ma...in questi casi...vista l'auditorio di questo tipo di riviste...una buona rettifica su quanto afferma sto' tale sarebbe piu' opportuna...Basterebbe avere l'intero articolo e uno dei "nostri" migliori e piu' "preparati" forumisti per preparare una risposta... a nome di tutti noi... da inviare alla rivista... Arrabbiato
lampugnani - Mer 16 Nov 2005, 12:30
Oggetto:

jonniv ha scritto:
Lascia perdere lampugnani,
c'è ancora fortunatamente la possibilità di dire .......zzate.
Prendile come tali, passa oltre.
L'unica cosa, se vuoi, per pura curiosità, cerca di capire se 'sto giornalista e QN Motori sono "di parte" o sono ignoranti e basta.
Cercando bene tra le righe posso in parte concordare solo nel fatto che una vecchia auto trasformata (impianto aspirato), se viaggia solo a benzina e con anticipi tarati per il GPL o il metano, potrebbe bruciare la benza meno bene di una non trasformata.
Chi ne sa di più dica. Occhiolino

Penso che tu abbia ragione. Non vale la pena di farsi il sangue marcio per una manica di ignoranti.
Grazie per il saggio consiglio.
Ciao.
lampugnani - Mer 16 Nov 2005, 12:31
Oggetto:

karlkarlo ha scritto:
...Lasciare perdere molte volte e' buona cosa...ma...in questi casi...vista l'auditorio di questo tipo di riviste...una buona rettifica su quanto afferma sto' tale sarebbe piu' opportuna...Basterebbe avere l'intero articolo e uno dei "nostri" migliori e piu' "preparati" forumisti per preparare una risposta... a nome di tutti noi... da inviare alla rivista... Arrabbiato

Cavolo, penso che abbia ragione anche tu...
Ciao.
lampugnani - Mer 16 Nov 2005, 12:33
Oggetto:

Ludoooooo... dì qualcosa di sinistra...
Ospite - Mer 16 Nov 2005, 12:49
Oggetto:

Per Lampugnani,

Oltretutto, l'ARPA dell'Emilia Romagna, dice l'esatto contrario .

In un articolo, che non mi ricordo se l'avesse postato "Ak" o "Gioyann", c'è la prova in una galleria "naturale" fatta 3-4 anni addietro dove si evince la differenza , sia tra motori a ciclo Otto e Diesel ENTRAMBI TURBOCOMPRESSI e sia tra combustili tradizionali ed alternativi............ Sbalordito

IL METANO, risulta, produce SOLO una Parte nella Parte dei PM, e SOLO A PIENO CARICO, dicersamente è UGUALE A ZERO non un virgola, e qualcosa...... Sbalordito Ghigno Occhiolino
Ed hanno provato assieme, Gasolio, Gescam, Aquazole, Biodiesel e Metano, manca solo la Benzina......

Chiaro??? Occhiolino Sbalordito :? Ghigno
Che il Resto del Carlino, a volte scrivesse stupidaggi, lo sapevo, COSI' grandi NO..... Sbalordito Occhiolino
Ospite - Mer 16 Nov 2005, 12:55
Oggetto:

IL file è scaricabile da QUESTO SITO nella sezione Downloads, e sottodirettorio "Ambiente e Mobilità" Ghigno 8) Occhiolino

Salutations Occhiolino
Ludo - Mer 16 Nov 2005, 14:13
Oggetto:

Eccomi! Ghigno
Ha ragione jonniv: è pura disinformazione frutto di crassa ignoranza, come quella da parte di Repubblica motori che denunciammo nell'Aldilà.
Certo è sempre bene essere vigili e pronti a mettere i puntini sulle i, quindi si si ritiene utile possiamo sempre inviare una lettera al giornale confutando le sciocchezze più grossolane. Però in fin dei conti ad essere messo sotto accusa è soprattutto il GPL 8)
dekart - Lun 21 Nov 2005, 18:03
Oggetto:

Ieri a tutta pagina nella cronaca di Firenze de"la Nazione":
L'ARPAT boccia le auto trasformate a gas
nel'articolo si far riferimento a dei "....dati inquietanti diffusi nei giorni scorsi dai'Automobil club d'Italia e dalla legambiente sulla produzione di polveri fini(Pm10),secondo i quali la trasformazione a gas di un motore a benzina non diminuisce ma in alcuni casi addirittura peggiora l'inquinamento...."a cui si aggiunge ".....una nuova ricerca dell'Arpat che prende in esame veicoli euro 1 e 2 perche attualmente l'incentivazione statale è riservata solo a questi.....".(????? forse si sono sbagliati con gli incenti comunali dato che quelli statali sono usufruibili solo da auto con massimo 3 anni di eta' e quindi sicuramente almeno euro 3),mentre dopo 5 righe l'articolista si contraddice ancora:"....i dati vengono da 2 diverse prove,la prima fatta su 21 auto a doppia alimentazione,la seconda su 5 veicoli euro3..."(allora si puo' intuire fra le righe che non sono state paragonate le emissioni della stessa auto nei due modi di funzionamento ma bensi tra euro 1/2 convertite e euro 3 standard,ma non viene detto specificatamente!!!!)dopo aver elencato i vari valori rilevati di ossido di carbonio,idrocarburi totali e ossidi di azoto,da notare che a differenza delle prima parte del titolo non si parla piu' di polveri sottili,si conclude cosi':"....In generale l'uso del gas gpl fa crescere l'inquinamento da 10 a 200 volte.Meno negativi i risultati con il metano....si osservi che il gpl peggiora sempre le emissioni rispetto alla benzina.Fra gpl e metano meglio questo ultimo,salvo un piccolo svantaggio sugli idrocarburi totali..."
Tutto da leggere anche il nuovo supplemento motori gratuito dello stesso giornale,riporta un articolo con ancora meno dati e che conclude cosi'"...la notizia viane da due fonti qualificate,Aci e Legambiente.Che invitano le amministrazioni pubbliche a non gettar soldi dalla finestra con gli incentivi:la trasformazione non serve a nulla, anzi è dannosa...".
Ultima chicca la didascalia delle foto recita cosi':" il metano è stato scelto da Fiat per la multipla mentre altre case come la Opel hanno tolto dal mercato la zafira a metano."(e la punto np,e la panda che deve uscire nel 2006, e la nuova zafira che sara presentata a giorni a Bologna !!!)
Ora io so un po'fare il meccanico ma non ho il bagaglio tecnico per districarmi far tutti questi elementi chimici,ma mi ricordo bene che anche nel servizio su Report si spiegava che il problema sanitario prioritario è l'emissione di polveri sottili,e in questi articoli mi sembra che si mescoli pere con mele con molta disinvoltura per portare solo critiche qualunquiste alle amministrazioni che cercano di fare qualcosa nella direzione giusta.
Cosa ne pensate?
Qualcuno ha maggiori informazioni su "questo"studio di Aci e legambiente piu' volte nominato nell'articolo?
Ospite - Lun 21 Nov 2005, 18:09
Oggetto:

dekart ha scritto:
Ieri a tutta pagina nella cronaca di Firenze de"la Nazione":
L'ARPAT boccia le auto trasformate a gas
nel'articolo si far riferimento a dei "....dati inquietanti diffusi nei giorni scorsi dai'Automobil club d'Italia e dalla legambiente sulla produzione di polveri fini(Pm10),secondo i quali la trasformazione a gas di un motore a benzina non diminuisce ma in alcuni casi addirittura peggiora l'inquinamento...."a cui si aggiunge ".....una nuova ricerca dell'Arpat che prende in esame veicoli euro 1 e 2 perche attualmente l'incentivazione statale è riservata solo a questi.....".(????? forse si sono sbagliati con gli incenti comunali dato che quelli statali sono usufruibili solo da auto con massimo 3 anni di eta' e quindi sicuramente almeno euro 3),mentre dopo 5 righe l'articolista si contraddice ancora:"....i dati vengono da 2 diverse prove,la prima fatta su 21 auto a doppia alimentazione,la seconda su 5 veicoli euro3..."(allora si puo' intuire fra le righe che non sono state paragonate le emissioni della stessa auto nei due modi di funzionamento ma bensi tra euro 1/2 convertite e euro 3 standard,ma non viene detto specificatamente!!!!)dopo aver elencato i vari valori rilevati di ossido di carbonio,idrocarburi totali e ossidi di azoto,da notare che a differenza delle prima parte del titolo non si parla piu' di polveri sottili,si conclude cosi':"....In generale l'uso del gas gpl fa crescere l'inquinamento da 10 a 200 volte.Meno negativi i risultati con il metano....si osservi che il gpl peggiora sempre le emissioni rispetto alla benzina.Fra gpl e metano meglio questo ultimo,salvo un piccolo svantaggio sugli idrocarburi totali..."
Tutto da leggere anche il nuovo supplemento motori gratuito dello stesso giornale,riporta un articolo con ancora meno dati e che conclude cosi'"...la notizia viane da due fonti qualificate,Aci e Legambiente.Che invitano le amministrazioni pubbliche a non gettar soldi dalla finestra con gli incentivi:la trasformazione non serve a nulla, anzi è dannosa...".
Ultima chicca la didascalia delle foto recita cosi':" il metano è stato scelto da Fiat per la multipla mentre altre case come la Opel hanno tolto dal mercato la zafira a metano."(e la punto np,e la panda che deve uscire nel 2006, e la nuova zafira che sara presentata a giorni a Bologna !!!)
Ora io so un po'fare il meccanico ma non ho il bagaglio tecnico per districarmi far tutti questi elementi chimici,ma mi ricordo bene che anche nel servizio su Report si spiegava che il problema sanitario prioritario è l'emissione di polveri sottili,e in questi articoli mi sembra che si mescoli pere con mele con molta disinvoltura per portare solo critiche qualunquiste alle amministrazioni che cercano di fare qualcosa nella direzione giusta.
Cosa ne pensate?
Qualcuno ha maggiori informazioni su "questo"studio di Aci e legambiente piu' volte nominato nell'articolo?


si era gia' riso su omniauto di quella pagliacciata dell'arpat toscana, tuttavia adesso che anche la stampa si beve le scemenze del DR. MULTIJET che ha scritto le scemenze......

Forse e' veramente il caso di portarlo a conoscenza, se non lo e' gia', delle associazioni di categoria gas. segue il link al ridicolo abominio...

http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=6768

http://www.arpat.toscana.it/news/news_aria.html
Ospite - Lun 21 Nov 2005, 21:35
Oggetto:

mystr ha scritto:
ridicolo abominio...

http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=6768

http://www.arpat.toscana.it/news/news_aria.html



una vergogna.... Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato
jonniv - Mar 22 Nov 2005, 08:56
Oggetto:

A parte che già era stato riportato da lampugnani il 16 u.s. Figuraccia :???: posso solo dire che c'è una sostanziale confusione di ruoli e nominano/accusano il GAS.
Poi ogni tanto si accorgono che c'è il GPL ed il metano (SVEGLIAAAA Esclamazione )
Sostanzialmente l'accusato è il GPL che, effettivamente, anche leggendo le "nostre" tabelle nei download, esce malconcio nel confronto con la benza.
Le considerazioni poi sono fatte in base a studi dell' ACI ..... e anche qui un po' di dubbio c'è.
In sostanza io credo che una catalizzata euro 3-4 a benzina "inquini" in maniera non così diversa da una Euro 1 convertita a GPL.
Teniamo anche conto che con tutta probabilità l'impianto convertito è un aspirato per tanto il GPL va "quanto quando e come vuole".
Quello che leggo tra le righe è invece il solito messaggio di buttare le auto vecchie.
.......... Spazientito basta che di GPL ne ho parlato anche troppo. Occhiolino 8)
fisico73 - Mar 22 Nov 2005, 09:59
Oggetto:

Preso dalla curiosita' mi sono messo a leggere questo:

http://www.arpat.toscana.it/news/2005/195.pdf

A parte che "L'articolo" e' tecnicamente fatto molto male. Impaginazione approssimativa e fonti non citate, manca la "nota bibliografica" e i riferimenti sugli "esperimetni" eseguiti (motorizzazioni, impianti, confronti). Scientificamente e' una ciofeca, vorrei vedere chi potrebbe riprodurre (per controllare) i dati partendo da quell'articolo. Inoltre cito testualmente:

"Ben diversa può essere la
valutazione se il confronto viene
spostato rispetto ai veicoli con
motore diesel, notoriamente grandi
emettitori di particolato e di
NOx."


Acciderpoli, ma nell'articolo non c'e' UN GARFICO UNO che metta a confronto i dati relativi ai PM10. Inoltre i blocchi del traffico sono fatti nel; 99% dei casi proprio per diminuire benzene, ozono e PM10.

Ancora

"Così pure diversa può essere la
valutazione di auto nate a gas, in
quanto prodotte e testate dal
costruttore e sottoposte ad omologazione."


Certo perche' chi viaggia su auto a GAS (GPL O METANO) viaggia su macchine non omologate e con libretti falsi e contraffatti....
Che razza di corruttori mazzettari che siamo RisataRisataRisata

"Ciò potrebbe meglio garantire
l'effettiva minore emissione di
inquinanti rispetto alle auto
trasformate artigianalmente, considerata
la sofisticazione spinta
dei veicoli prodotti negli ultimi
anni."


Bella scoperta, mi confronti magari una Impreza biFuel, macchina con iniezione e accensione elettronica, catalizzatore, centralina di controllo dei gas di scarico ecc. ecc. con una Marbella dell'89 (quella di mia moglie Risata) convertita a GPL da tale Gigi il Troione, e mi dici che e' meglio la prima a GPL che la seconda Sbalordito Sbalordito :?

Ma se cosi' non fosse bisognerebbe dare il Nobel a Gigi il Troione che e' un genio della meccanica, della fisica e della chimica (nonche' dell'ettrotecnica) altro che Einstein....


Vabbeh dai.... Spazientito Spazientito


PS Ma che cosa centrano con l'articolo le due foto?
ak - Mar 22 Nov 2005, 12:27
Oggetto:

fisico73 ha scritto:

PS Ma che cosa centrano con l'articolo le due foto?


...finite le str...ate dovevano pur riempire le pagine con qualcos'altro... Ghigno diabolico

Citazione:
"Così pure diversa può essere la valutazione di auto nate a gas, in quanto prodotte e testate dal costruttore e sottoposte ad omologazione."


...infatti quasi tutte le Case che immettono sul mercato auto a metano di serie installano impianti del tutto simili a quelli disponibili come kit aftermarket e le trasformate aftermarket sottostanno ai controlli sulle emissioni (bollino blu) come le benzina, anzi, devono rientrare nei limiti imposti per entrambi i carburanti.
dekart - Mar 22 Nov 2005, 12:56
Oggetto:

jonniv ha scritto:
A parte che già era stato riportato da lampugnani il 16 u.s. Figuraccia :???: Occhiolino 8)


Guarda che si tratta di due articoli diversi,non avevo letto la segnalazione di Lampugnani altrimenti l'avrei postata qui.
Ma se leggi bene Sbalordito Sbalordito io principalmente mi riferivo ad un ulteriore articolo molto piu' dettagliato che occupa una intera pagiona della cronaca di Firenze di domenica20/11,il che prova che il primo non è un caso scarsa professionalita' del giornalista ma molto probabilmente una scelta di linea editoriale,tra l'altro i due articoli sono firmati da due giornalisti diversi.
Ma qualcuno sa niente riguardo di questo fantastico studio fatto dall'Aci insieme alla Legambiente da cui risulterebbe che anche il metano produce notevoli quantita di pm10.Fino a quando non lo vedo non ci credo, fino ad ora la Legambiente si è distinta per un approccio alle tematiche ambientaliste piu' pragmatico e realista,sarebbe un cambiamento di rotta notevole,e a che pro?
jonniv - Mar 22 Nov 2005, 14:13
Oggetto:

Scusa dekart forse ho letto velocemente ma mi sembra che tutto parta, in ogni caso, da ARPAT, poi c'è l'aggiunta di ACI e Legambiente............ comunque va bè.
Eccolo qui sotto comunque quel che, penso, cerchi; tratto da qua.
A tale proposito considerato il periodo di crisi economica, gli incentivi prevalentemente finalizzati alla trasformazione da benzina a gas metano e gpl con benefici pressoché inesistenti in termini di emissioni di CO, HC e PM10 , come già dimostrato dall'esperienza di Roma e Firenze, Aci e Legambiente sono favorevoli all'adozione di incentivi per il rinnovo del parco veicoli EURO 0.
dekart - Mar 22 Nov 2005, 14:15
Oggetto:

Mi sbagliavo,ho riletto gli articoli e solo il supplemento motori è firmato Paolo De Anna,invecel'articolo di domenica è anonimo:
giolo - Mar 22 Nov 2005, 14:16
Oggetto:

Ma non si è mai pensao in passato di smascherare le pagliacciate di certi giornali? Figuraccia
Se abbiamo già disponibile il materiale perchè non cercare di fare un po' di "casino" al riguardo? Spazientito
Potremmo scrivere alla testata giornalistica fornendo documentazione delle nostre posizioni chiedendo di ottenere lo stesso spazio riservato per queste min....ate. Ghigno diabolico
Se non ci ascoltano potremmo eventualmente autotassarci per acquistare una parte di una pagina del giornale e confutare l'articolo. Arrabbiato
E' ora di finirla con queste manfrine!!! Arrabbiato Ghigno diabolico

Ciao Ghigno Ghigno Ghigno
Ludo - Mar 22 Nov 2005, 14:17
Oggetto:

dekart ha scritto:
Ma qualcuno sa niente riguardo di questo fantastico studio fatto dall'Aci insieme alla Legambiente da cui risulterebbe che anche il metano produce notevoli quantita di pm10.

Beh, non è che si possano improvvisamente fare scoperte che sovvertono lo stato della chimica...quindi trattasi senz'altro di bufala.
fisico73 - Mar 22 Nov 2005, 14:49
Oggetto:

Ma scusate io NON HO VISTO dati SCIENTIFICI che dimostrino quello che viene asserito nell'articolo. Non riesco a capire come possano essere pubblicate delle affermazioni senza pubblicarne le prove. Cioe' qui non stiamo parlando di psicologia o di arte (dove ormai ogniuno dice quello che vuole) stiamo parlando di "scienza e tecnica". Per tirare delle conclusioni serie ci voglio dati, analisi e metodologie sperimentali, altrimenti hanno il peso dell'aria fritta.
Ora io proporrei di mandare alla testata giornalistica in questione una mezza valangata di dati, analisi e metodologie sperimentali che, come tutti sappiamo, affermano l'esatto contrario di quello che viene spacciato dal loro articolo.

Se lo pubblicheranno la nostra "contropoprosta" dimostrano di essere seri e responsabili e di aver preso una cantonata in "buona fede". ALTRIMENTI......c'e' sotto qualcosa di strano.

Inoltre le amministrazioni comunali si muovono per "sentito dire"???
Avranno nominato i loro periti per permettere alle auto a GPL e metano di circolare durante i blocchi, o sono deficenti completi???
I governi di Germania e Svizzera, che si stanno "convertendo" a metano, sono deficenti anche loro???
dekart - Mer 23 Nov 2005, 00:06
Oggetto:

Ho cercato nel sito dell'Arpat,ma non sono riuscito a trovare la newsletter di cui si parla nell'articolo,comunque ho scritto una e-mail al sig.Daniele Grechi responsabile del monitoraggio della qualita' dell'aria in cui fra le altre cose ho chiesto anche se poteva gentilmente inviarmela,vi terro' informati se ci sara' risposta.
jonniv - Mer 23 Nov 2005, 14:07
Oggetto:

dekart ha scritto:
Ieri a tutta pagina nella cronaca di Firenze de"la Nazione":
L'ARPAT boccia le auto trasformate a gas...........................
Ultima chicca la didascalia delle foto recita cosi':" il metano è stato scelto da Fiat per la multipla mentre altre case come la Opel hanno tolto dal mercato la zafira a metano."..............


Ecco dekart,
se il giornale ha una rubrica "lettere al direttore/giornale" chiedi di pubblicare una tua lettera dove informi della "balla" portando come prove quello che ak ha postato riguardante l'ultimo "giro d'Europa" della nuova Zafira.
I dati in questo caso sono inconfutabili e facili da "leggere"; anche chi non fosse edotto potrà facilmente evincere la verità.
fisico73 - Mer 23 Nov 2005, 15:43
Oggetto:

jonniv ha scritto:


Ecco dekart,
se il giornale ha una rubrica "lettere al direttore/giornale" chiedi di pubblicare una tua lettera dove informi della "balla" portando come prove quello che ak ha postato riguardante l'ultimo "giro d'Europa" della nuova Zafira.
I dati in questo caso sono inconfutabili e facili da "leggere"; anche chi non fosse edotto potrà facilmente evincere la verità.


Si vabbeh, ma in quell'articolo si parla di macchine TRASFORMATE A METANO e non di quelle nuove di serie a metano. Mandare l'articolo relativo alla zafira non e' rilevante per confutare le loro tesi, anzi.
jonniv - Mer 23 Nov 2005, 16:05
Oggetto:

No fisico73,
intendo l'articolo nella "sezione motori" dove dicono che solo FIAT continua a produrre auto a metano mentre Opel ha smesso.
ak - Mer 23 Nov 2005, 19:45
Oggetto:

fisico73 ha scritto:


jonniv ha scritto:


Ecco dekart,
se il giornale ha una rubrica "lettere al direttore/giornale" chiedi di pubblicare una tua lettera dove informi della "balla" portando come prove quello che ak ha postato riguardante l'ultimo "giro d'Europa" della nuova Zafira.
I dati in questo caso sono inconfutabili e facili da "leggere"; anche chi non fosse edotto potrà facilmente evincere la verità.


Si vabbeh, ma in quell'articolo si parla di macchine TRASFORMATE A METANO e non di quelle nuove di serie a metano. Mandare l'articolo relativo alla zafira non e' rilevante per confutare le loro tesi, anzi.


Be' ...mica vero: se quello che scrivono è attendibile come la notizia che la Opel ha cessato la produzione della Zafira CNG senza indicare i motivi e lasciando sotto sotto intendere che la causa è il non-ritorno in termini di basso impatto ambientale, la carta su cui è scritto sarebbe al più buona per usi igienici (a patto che sia sufficiantemente morbida).

La Zafira CNG non è più ordinabile semplicemente a causa del cambio di modello, e nienteppiù.
dekart - Gio 24 Nov 2005, 00:19
Oggetto:

La cosa buffa è che se vai nel sito del loro gruppo editoriale, alla rivista che riportava la didascalia che la produzione della zafira è cessata,in un'altra pagina tra le anticipazioni di quello che ci sara' al motoshow c'è riportato anche presentazione del nuovo modello di Opel zafira a metano.
Senza parole,non leggono nemmeno quello che scrivono,e non credo che sia una redazione molto folta,se togli gli articoli chiaramente pubblicitari che vengono passati direttamente dalla case costruttrici,ci rimane molto poco.
dekart - Gio 24 Nov 2005, 01:00
Oggetto:

Citazione:
Be' ...mica vero: se quello che scrivono è attendibile come la notizia che la Opel ha cessato la produzione della Zafira CNG senza indicare i motivi e lasciando sotto sotto intendere che la causa è il non-ritorno in termini di basso impatto ambientale, la carta su cui è scritto sarebbe al più buona per usi igienici (a patto che sia sufficiantemente morbida).
.


Non è buona nemmeno per quello,è una patinata scadente e sembra molto scivolosa. Ghigno Ghigno Ghigno
fisico73 - Sab 26 Nov 2005, 23:45
Oggetto:

qualcuno ha detto che ha scritto al giornalista in questione chiedendo "lumi" su quell'articolo....

Ci sono novità o il luminare dell'informazione non ha ancora risposto?
gioyann - Gio 23 Feb 2006, 00:26
Oggetto:

http://unimondo.oneworld.net/article/view/128124/1/


pongo l'attenzione soprattutto sul pezzo centrale:


Citazione:
Intanto il Ministero dell'Ambiente ha stanziato 20 milioni di euro per finanziare la conversione a Gpl o a metano dei veicoli a benzina, ma secondo uno studio dell'Agenzia per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT), firmato da Daniele Grechi, risulta che non esiste alcun vantaggio dal punto di vista ambientale nella realizzazione delle conversioni. Nelle auto a doppia alimentazione (benzina-metano e benzina-Gpl) è stato riscontrato anzi un aumento delle emissioni di inquinanti gassosi. La redazione di Blogeko è andata a intervistare Daniele Grechi dell'ARPAT secondo il quale “le auto catalizzate utilizzano una tecnologica molto sofisticata sia a livello di motore che per ciò che concerne i sistemi di abbattimento degli inquinanti, e nel momento in cui si mette mano a questi meccanismi complessi, aggiungendo la componentistica necessaria all’uso del gas, se ne alterano inevitabilmente le caratteristiche di base”.






se mi passa l'incazzatura magari vado a trovarli e li metto tutto con la testa sul tubo di scappamento di un diesel...
direi che è gravissimo tutto ciò... Senza parole Arrabbiato
jonniv - Gio 23 Feb 2006, 22:19
Oggetto:

Ma non è lo stesso ARPAT e lo stesso articolo di cui si parlava a metà Novembre u.s.?

Comunque chi è 'sto qua dell'ARPAT? o meglio cos'è?
Amministra una rete di distributori gasolio/ benza? Ghigno diabolico
ak - Gio 23 Feb 2006, 22:35
Oggetto:

jonniv ha scritto:
Ma non è lo stesso ARPAT e lo stesso articolo di cui si parlava a metà Novembre u.s.?


Pare abbiano ripreso lo stesso trafiletto.

jonniv ha scritto:
Comunque chi è 'sto qua dell'ARPAT? o meglio cos'è?
Amministra una rete di distributori gasolio/ benza? Ghigno diabolico


Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana, l'equivalente della vostra ARPAV in Veneto.
jonniv - Gio 23 Feb 2006, 22:42
Oggetto:

Lo so ak. Sorriso
Io chiedevo chi è 'sto qua dell'ARPAT? o meglio cos'è?
Nel senso se 'sto Grechi ha interessi "particolari" privati.
Ovviamente la richiesta era permeata da ironia.
ak - Gio 23 Feb 2006, 22:46
Oggetto:

...capito. Figuraccia
fisico73 - Ven 24 Feb 2006, 11:03
Oggetto:

Mi permetto di segnalare il seguente articolo dove Grechi e' gia' piu' possibilista sulle macchine monovalenti

http://www.coopfirenze.it/info/art_2314.htm
fisico73 - Ven 24 Feb 2006, 11:11
Oggetto:

Inoltre riferendosi alle PM 10, lo stesso Grechi, in collaborazione con Galanti, scrive

Sorgenti prevalenti

Gli elevati livelli di inquinamento atmosferico rilevati sono sostanzialmente riconducibili alle emissioni direttamente o indirettamente legate al traffico.

Per quanto riguarda il benzene, la sorgente di gran lunga preponderante è costituita dai gas di scarico dei veicoli a benzina e, fra questi, soprattutto delle auto non catalizzate e dei veicoli 2 ruote con motore 2 tempi tradizionale (i cosiddetti motorini).

Per quanto riguarda le polveri PM10, l'attribuzione di quote di emissione è molto più articolata e complessa. Sorgenti antropiche certe e rilevanti sono le emissioni da veicoli diesel (fumo nero), da motorini (olio incombusto) e da risospensione causata dal movimento dei veicoli sul piano stradale. Si va consolidando l'ipotesi che una parte non trascurabile di polveri ultrafini (granulometria inferiore a 1 micron), comprese nella frazione PM10, sia originata dall'accrescimento di nuclei di condensazione a loro volta generati dalla presenza in atmosfera di inquinanti reattivi quali idrocarburi e altre sostanze. Si tratterebbe di un effetto indiretto ma comunque riconducibile alle emissioni da traffico.


visto che giocoforza i veicoli a metano non emettono benzene e che non sono neppure citati come fonti di PM10, non vorrei che il dott. Grechi non fosse uno di quelli che vedeno di cattivo occhio gli impianti a metano piu' per ingiustificate ragioni di sicurezza che altro... Sorriso


fonte...

http://www.comune.fi.it/servizi_pubblici/ambiente/convegnoinquinamento/04_RelazioneGrechi-Galanti.htm
gioyann - Ven 24 Feb 2006, 11:22
Oggetto:

fisico73 ha scritto:
Mi permetto di segnalare il seguente articolo dove Grechi e' gia' piu' possibilista sulle macchine monovalenti

http://www.coopfirenze.it/info/art_2314.htm







articolo antico, si vede che a quei tempi ancora non lo pagavano per dir bene del diesel !! Arrabbiato Arrabbiato
fisico73 - Ven 24 Feb 2006, 11:28
Oggetto:

poi non capisco un'altra cosa...

nel 1999 viene pubblicato da

MAURIZIO VENTURA – Direttore Automobile Club Firenze
DANIELE GRECHI - ARPAT Dipartimento di Firenze

il seguente articolo...

http://www.comune.firenze.it/servizi_pubblici/ambiente/aria/allegatof2.htm

con relativo aggiornamento,

http://www.comune.firenze.it/servizi_pubblici/ambiente/aria/allegatof1.htm

dal quale si evince che un'auto non catalittia a metano inquina 1/10 rispetto alla corrispondente auto a broda e si avvicina molto alle auto catalittiche...
Discorso a parte va fatto per i DIESEL (non ho capito se quelli presi per la prova sono catalittici o meno). Al momento della pubblicazione dell'articolo (1999) vengono considerati solamente gli inquinanti "meno" pericolosi e non le famigirete PM10 Risata. Probabilmente ci si e' accorti dei danni delle PM10 solo quando sono aumentate a dismisura, e di questo sicuramente non si puo' incolpare il metano RisataRisataRisataRisataRisata

Sarebbe stato interessante vedere come si comportava anche una macchina catalitica a metano, tanto per vedere che tipo di misure andavano a beccare.
Gigione - Dom 5 Nov 2006, 18:24
Oggetto:

Oggi al tg hanno parlato di un incidente in cui hanno perso la vita tre ragazze e un uomo, nel parmense mi pare, mi ha stupito che abbiano voluto puntualizzare che l'auto delle ragazze, una fiat seicento A METANO HA PRESO FUOCO, MA NON HANNO DETTO SE PER IL METANO FUORIUSCITO O SE A PRESCINDERE DALL'ESSERE A METANO AVREBBE PRESO FUOCO COMUNQUE.
In ogni caso hanno voluto calcare sul METANO ed il FUOCO.
ariosto - Dom 5 Nov 2006, 18:47
Oggetto:

Gigione ha scritto:
Oggi al tg hanno parlato di un incidente in cui hanno perso la vita tre ragazze e un uomo, nel parmense mi pare, mi ha stupito che abbiano voluto puntualizzare che l'auto delle ragazze, una fiat seicento A METANO HA PRESO FUOCO

Non so se quella Seicento fosse effettivamente a metano, ma so che la Seicento ha un livello di sicurezza veramente scarso, per cui in un incidente del genere il fatto che fosse o meno a metano e' del tutto irrilevante... Basito
Ospite - Dom 5 Nov 2006, 19:16
Oggetto:

Gigione ha scritto:
Oggi al tg hanno parlato di un incidente in cui hanno perso la vita tre ragazze e un uomo, nel parmense mi pare, mi ha stupito che abbiano voluto puntualizzare che l'auto delle ragazze, una fiat seicento A METANO HA PRESO FUOCO, MA NON HANNO DETTO SE PER IL METANO FUORIUSCITO O SE A PRESCINDERE DALL'ESSERE A METANO AVREBBE PRESO FUOCO COMUNQUE.
In ogni caso hanno voluto calcare sul METANO ed il FUOCO.


Mi hai tolto le parole dalla tastiera Ghigno
Anche io ho sentito il servizio del Tg1 in cui hanno rimarcato il fatto che l'auto fosse a metano e la cosa ha provocato gli sguardi perplessi dei miei che prontamente mi hanno chiesto come fosse possibile...

Preso dal dubbio ho cercato in rete ed in tutti gli articoli che ho trovato NESSUNO ripeto NESSUNO riportava che la 600 fosse a metano!!! Ghigno diabolico Ghigno diabolico Ghigno diabolico

Come al solito NO COMMENT Ghigno diabolico Ghigno diabolico Ghigno diabolico
jonniv - Dom 5 Nov 2006, 21:21
Oggetto:

Gigione ha scritto:
Oggi al tg hanno parlato di un incidente in cui hanno perso la vita tre ragazze e un uomo, nel parmense mi pare, mi ha stupito che abbiano voluto puntualizzare che l'auto delle ragazze, una fiat seicento A METANO HA PRESO FUOCO, MA NON HANNO DETTO SE PER IL METANO FUORIUSCITO O SE A PRESCINDERE DALL'ESSERE A METANO AVREBBE PRESO FUOCO COMUNQUE.
In ogni caso hanno voluto calcare sul METANO ed il FUOCO.


Sul TG5 hanno detto chiaramente trattavasi di auto a GPL.
Comunque si è notata la solita "caccia alle streghe" quando non trattasi di benza o puzzolio. Ghigno diabolico
Ospite - Dom 5 Nov 2006, 22:35
Oggetto:

Ho visto anch'io il servizio e mi sono girate le b... Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato
L'unico che ha detto qualcosa di sensato era un intervuistato che ha fatto notare il contakm dell'auto pirata bloccato a 135 km/h: metano/GPL/benza o puzzolio...poco te frega...sei quasi sicuramente carne morta a quelle velocità (scusate il cinismo)....135 km/h uno, mettete l'altro almeno a 70 km/h su quella strada...fate voi cosa esce in un frontale...ma ancora mi rode per come l'hanno presentata sta cosa...GRRRR Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato
Ospite - Dom 5 Nov 2006, 23:47
Oggetto:

jonniv ha scritto:


Sul TG5 hanno detto chiaramente trattavasi di auto a GPL.
Comunque si è notata la solita "caccia alle streghe" quando non trattasi di benza o puzzolio. Ghigno diabolico


dal sito: www.tg5.mediaset.it

Citazione:
Incidente nel pavese, morti quattro giovani

Forse l'alta velocità in curva, forse il primo ghiaccio di stagione sull'asfalto. Si cerca una causa per il tremendo incidente frontale avvenuto vicino a Pavia poco prima dell'alba, costato la vita a quattro giovani. Il luogo: un cavalcavia sulla tangenziale di Casteggio. Su un'utilitaria viaggiavano tre ragazze, studentesse a Pavia, di ritorno da una festa: Arianna, 18 anni, Alice e Federica, 17 anni. Quest'ultima, bionda, alta un metro e 80, un mese fa era stata premiata al concorso "Una modella per l'arte". Tutte e tre le ragazze sono rimaste intrappolate tra le fiamme dell'utilitaria alimentata a gas gpl, che dopo l'impatto si è incendiata in pochi secondi. È morto sul colpo anche il guidatore dell'altra auto, 36 anni, che pare abbia sbandato invadendo la corsia opposta. Stava per arrivare a casa a Godiasco. Si è salvato invece il passeggero al suo fianco, un egiziano di 26 anni da tempo in Italia. Fuori pericolo, è ricoverato all'ospedale San Matteo di Pavia. Due vittime giovanissime anche in un altro incidente frontale avvenuto in Sardegna sulla strada vicino a Bitti. Andrea e Pier Mario, 21 anni, sono rimasti imprigionati nell'auto in fiamme. Sono sopravvissuti i tre occupanti dell'altra automobile coinvolta.

junp1975 - Lun 6 Nov 2006, 14:24
Oggetto:

avrei voluto postare anche io ieri questa notizia, ma il sito mi crashava!
al tg5 hanno detto alimentata a METANO, salvo poi far vedere le immagini....e mostrare CHIARAMENTE una bombola di gpl!

che manica di deficienti.... Pollice verso
Ospite - Lun 6 Nov 2006, 15:18
Oggetto:

perchè arrabiarsi tanto su ciò che dicono i mezzi di (dis)informazione?
Il fatto stesso che ci sia chi ha detto che l'auto era a gpl e chi a metano la dice lunga...
e poi scusate, il conducente di una 307 (credo si trattasse di quella, o comunque di una macchina ben più grandi di una 600...) va a sbattere e muore sul colpo, mentre gli occupanti di una 600 non muoiono subito ma bruciati vivi!!!! Sbalordito
c'è qualcuno di noi disposto a credere ciecamente in queste scemenze????
Ospite - Lun 6 Nov 2006, 22:00
Oggetto:

Si tratta semplicemente di terrorismo mediatico! L'ignoranza, la fretta/superficialità di etichettare ciò che non si conosce, la diffidenza e i luoghi comuni, direttive "dall'alto" o chissà che cosa hanno portato come frutto tutti quei servizi che hanno ben poco di affidabile se non la testimonianza (più obiettiva dei giornalisti) della persona che affermava ".......il contakm era fermo a 135 km/h......le circostanze parlano da sole.....".

Evidentemente di questi tempi le testate giornalistiche si (af)fidano di più, per riempire i tg, delle interviste della gente piuttosto delle fesserie che dicono alcuni loro dipendenti.

Se pensiamo bene alle parole espresse dai giornalisti, quale messaggio può essere tirato fuori? Hanno evidenziato di più la pericolosità di avere un impianto a gas (tanto per loro tutti i gas sono uguali!?!?!) che non l'eccessiva velocità (il contakm segnava 135 km/h mentre il limite di velocità sembra che fosse 70 km/h).

Questo sinceramente mi sembra "incutere terrore" gratuito.
jonniv - Lun 6 Nov 2006, 22:10
Oggetto:

serenella_as ha scritto:
perchè arrabiarsi tanto su ciò che dicono i mezzi di (dis)informazione?
Il fatto stesso che ci sia chi ha detto che l'auto era a gpl e chi a metano la dice lunga...
e poi scusate, il conducente di una 307 (credo si trattasse di quella, o comunque di una macchina ben più grandi di una 600...) va a sbattere e muore sul colpo, mentre gli occupanti di una 600 non muoiono subito ma bruciati vivi!!!! Sbalordito
c'è qualcuno di noi disposto a credere ciecamente in queste scemenze????


Non serve arrabbiarsi tanto ma arrabbiarsi e dimostrarlo si.
Il mio pensiero che qui scrivo lo espongo sempre anche alle persone che mi trovo davanti; servirà poco ma tacere in fondo è accondiscendere.

Che il conducente della 307 sia morto e il passeggero no potrebbe essere solo questione di cinture non allacciate.
Che gli occupanti della 60 siano morti carbonizzati lo potrà dire solo l'autopsia. Potrebbero essere deceduti prima dell'incendio.
Ospite - Mar 7 Nov 2006, 09:10
Oggetto:

Devo segnalare, purtroppo, l'ennesima disinformazione sul metano.

Sulla cronaca del Corriere della Sera di ieri, nell'incidente in cui hanno perso la vita le tre povere ragazze di Pavia, che, a bordo della loro 600 se ne stavano andando tranquille per la loro strada, quando sono state investite in pieno da un coglione ubriaco a bordo di una 307 (che ci ha lasciato le penne pure lui), anziché puntare sull'imbecillità del coglione, hanno detto che l'auto era a metano ed è esplosa, spingendo il lettore ad un principio di causa effetto assolutamente falso.

Poi basta farsi un giro nel forum di quattroruote per vedere certi elementi (noti Trolls, ben graditi dalla redazione), come ci sguazzano, ripeto, sulla vita di tre innocenti, la cui unica colpa, è stata quella di trovarsi sulla traiettoria di un coglione

Pennivendoli, statevene a casa Arrabbiato
cpaolo67 - Mar 7 Nov 2006, 09:33
Oggetto:

Ma poi, io su questo incidente non ho visto né foto nè immagini, nulla insomma... ma se qualcuno ha visto, siamo sicuri che il bombolone sia esploso o abbia avuto fuoriuscite??? Perchè poi magari salta anche fuori che ciò che ha bruciato tutto è stata la benzina!!! Arrabbiato
kanzler68 - Mar 7 Nov 2006, 09:37
Oggetto:

Allora, io ho visto alcune immagini nei TG serali: nelle inquadrature del retro della 600 ho visto chiaramente le due bombole di metano disposte in piano. L'auto ovviamente era segnata dalle fiamme e dal fumo, ma ti posso assicurare che le due bombole erano perfettamente integre e non sono di certo esplose!
cpaolo67 - Mar 7 Nov 2006, 09:41
Oggetto:

Caspita se si riuscisse a dimostrare che non ci sono state neppure fuoriuscite di metano... sarebbe da fare un bel casino, comprare una pagina sul Corriere della Sera per ribattere ciò che scrivono i pennivendoli!!!! Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato
cpaolo67 - Mar 7 Nov 2006, 10:18
Oggetto:

folgherag ha scritto:

Io da qualche giorno ho qualche dubbio, anche perchè negli incidenti l'incendio di auto a benzina - in rapporto al circolante - è diventato pressochè irrilevante...


Sai perchè è irrilevante? Perchè che muoiano su auto a benzina, bruciati o spappolati, non cambia nulla... NON fa notizia! La notizia è che sono morti. STOP.
A meno che non sia una cosa "eclatante" come i poveri carabinieri che sono morti carbonizzati giorni or sono su di un'auto a benzina!
Quando invece capita che "FORSE" l'auto brucia a causa del metano... ecco la NOTIZIONA!!!!
Io vorrei prima vedere le prove che quei poveri ragazzi siano morti bruciati dal metano e NON magari dalla benzina!!! Arrabbiato
Ospite - Mar 7 Nov 2006, 10:24
Oggetto:

Citazione:
Questo sinceramente mi sembra "incutere terrore" gratuito.


..ma incutere terrore (non solo in questo caso) è uno dei modi migliori per il controllo dei popoli!!!
Non lasciarsi terrorizzare significa prendere le proprie decisioni in maniera razionale ed indipendente, e su questo sito fortunatamente di persone così mi sembra ce ne siano molte Pollice su
Ospite - Mar 7 Nov 2006, 10:35
Oggetto:

eco72 ha scritto:

Nel secondo incidente da te citato, solo alcuni telegiornali hanno riportato che la 600 fosse a metano, ma sulla carta stampata e/o internet non se ne trova traccia... personalmente credo che quasi certamente si trattasse di GPL Basito


Dalle poche immagini che si sono viste al Tg5 mi è sembrato di scorgere una bombola integra. Ma si vedeva veramente poco...
Ospite - Mar 7 Nov 2006, 17:13
Oggetto:

Ieri sera al TG5 hanno parlato di auto alimentata a GPL. Cosi' e' pure scritto sul sito http://www.tg5.mediaset.it/cronaca/articoli/2006/11/articolo2978.shtml.
Sul corriere di ieri, a pag 5 si parla di GPL (http://archivio.corriere.it/archiveDocumentServlet.jsp?url=/documenti_globnet/corsera/2006/11/co_7_061106019.xml), a pag 23 si parla di metano (http://archivio.corriere.it/archiveDocumentServlet.jsp?url=/documenti_globnet/corsera/2006/11/co_9_061106016.xml). Finora non ho trovato immagini che possano chiarire. Se qualcuno le avesse, potrebbero chiarire qualcosa. Ciao
Ospite - Dom 12 Nov 2006, 22:33
Oggetto:

Rispondo a eco72 riportando l'articolo dell'ansa dove si dice chiaramente che l'auto era a metano: l'articolo è stato pubblicato anche su city (il quotidiano gratuito). Che ne dite? Anch'io vorrei i miei dubbi fugati viste le due auto a metano.
Nel frattempo seguirò i vostri consigli visitando le parti del sito (FAQ e Downloads) da voi segnalate.

Scontro in auto: morte tre ragazze 18enni
PAVIA - L'auto che corre tranquilla lungo la strada deserta, poi quei fari parati davanti, sempre più vicini. Quindi lo scontro frontale. Così ieri mattina sulla tangenziale di Casteggio (Pavia) sono morte tre ragazze e un uomo.

Ennesimo tributo di sangue in un sabato sera come tanti fra campi e pioppi dell'Oltrepo pavese. Altre quattro vite spezzate: Arianna Scarano, 18 anni, di Pinarolo Po, Alice Taschieri, 17 anni di Barbianello, e Federica Mennella, 17 anni, di Bressana e Paolo Giovannetti, 35 anni, di Godiasco. Le prime tre, amiche da sempre, stanno viaggiando a bordo di una Fiat 600. Alla guida Arianna. Sono le quattro del mattino. La tangenziale di Casteggio, all'altezza del Comune di Casatisma, è deserta. Le tre amiche stanno tornando da una notte in discoteca. Sulla corsia opposta, una Peugeot 307. Alla guida Paolo Giovannetti. Con lui un amico egiziano di 26 anni. La Peugeot sbanda all'improvviso (forse per il fondo ghiacciato, ma non si esclude la velocità eccessiva). Salta la carreggiata e piomba sulla Fiat. Lo schianto è tremendo. L'auto delle tre ragazze schizza in alto, si ribalta e prende fuoco. A scatenare le fiamme il metano con cui è alimentata l'auto. Per le tre ragazze non c'è scampo. Muoiono carbonizzate. Nulla da fare nemmeno per Giovannetti che morirà poco dopo per le gravissime ferite. Meglio va all'amico egiziano, giudicato guaribile nel giro di poche settimane. La procura di Voghera ha aperto un'inchiesta. Ansa
(06-11-2006)
Ludo - Dom 12 Nov 2006, 22:59
Oggetto:

OutOfOil ha scritto:
Rispondo a eco72 riportando l'articolo dell'ansa dove si dice chiaramente che l'auto era a metano:

Pare però, come puoi leggere più indietro, che dalle immagini e dai resoconti di altre testate la 600 fosse inequivocabilmente a GPL, quindi nulla quaestio.
Ospite - Lun 13 Nov 2006, 00:12
Oggetto:

OutOfOil ha scritto:
... Che ne dite? Anch'io vorrei i miei dubbi fugati viste le due auto a metano....


A tutti quelli che mi chiedono dubbiosi circa la sicurezza delle bombole rispondo sempre: "Ti do un taglierino e un martello e ti faccio fare quello che vuoi sulle bombole della mia Zafira... ma se sei così sicuro del tuo serbatoio di broda/puzzolio devi farmi fare la stessa cosa sulla tua auto"

Non ne ho ancora trovato che abbia accettato il test... Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato

Ciao Nico Ghigno
gioyann - Lun 13 Nov 2006, 01:47
Oggetto:

Ludo ha scritto:

Pare però, come puoi leggere più indietro, che dalle immagini e dai resoconti di altre testate la 600 fosse inequivocabilmente a GPL, quindi nulla quaestio.



eeehh...il problema, purtroppo, non è la questio GPL vs metano, il problema è che in tv è passata la notizia in un modo che fa pensare alle persone "se l'auto non fosse stata a metano le ragazze sarebbero salve" !! Arrabbiato Arrabbiato Pollice verso


Infatti subito dopo l'accaduto la mamma di un mio amico che sta per ordinare una punto natural power ha cercato di dissuare il figlio dall'acquisto ! Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso
Gigione - Lun 13 Nov 2006, 08:11
Oggetto:

gioyann ha scritto:
eeehh...il problema, purtroppo, non è la questio GPL vs metano, il problema è che in tv è passata la notizia in un modo che fa pensare alle persone "se l'auto non fosse stata a metano le ragazze sarebbero salve" !! Arrabbiato Arrabbiato Pollice verso


CENTRO!!!
fisico73 - Lun 13 Nov 2006, 08:20
Oggetto:

VERO!!!
Intanto questa mattina sono tutti fermi sulla A4 perche' un CAMINON (ovviamente a gasolio) ha PRESO FUOCO ma a nessuno viene in mente di lasciare il DIESEL dal concessionario, tanto e' sicuro.... Risata
cpaolo67 - Lun 13 Nov 2006, 11:03
Oggetto:

gioyann ha scritto:


eeehh...il problema, purtroppo, non è la questio GPL vs metano, il problema è che in tv è passata la notizia in un modo che fa pensare alle persone "se l'auto non fosse stata a metano le ragazze sarebbero salve" !! Arrabbiato Arrabbiato Pollice verso


Infatti subito dopo l'accaduto la mamma di un mio amico che sta per ordinare una punto natural power ha cercato di dissuare il figlio dall'acquisto ! Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso



Hai fatto un centro da 100!!! E' proprio lì il problema. Nessuno di noi può dire con certezza che in un incidente l'impianto di metano non possa subire problemi di perdite, o rompersi o scoppiare... però il fatto è che sicuramente si può dire che il botto per rendere "pericoloso" l'impianto deve essere di una tale portata da rendere comunque l'abitacolo incompatibile con la presenza di ogni forma di vita!!!!
E questo viene sempre tralasciato. Sempre.
Sarebbe come se ogni volta che c'è una fuga di metano ed un appartamento scoppia, la gente dovesse iniziare a disdire gli allacciamenti al gas!!!! Assurdo no? Non è colpa del metano se un raccordo MAI controllato dall'inquilino perde... così come non è colpa del metano se un camion ti tampona senza frenare ai 120 allora e ti fa arrivare le bombole sul capocollo!!!
jonniv - Lun 13 Nov 2006, 20:40
Oggetto:

gioyann ha scritto:

.................. in tv è passata la notizia in un modo che fa pensare alle persone "se l'auto non fosse stata a metano le ragazze sarebbero salve" !! Arrabbiato Arrabbiato Pollice verso


Infatti subito dopo l'accaduto la mamma di un mio amico che sta per ordinare una punto natural power ha cercato di dissuare il figlio dall'acquisto ! Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso



Quello che mi fa specie è pensare a cosa succede in Germania. Basito
Là, se non erro Occhiolino , al metano ci credono e investono in tal senso.
Ma per il metano "casalingo"?
Provate solo a nominarlo, loro usano l'elettrico e basta; ci definiscono pazzi sciagurati, portarsi in casa una cosa che si incendia e scoppia con facilità è per loro impensabile.
Non capisco se siamo più ignoranti noi, o loro, o se sia solo colpa dei media. Perplesso Pollice verso
gioyann - Mer 15 Nov 2006, 21:24
Oggetto:

http://www.lameziaweb.biz/new.asp?id=3131


ma che è, una congiura di idoti che tutti insieme hanno deciso che il terrorismo non fa più notizia e che lo scoppio delle bombole del metano fa vendere di più ?!?! Arrabbiato Pollice verso Pollice verso Pollice verso Pollice verso
fisico73 - Gio 16 Nov 2006, 08:36
Oggetto:

questa e' fantastica...

[...]Le fiamme sono state spente prima che potessero raggiungere l'impianto a gas dell'auto
ak - Gio 16 Nov 2006, 15:17
Oggetto:

fisico73 ha scritto:
questa e' fantastica...

[...]Le fiamme sono state spente prima che potessero raggiungere l'impianto a gas dell'auto

ROTFL! Risata a crepapelle Risata a crepapelle Risata a crepapelle c'è qualcosa di ancor più fantastico, anzi, che io non esiterei a definire fantascientifico:

C'è una bassissima per non dire NULLA possibilità che quell'auto fosse a metano e di un residente a Lamezia Terme: i distributori piu' vicini sono Polistena (RC) e Rende (CS) e distano entrambi tra gli 80 e gli 85km dal luogo del fatto. Pollice verso Pollice verso Pollice verso

Se era veramente un'auto alimentata a metano il proprietario disposto a farsi 160-170 km per rifornire sarebbe da fare Santo Subito Ghigno Ghigno Ghigno
gioyann - Gio 16 Nov 2006, 19:03
Oggetto:

ak ha scritto:

Se era veramente un'auto alimentata a metano il proprietario disposto a farsi 160-170 km per rifornire sarebbe da fare Santo Subito Ghigno Ghigno Ghigno



ma pensa te !! Pollice verso Pollice verso
ak - Gio 16 Nov 2006, 22:36
Oggetto:

gioyann ha scritto:
ma pensa te !! Pollice verso Pollice verso

...fortuna che i giornalisti non si sono accorti che il bus che stamattina a Bologna ha <a href="http://www.e-tv.it/ViewNewsTG.asp?idnews=84276">fatto filotto distruggendo 13 automobili in un colpo solo in mezzo ad un incrocio</a> era a metano Risata a crepapelle Ghigno
duna - Ven 17 Nov 2006, 01:26
Oggetto:

ak ha scritto:

...fortuna che i giornalisti non si sono accorti che il bus che stamattina a Bologna ha <a href="http://www.e-tv.it/ViewNewsTG.asp?idnews=84276">fatto filotto distruggendo 13 automobili in un colpo solo in mezzo ad un incrocio</a> era a metano Risata a crepapelle Ghigno


una sfortuna invece, pensa alle risate leggendo come avrebbero collegato la perniciosa presenza del nostro pericoloso gas Risata a crepapelle al cedimento dell'impianto frenante.
cpaolo67 - Ven 17 Nov 2006, 09:41
Oggetto:

duna ha scritto:
ak ha scritto:

...fortuna che i giornalisti non si sono accorti che il bus che stamattina a Bologna ha <a href="http://www.e-tv.it/ViewNewsTG.asp?idnews=84276">fatto filotto distruggendo 13 automobili in un colpo solo in mezzo ad un incrocio</a> era a metano Risata a crepapelle Ghigno


una sfortuna invece, pensa alle risate leggendo come avrebbero collegato la perniciosa presenza del nostro pericoloso gas Risata a crepapelle al cedimento dell'impianto frenante.



Spazientito dici che ha avuto probelmi ai freni??? Io penserei più ad un a fuga di metano, che vista la pressione a cui è sottoposto lo ha fatto partire a reazione!!! Ghigno diabolico Ghigno diabolico Risata a crepapelle Risata a crepapelle Ghigno Ghigno
Ospite - Ven 17 Nov 2006, 10:05
Oggetto:

cpaolo67 ha scritto:
... Spazientito dici che ha avuto probelmi ai freni??? Io penserei più ad un a fuga di metano, che vista la pressione a cui è sottoposto lo ha fatto partire a reazione!!! Ghigno diabolico Ghigno diabolico Risata a crepapelle Risata a crepapelle Ghigno Ghigno


...Si e' partito a razzo come un palloncino... Ghigno Ghigno Ghigno
Ospite - Lun 12 Mar 2007, 15:50
Oggetto:

Prima finiscono questi esempi di disinformazione giornalistica, prima le persone cominciano ad avvicinarsi al metano. Esempio degli effetti nefasti della malainformazione: parlo con alcuni amici dei vantaggi innegabili del metano su auto e questi mi dicono:"va bene l'ambiente ed il risparmio ma leggo che le auto a metano non possono salire sui traghetti nè parcheggiare in sotterranei e allora... non so se è il caso di averne una. Troppi problemi!" Ma è possibile!?
cpaolo67 - Lun 12 Mar 2007, 16:00
Oggetto:

blu ha scritto:
Prima finiscono questi esempi di disinformazione giornalistica, prima le persone cominciano ad avvicinarsi al metano. Esempio degli effetti nefasti della malainformazione: parlo con alcuni amici dei vantaggi innegabili del metano su auto e questi mi dicono:"va bene l'ambiente ed il risparmio ma leggo che le auto a metano non possono salire sui traghetti nè parcheggiare in sotterranei e allora... non so se è il caso di averne una. Troppi problemi!" Ma è possibile!?


Beh, in questo caso dovresti stamparti le normative vigenti (le trovi a destra nei downloads) e metterle sotto gli occhi di chi parla a vanvera e senaza conoscere le leggi!!!!
Ospite - Gio 19 Apr 2007, 10:02
Oggetto:

Riporto fedelmente le ultime righe di un articolo pubblicato a pag. 12 de IL GIORNO ed. Milano di oggi sulla successione del Presidente di ATM :" L'Azienda ha investito in bus pensando all'ambiente."
Si viaggia diesel, meno inquinante del metano, come ha dimostrato uno studio dell'Università di Gaz."
Poichè conosco la giornalista autrice del pezzo, sicuramente le chiederò spiegazioni delle sue affermazioni che mi sembrano assolutamente false soprattutto per quanto riguarda il PM 10 , ma vorrei avere qualcosa di più concreto: chi ne sa di più?
Saluti.
ariosto - Gio 19 Apr 2007, 10:22
Oggetto:

lravera ha scritto:
Riporto fedelmente le ultime righe di un articolo pubblicato a pag. 12 de IL GIORNO ed. Milano di oggi sulla successione del Presidente di ATM :" L'Azienda ha investito in bus pensando all'ambiente. Si viaggia diesel, meno inquinante del metano, come ha dimostrato uno studio dell'Università di Gaz."


Immagino che si tratti dell'universita' di Graz, famosa nell'ambiente automobilistico per aver usato cadaveri al posto dei manichini nei crash test...
Ospite - Gio 19 Apr 2007, 10:22
Oggetto:

lravera ha scritto:
Riporto fedelmente le ultime righe di un articolo pubblicato a pag. 12 de IL GIORNO ed. Milano di oggi sulla successione del Presidente di ATM :" L'Azienda ha investito in bus pensando all'ambiente. Si viaggia diesel, meno inquinante del metano, come ha dimostrato uno studio dell'Università di Gaz." Poichè conosco la giornalista autrice del pezzo, sicuramente le chiederò spiegazioni delle sue affermazioni che mi sembrano assolutamente false soprattutto per quanto riguarda il PPM 10 , ma vorrei avere qualcosa di più concreto: chi ne sa di più? Saluti.[/img]



ma come si permette sta qua di riportare notizie cosi false???!!!
ak - Gio 19 Apr 2007, 10:26
Oggetto:

lravera, Sarebbe sufficiente il download che trovi qui?
http://www.metanoauto.com/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=6

Citazione:
Test carburanti alternativi su autobus

Descrizione: Test sulle emissioni prodotte da metano, gasolio, biodiesel e GECAM/Aquazole condotto nel 2001 da Comune di Bologna/ATC/ENEA/ARPA/AUSL/CNR/RER su autobus urbani.


A Bologna dal 2001 la gran parte dei nuovi bus urbani acquistati sono a metano e ATC si è dotata di un distributore interno a 2 depositi su 3 attivi in città.

Da: http://www.federmobilita.it/sito/index.php?option=content&task=view&id=125&Itemid=67

Citazione:
Adeguamento della flotta ATC

ATC ha già avviato il progetto di utilizzo del gas metano come combustibile di trazione a partire dal 2001, anno in cui ha iniziato a dotarsi di autobus urbani alimentati a gas naturale.

Il metano rappresenta una valida alternativa al gasolio per la flotta del trasporto pubblico, sia dal lato economico, sia per il ridottissimo impatto ambientale che questo carburante è in grado di garantire.

I veicoli alimentati con questo combustibile oltre a risultare a "minimo impatto ambientale" consentono inoltre un deciso abbassamento (-30%) del disturbo acustico e delle vibrazioni rispetto ai mezzi a gasolio.

Tutti i veicoli a gas naturale immessi in servizio da ATC dal 2003 in avanti sono rispondenti agli standards di emissioni EEV (Enhanced Environmental Vehicle), ancor più severi, in termini comparativi, dei parametri Euro 3 ed Euro 4.

Ad oggi è attivo, presso il deposito di via Ferrarese, un impianto di rifornimento rapido, capace di erogare, in un pochi minuti, il pieno necessario per rendere autonomo un bus per tutta la giornata.

Sono inoltre stati avviati i lavori di costruzione di una seconda stazione di rifornimento rapido di metano all'interno del deposito di via Due Madonne, che entrerà in funzione nel corso del 2006. Questo secondo impianto potrà consentire in futuro un ulteriore sviluppo della flotta metanizzata di ATC: si stima, infatti, che a pieno regime di utilizzo le due stazioni potranno soddisfare le esigenze di rifornimento di circa 210 autobus a gas naturale.

E' attualmente allo studio un'ulteriore espansione delle stazioni di rifornimento. Il parco-mezzi ATC, dai primi 10 bus acquistati nel 2001, contava (al 31.12.05) 102 veicoli alimentati a gas naturale.

La flotta di ATC si è rinnovata nel corso del 2005 acquisendo 130 veicoli, dei quali 106 in funzione dal 2005, così distribuiti per tipologia:

§ 20 urbani 12 m. a metano;
§ 6 urbani 18 m. a metano;
§ 14 urbani 18 m. a metano;
§ 30 suburbani con crt;
§ 10 suburbani snodati con crt;
§ 30 interurbani 18 m. e 15 m. con crt;
§ 20 interurbani derivati 12 m.

Il parco mezzi al 31.12.05 è così costituito per utilizzo di servizio:
§ Veicoli urbani: 524;
§ Veicoli suburbani (compreso Aerobus): 207;
§ Veicoli extraurbani: 262;
§ Veicoli a noleggio: 14
§ Totale: 1.007

Ospite - Gio 19 Apr 2007, 10:27
Oggetto:

ariosto ha scritto:
lravera ha scritto:
Riporto fedelmente le ultime righe di un articolo pubblicato a pag. 12 de IL GIORNO ed. Milano di oggi sulla successione del Presidente di ATM :" L'Azienda ha investito in bus pensando all'ambiente. Si viaggia diesel, meno inquinante del metano, come ha dimostrato uno studio dell'Università di Gaz."


Immagino che si tratti dell'universita' di Graz, famosa nell'ambiente automobilistico per aver usato cadaveri al posto dei manichini nei crash test...


...Ma sai..se i "petrolieri" ti passano qualche euro sotto banco...la fantasia vola...vola...volaaa... Ghigno
Ospite - Gio 19 Apr 2007, 10:31
Oggetto:

Molto bene grazie: ho stampato la Sperimentazione Carburanti alternativi e oggi gliela porto. quello che mi lascia perplesso è la fantomatica Università di Gaz. Saluti
Nobel - Gio 19 Apr 2007, 10:36
Oggetto:

E il bello è che magari trovano chi ci crede pure!!!

Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Pollice verso Pollice verso Spazientito Perplesso Sbalordito
Ospite - Gio 19 Apr 2007, 13:44
Oggetto:

iravera ha scritto:
Riporto fedelmente le ultime righe di un articolo pubblicato a pag. 12 de IL GIORNO ed. Milano di oggi sulla successione del Presidente di ATM :" L'Azienda ha investito in bus pensando all'ambiente."
Si viaggia diesel, meno inquinante del metano, come ha dimostrato uno studio dell'Università di Gaz."
Poichè conosco la giornalista autrice del pezzo, sicuramente le chiederò spiegazioni delle sue affermazioni che mi sembrano assolutamente false soprattutto per quanto riguarda il PM 10 , ma vorrei avere qualcosa di più concreto: chi ne sa di più?
Saluti.


EHM,
a parte QUOTARE quello scritto e fatto da Ak, Ariosto ed altri....
"IRAvera"
perchè NON gli riporti quello che ha scritto l'Azienda dei rifiuti di MILANO,
(in una notizia riportata dalla RETE.... e qui in prima pagina....)

che ha scritto una mezza corbelleria Tecnica e di costi,
ma dal punto di vista AMBIENTALE,
STRACONFERMA i NOSTRI DATI.... Occhiolino Pollice su Sbalordito Sbalordito

Che fanno, la mano destra di Milano dice una cosa, e la mano sinistra un'altra???? Occhiolino Sbalordito Pollice su (non policitizzate, eh???)

Incredibilescion Occhiolino Pollice su Sbalordito Sbalordito Sbalordito
Ospite - Gio 19 Apr 2007, 14:07
Oggetto:

Esistono alcuni studi americani, riferiti di solito ad autobus obsoleti, in cui i diesel con FAP risultano avere emissioni migliori, nondimeno gli studi di autobus con livelli tecnologici analoghi mostrano che i diesel con FAP (per gli altri manco a parlarne) hanno emissioni sullo stesso livello di quelli a metano con filtro ad ossidazione. Gli autobus a metano con catalizzatore a tre vie hanno emissioni inferiori.
Questo in generale, poi si puo' discutere in dettaglio e dei casi particolari. Credo faccia testo la famosa discussione/scazzatura sul forum di ecquologia, soprattutto i documenti li' citati.

In ogni caso il fattore economico dovrebbe essere a favore del metano, come e' per le nostre autovetture, anche se per gli autobus immagino si debba predisporre infrastrutture ad hoc, distributori a flusso elevato presso i depositi, etc...
In ogni caso con i kilometraggi che hanno dovrebbero risparmiare bei soldini...

ciao
ariosto - Gio 10 Mag 2007, 12:09
Oggetto:

Su Quattroruote di maggio c'e' la lettera di un tizio che ha fatto il giro dei concessionari per trattare un'auto nuova a benzina da trasformare (a GPL, per carenze della rete distributiva del metano in zona, ma quanto segue non sarebbe cambiato affatto).

Purtroppo ha ascoltato la solita litania di str###ate: ma perche' non prendi un diesel? ma vuoi davvero girare con una bomba in macchina? eccetera, eccetera... che tristezza!
Ospite - Mar 26 Giu 2007, 23:14
Oggetto:

L'Europa sudorientale brucia.

Brucia letteralmente l'Italia del Sud, soprattutto la Sicilia. Qui siamo nei pressi di Piano dell'Occhio, vicino a Palermo, dove le fiamme sono arrivate a minacciare le case. Due cugini, operai stagionali della Forestale, sono stati sorpresi mentre appiccavano il fuoco a Capaci.

Dopo ripetuti black out, l'Enel è stata autorizzata a procedere a interruzioni di elettricità a rotazione nella regione. A Catania due autobus alimentati a metano sono esplosi. Non ci sono feriti.

Ci sono invece almeno una quarantina di morti nel resto dell'Europa colpita dall'ondata di caldo, una trentina solo in Romania, dove otto dipartimenti e la capitale Bucarest sono in stato d'allerta. Almeno quattro i decessi solo oggi per attacchi cardiaci. Ma vittime si registrano anche in Grecia, Albania, Croazia, Bosnia e Turchia. In Bulgaria, Macedonia e Serbia non ci sono morti per ora, ma la colonnina di mercurio si è avvicinata o ha superato i 40 gradi.

In Turchia le autorità hanno concesso tre giorni di vacanza alle categorie di persone più a rischio, come donne incinte e portatori di handicap. Le temperature non dovrebbero infatti calare fino a venerdì.

Sbalordito Sbalordito Sbalordito Sbalordito Sbalordito Sbalordito Sbalordito
gioyann - Mer 27 Giu 2007, 00:11
Oggetto:

lordhidelan ha scritto:
A Catania due autobus alimentati a metano sono esplosi. Non ci sono feriti.





due bus esplodono con centinaia di litri di metano e nessuno si ferisce?

se ne son lette di cagate simili sulla stampa, hai voglia !
mansel - Mer 27 Giu 2007, 06:31
Oggetto:

per sicurezza non lasciate parcheggiate le macchine al sole Ghigno

che bufalette Ghigno
ziolucio - Mer 27 Giu 2007, 07:58
Oggetto:

lordhidelan ha scritto:
L'Europa sudorientale brucia.
.....
A Catania due autobus alimentati a metano sono esplosi.
.....


Per completezza di informazione riporto la notizia (fonte RaiNews) "A Catania, un incendio di sterpaglie ha fatto esplodere due bus urbani alimentati a metano che si trovavano all'interno del deposito."
Ospite - Mer 27 Giu 2007, 08:48
Oggetto:

da La Sicilia
La Sicilia ha scritto:
Catania - Incendio in deposito Amt, esplodono due autobus

CATANIA - Due autobus alimentati a metano dell'Azienda municipale trasporti di Catania sono esplosi in un incendio che ha coinvolto il deposito della Amt di via San Giuseppe La Rena. Non ci sono feriti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia piazza Dante che, insieme agli autisti della Amt, sono riusciti a portare fuori dal deposito le altre vetture. Le fiamme avevano aggredito il deposito sviluppandosi all'esterno della struttura e si stanno dirigendo adesso verso una vicina falegnameria. Sul posto non sono ancora potuti intervenire i vigili del fuoco impegnati in altre decine di interventi


ciao
ak - Mer 27 Giu 2007, 09:31
Oggetto:

Risata a crepapelle ...come se un bus con un serbatoio da centinaia di litri di altro carburante fosse ignifugo e resistente al fuoco appiccato da un incendio esterno...

E' molto facile che l' "esplosione" non fosse altro che lo sfiato e la combustione del contenuto delle bombole avvenuto per il regolare funzionamento delle valvole di sicurezza installate sulle stesse. Idea
Ospite - Mer 27 Giu 2007, 11:05
Oggetto:

che stronzata.... scusate ma è cosi...
Ospite - Mer 27 Giu 2007, 12:03
Oggetto:

Ak ha scritto:
E' molto facile che l' "esplosione" non fosse altro che lo sfiato e la combustione del contenuto delle bombole avvenuto per il regolare funzionamento delle valvole di sicurezza installate sulle stesse.


OPPURE, Sbalordito Pollice verso
come già è successo
qualche "pirla" ha CHIUSO e sigillato il cassone di contenimento delle Bombole, ed una perdita,
HA FATTO la MINI bomba
facendo esplodere e/o bruciare il cassone medesimo,
ma SICURAMENTE,
le bombole SONO SALVE..... Occhiolino Figo! Pollice su Sbalordito

Vedasi Brescia, 2000 oppure 2001.... Ghigno Occhiolino Sbalordito
(e da allora i CASSONI sono APERTI 3-5 cm al di sotto e per tutto il perimetro..... Figo! Occhiolino Pollice su Sbalordito Ghigno )

Salutations Ghigno Occhiolino Figo! Sbalordito Pollice su
duna - Mer 27 Giu 2007, 12:26
Oggetto:

ak ha scritto:
Risata a crepapelle ...come se un bus con un serbatoio da centinaia di litri di altro carburante fosse ignifugo e resistente al fuoco appiccato da un incendio esterno...

E' molto facile che l' "esplosione" non fosse altro che lo sfiato e la combustione del contenuto delle bombole avvenuto per il regolare funzionamento delle valvole di sicurezza installate sulle stesse. Idea


credo anche io. I bus di Venezia caricano al pieno ben piu' di 100 chili di metano, se fossero _esplose_ bombole per piu' di 1000 litri di volume avrebbero creato una voragine lunare, altro che falegnameria in preda alle fiamme. Lo sfiato delle bombole ha progressivamente alimentato le fiamme (distruggendo verosimilmente i mezzi, rosi dal fuoco) ma certo non sono esplose senno' altro che feriti.
Ludo - Mer 4 Lug 2007, 21:56
Oggetto:

Colui che indovinerà su quale mezzo di informazione a diffusione nazionale è stato scritto il seguente ammasso di boiate senza senso sulla Multipla vincerà una bottiglia di Gutturnio D.O.C. della Val Tidone, che sarà consegnato personalmente dal sottoscritto al primo raduno utile: Prosit!

Citazione:
(...) già nel 1999 la Fiat offriva la Multipla bipower, una vettura alimentata a benzina e a metano, a un prezzo abbastanza conveniente. (...)
Questo in teoria, perchè in realtà la Multipla bipower è affetta da vari problemi tra cui un funzionamento a strappi, la perdita di liquidi dal motore e corrosione dell'impianto a metano. Senza dimenticare la scarsa qualità di assemblaggio


Funzionamento a strappi? Perdita di liquidi dal motore? Corrosione dell'impianto a metano? Sbalordito Sbalordito Sbalordito Sbalordito Sbalordito Sbalordito Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato

(Max 2 tentativi pro-capite, eh... Sorriso )
ak - Mer 4 Lug 2007, 22:30
Oggetto:

...4R...? uhm... no, troppo banale, anche se non impossibile... Spazientito
spina - Mer 4 Lug 2007, 22:36
Oggetto:

Ludo ha scritto:
Colui che indovinerà su quale mezzo di informazione a diffusione nazionale è stato scritto il seguente ammasso di boiate senza senso sulla Multipla vincerà una bottiglia di Gutturnio D.O.C. della Val Tidone, che sarà consegnato personalmente dal sottoscritto al primo raduno utile: Prosit!

Citazione:
(...) già nel 1999 la Fiat offriva la Multipla bipower, una vettura alimentata a benzina e a metano, a un prezzo abbastanza conveniente. (...)
Questo in teoria, perchè in realtà la Multipla bipower è affetta da vari problemi tra cui un funzionamento a strappi, la perdita di liquidi dal motore e corrosione dell'impianto a metano. Senza dimenticare la scarsa qualità di assemblaggio


Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato

(Max 2 tentativi pro-capite, eh... Sorriso )


"Oggi"..... "Repubblica" Spazientito
Ludo - Mer 4 Lug 2007, 23:23
Oggetto:

spina: acqua...
ak: brace (si dice? Insomma, meno di fuochino Sorriso )
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 00:57
Oggetto:

Allora Gente Motori
se 4ruotine è brace..... Occhiolino Figo! Ghigno Pollice su Sbalordito

Provescion I^
ptprince - Gio 5 Lug 2007, 07:37
Oggetto:

Secondo me...

Come si chiama quel giornale tutto listino, che ogni mese scrive un articolo di una colonna praticamente per ogni auto in produzione??? "In auto"????
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 08:00
Oggetto:

"Al Volante" ?
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 08:02
Oggetto:

"Al volante"?

...Forse " gente motori"?
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 08:13
Oggetto:

"automobilismo" ???
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 08:19
Oggetto:

Visto che sono stato preceduto da Nicovent, con " Al Volante", direi allora
"Auto Oggi"

"Automobilismo" spero di no, se anche loro si mettono a dire certe castronerie, allora non c'è più speranza!
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 08:26
Oggetto:

Ludo ha scritto:
Colui che indovinerà su quale mezzo di informazione a diffusione nazionale è stato scritto il seguente ammasso di boiate senza senso sulla Multipla vincerà una bottiglia di Gutturnio D.O.C. della Val Tidone, che sarà consegnato personalmente dal sottoscritto al primo raduno utile: Prosit!

Citazione:
(...) già nel 1999 la Fiat offriva la Multipla bipower, una vettura alimentata a benzina e a metano, a un prezzo abbastanza conveniente. (...)
Questo in teoria, perchè in realtà la Multipla bipower è affetta da vari problemi tra cui un funzionamento a strappi, la perdita di liquidi dal motore e corrosione dell'impianto a metano. Senza dimenticare la scarsa qualità di assemblaggio




...Mani di fata... Dubbio ...o...Confidenze... Dubbio ... Ghigno
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 08:27
Oggetto:

Rivista mensile dei soci Aci? (mi pare si chiami In auto o qualcosa del genere)
Ludo - Gio 5 Lug 2007, 08:42
Oggetto:

Si aggiudica la bottiglia di Gutturnio..................

rolando! Vittoria! Vittoria!

La fonte è Auto Oggi, numero del 23 maggio scorso.
Le perle sono contenute in un articolo dal titolo "Inquinare meno spendendo poco", che presenta le schede dei modelli consigliati dalla redazione per un acquisto ecologico e conveniente sull'usato recente, un paio per segmento.
Naturalmente la Multipla BP è l'unica auto a metano recensita, ed è pure l'unica che riceve un giudizio con sole 2 stelle, mentre - per dire - una Mondeo 1,8 TDCi prende 4 stelle.
Altra perla: sapevate che una Multipla BP del '99 si può acquistare con soli 1900 € (questa è la valutazione indicata)? Sbalordito Sbalordito

Ah, non mi sono improvvisamente rincitrullito, è che ho ricevuto un abbonamento ad Auto Oggi in regalo per Natale Ghigno
Non è nemmeno una brutta rivista per un appassionato che acquisti anche un mensile: anticipazioni, confronti, schede complete dei modelli provati, pagina della tecnica, ampia sezione sulle competizioni nazionali; soprattutto sono interessanti i servizi presi dalla gemella tedesca Auto Bild (molto più seria). Però cadono in topiche davvero clamorose, specie quando citano auto più vecchie di 10 anni e su alcuni temi, vedi inquinamento, fanno veramente cadere le braccia: da gennaio non ho ancora visto (tenendo presente che, grazie all'efficiente riorganizzazione delle poste locali, ricevo 1 numero ogni 4 Arrabbiato ) un servizio su auto a metano, nonostante quasi in tutti i numeri sia trattato l'argomento: questo è stato il primo riferimento Arrabbiato
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 08:54
Oggetto:

Ludo ha scritto:
Si aggiudica la bottiglia di Gutturnio..................

rolando! Vittoria! Vittoria!

La fonte è Auto Oggi, numero del 23 maggio scorso.
Le perle sono contenute in un articolo dal titolo "Inquinare meno spendendo poco", che presenta le schede dei modelli consigliati dalla redazione per un acquisto ecologico e conveniente sull'usato recente, un paio per segmento.
Naturalmente la Multipla BP è l'unica auto a metano recensita, ed è pure l'unica che riceve un giudizio con sole 2 stelle, mentre - per dire - una Mondeo 1,8 TDCi prende 4 stelle.
Altra perla: sapevate che una Multipla BP del '99 si può acquistare con soli 1900 € (questa è la valutazione indicata)? Sbalordito Sbalordito

Ah, non mi sono improvvisamente rincitrullito, è che ho ricevuto un abbonamento ad Auto Oggi in regalo per Natale Ghigno
Non è nemmeno una brutta rivista per un appassionato che acquisti anche un mensile: anticipazioni, confronti, schede complete dei modelli provati, pagina della tecnica, ampia sezione sulle competizioni nazionali; soprattutto sono interessanti i servizi presi dalla gemella tedesca Auto Bild (molto più seria). Però cadono in topiche davvero clamorose, specie quando citano auto più vecchie di 10 anni e su alcuni temi, vedi inquinamento, fanno veramente cadere le braccia: da gennaio non ho ancora visto (tenendo presente che, grazie all'efficiente riorganizzazione delle poste locali, ricevo 1 numero ogni 4 Arrabbiato ) un servizio su auto a metano, nonostante quasi in tutti i numeri sia trattato l'argomento: questo è stato il primo riferimento Arrabbiato


Evvai!

Sarà un'incentivo per unirmi a voi a qualche raduno.
Ho sempre voluto partecipare, ma, con la piccolina Andrea, abbiamo avuto qualche piccolo problemino, che ora si sta lentamente risolvendo, quindi ci vedremo prossimamente, spero....
Tornando IT, è incredibile, come delle volte si leggano simili corbellerie, anche su mensili "specializzati..."
strappo73 - Gio 5 Lug 2007, 10:40
Oggetto:

COMPLIMENTI Risata Verremo tutti a sentire la bonta del vinello Sorriso Risata a crepapelle Ghigno Occhiolino
cpaolo67 - Gio 5 Lug 2007, 11:19
Oggetto:

Ludo ha scritto:

La fonte è Auto Oggi, numero del 23 maggio scorso.
Arrabbiato


Ma non è che l'articolo sia a firma: kb8??? Ghigno diabolico Ghigno diabolico Ghigno diabolico
Ghigno Ghigno Ghigno
Ludo - Gio 5 Lug 2007, 13:10
Oggetto:

Purtroppo non c'è la firma Risata
Ospite - Gio 5 Lug 2007, 16:20
Oggetto:

Ludo ha scritto:
Purtroppo non c'è la firma Risata


CHE CONIGLIO !!!

Image

Col gutturnio ci va ???
arhat - Gio 5 Lug 2007, 16:22
Oggetto:

Ludo ha scritto:
Purtroppo non c'è la firma Risata


Peccato, avremmo potuto fare una petizione per candidarlo ai più importanti premi di giornalismo d'inchiesta !

Ci sarebbe da essere scurrile ci sarebbe, che contentrato di idiozie che hanno scritto ! Bla...bla...
Ospite - Ven 6 Lug 2007, 07:53
Oggetto:

arhat ha scritto:
Ludo ha scritto:
Purtroppo non c'è la firma Risata


Peccato, avremmo potuto fare una petizione per candidarlo ai più importanti premi di giornalismo d'inchiesta !

Ci sarebbe da essere scurrile ci sarebbe, che contentrato di idiozie che hanno scritto ! Bla...bla...


Beh, c'è di peggio nel nostro sito
cpaolo67 - Ven 6 Lug 2007, 08:03
Oggetto:

pf ha scritto:
arhat ha scritto:
Ludo ha scritto:
Purtroppo non c'è la firma Risata


Peccato, avremmo potuto fare una petizione per candidarlo ai più importanti premi di giornalismo d'inchiesta !

Ci sarebbe da essere scurrile ci sarebbe, che contentrato di idiozie che hanno scritto ! Bla...bla...


Beh, c'è di peggio nel nostro sito



Per me è l'autore dell'articolo... "L'assassino che va sul luogo del crimine!!!" Ghigno Ghigno Ghigno
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 10:52
Oggetto:

Fa un casino pazzesco tra metano e GPL... ma chi le scrive ste cose ?

Cito soltanto questo...
"Si sa che il gas per auto trazione è più pesante dell'aria: in caso di incidente non è un aggravante rispetto alla benzina mentre in un garage è un vantaggio perché in un luogo chiuso o poco arieggiato un gas più leggero dell'aria può creare atmosfere esplosive che hanno alta probabilità di essere accese da apparecchiature elettriche. "

No comment...

http://www.repubblica.it/2009/06/motori/giugno3-09/auto-sicurezza-gpl/auto-sicurezza-gpl.html
cpaolo67 - Mar 30 Giu 2009, 11:17
Oggetto:

brunotto ha scritto:
Fa un casino pazzesco tra metano e GPL... ma chi le scrive ste cose ?

Cito soltanto questo...
"Si sa che il gas per auto trazione è più pesante dell'aria: in caso di incidente non è un aggravante rispetto alla benzina mentre in un garage è un vantaggio perché in un luogo chiuso o poco arieggiato un gas più leggero dell'aria può creare atmosfere esplosive che hanno alta probabilità di essere accese da apparecchiature elettriche. "

No comment...

http://www.repubblica.it/2009/06/motori/giugno3-09/auto-sicurezza-gpl/auto-sicurezza-gpl.html


E' assurdo... incredibile!!! Arrabbiato
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 11:23
Oggetto:

Scrivere per segnalare lo svarione?
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 11:23
Oggetto:

Dico solo che trattare un argomento tecnico in modo così fuorviante, senza nessuna competenza e tra il resto con l'intento di rassicurare la gente dopo una tragedia del genere... è al limite del criminale.

Questo andrebbe segnalato all'ordine dei giornalisti.
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 11:35
Oggetto:

Ho scritto a repubblica (repubblicawww@repubblica.it)

http://www.repubblica.it/2009/06/motori/giugno3-09/auto-sicurezza-gpl/auto-sicurezza-gpl.html

Questo articolo è gravemente errato e fuorviante, avete scritto delle cose che tecnicamente sono il contrario del vero.

Si prega di rettificare.

In particolare vanno distinti i comportamenti del gas GPL e Metano, il primo più pesante dell'aria (e quindi pericoloso) ed il secondo più leggero. Essendo più leggero il gas metano si disperde velocemente impedendo concentrazioni pericolose in caso di fughe, inoltre il metano è assai più difficile da far detonare rispetto al GPL.

Il GPL più pesante in caso di fughe tende ad addensarsi nei tombini o perfino in piccole buche nel terreno ove raggiunge concentrazioni detonabili.

Un incidente simile a quello di Viareggio che avesse coinvolto il metano invece del GPL non sarebbe stato così grave... e forse si sarebbe limitato ad uno spavento.

Saluti,
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 11:47
Oggetto:

Quì (un vero esperto evidentemente) ha spiegato bene quello che è successo...

"La dinamica. Il gas di petrolio liquefatto fuoriuscito dal vagone cisterna a contatto con l'aria si è trasformato in nube che trovato un innesco: da qui la deflagrazione con la potenza di una bomba, causando gravi danni nel raggio di 300 metri. Tocca all'ingegner Sergio Basti, direttore centrale per l'emergenza del Dipartimento dei vigili del fuoco, spiegare le modalità dell'incidente. "La ferrocisterna che trasporta 30 metri cubi di gpl - spiega Basti - per un guasto tecnico si è ribaltata, il fasciame si è rotto e il gas liquido è uscito. A contatto con l'aria si è trasformato in una nube di gas che ha invaso la massicciata e si è stratificata in basso. Una scintilla può aver causato l'esplosione che è stata devastante"."

http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/cronaca/viareggio-treno/cause-disastro/cause-disastro.html#commenta
ariosto - Mar 30 Giu 2009, 13:54
Oggetto:

brunotto ha scritto:
Un incidente simile a quello di Viareggio che avesse coinvolto il metano invece del GPL non sarebbe stato così grave... e forse si sarebbe limitato ad uno spavento.


Un incidente del genere con il metano non sarebbe stato possibile: il metano non è trasportabile in cisterne!

Solo il GNL (metano liquefatto a bassissime temperature) viene trasportato in cisterne, ma il trasporto avviene via mare in apposite navi, o al limite (per brevi tragitti nell'entroterra) su gomma, non su ferro.
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 14:38
Oggetto:

Quello che intendevo dire è che se -per ipotesi- un trasporto di metano fosse fatto per ferrovia e -sempre per ipotesi- incorresse in un incidente simile credo che -data la diversa densità del metano in aria rispetto al GPL- il danno sarebbe stato assai più limitato.

Non credi ?
ariosto - Mar 30 Giu 2009, 15:12
Oggetto:

brunotto ha scritto:
Quello che intendevo dire è che se -per ipotesi- un trasporto di metano fosse fatto per ferrovia


Ipotesi assurda, quindi è inutile ipotizzare... Occhiolino
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 15:28
Oggetto:

Ok... lasciamo perdere... ho scritto una capz.ata.

comunque la castroneria scritta dal giornalista di Repubblica è decisamente più grossa della mia -mi sembra- ed oltretutto quì ci sei tui che mi puoi correggere ma lì non c'è nessuno che lo fa... (l'articolo di Repubblica è ancora lì on-line come era stato messo in origine)... Perplesso
cpaolo67 - Mar 30 Giu 2009, 15:39
Oggetto:

brunotto ha scritto:
Ok... lasciamo perdere... ho scritto una capz.ata.

comunque la castroneria scritta dal giornalista di Repubblica è decisamente più grossa della mia -mi sembra- ed oltretutto quì ci sei tui che mi puoi correggere ma lì non c'è nessuno che lo fa... (l'articolo di Repubblica è ancora lì on-line come era stato messo in origine)... Perplesso


Beh, se guardi in rete ci sono addirittura giornali che scrivono di "treno carico di gas metano liquido"!!!! La moglie dell'ignoranza è sempre incinta!!!
alessiom - Mar 30 Giu 2009, 15:53
Oggetto:

manub ha scritto:
Scrivere per segnalare lo svarione?

Scusate il post un po' lungo.
Mi sono preso qualche minuto per scrivere una mail a Vincenzo Borgomeo, l'autore dell'articolo incriminato. Non l'ho ancora spedita. Contavo di farlo piu' tardi dpo aver raccolto consigli, suggerimenti, <strike>dell'asino</strike>,...
La mail e' la seguente.

Salve,
vorrei complimentarmi col signor Borgomeo per aver scritto l'articolo 'Auto gpl, la questione sicurezza "Ecco tutti i collaudi di legge"', un vero condensato di allarmismo ed errori.

Cominciamo.Gia' la prima frase irrita: "sono sicure le auto a gas?" Non meno delle auto a benzina o a gasolio se la manutenzione viene fatta a regola d'arte (e questo vale anche per i combustibili liquidi). Non solo, ma:
- la benzina o il gasolio hanno una concentrazione di combustione dell'1% e dello 0,5%, contro il 2,2% del propano (principale costituente del gpl) e il 5% del metano;
- il serbatoio del metano viene progettato per resistere a 450 bar, ogni 5 anni (quelli costruiti secondo la normativa italiana) sono collaudati a 300 bar e la loro pressione di esercizio e' attorno ai 220 bar. Se il signor Borgomeo e' d'accordo gli posso dare in mano un martello da 5 kg e un punteruolo e lasciarlo solo con la mia bombola di metano, a patto che egli, poi, mi lasci solo con il serbatoio della sua auto;
- le condutture che portano il metano (e credo anche il gpl) dal serbatoio al motore sono in rame, quelli della benzina sono in plastica/gomma. Non capita mai che se ne crepi una e lasci colare la benzina sul motore caldo, vero?

Andiamo avanti, alla notizia dei due ustionati. Considerando che le condutture del gpl e del metano corrono all'esterno del veicolo e che l'odore del gpl (e del metano) si avverte a concentrazioni bassissime piu' che sul gpl punterei il dito sulla manutenzione del mezzo (sempre che sia vero che si sia incendiato il gpl e non la tappezzeria dell'auto. Se avessero appena fatto il pieno di benzina il titolo sarebbe stato "Fa il pieno di benzina e si incendia"?)

E continuiamo con la sciocchezza vera e propria relativa alla relazione sicurezza/densita'. Cominciamo con il fare chiarezza: "il gas per autotrazione" sono due: metano e gpl. Il metano e' piu' leggero dell'aria (0,7 kg/m3), il gpl e' piu' pesante (attorno ai 2 kg/m3 allo stato gassoso).
In caso di incidente con rottura della bombola o dei tubi (e' mai capitato? ne avete notizia?) il metano, essendo piu' leggero, si disperde immediatamente in atmosfera senza concentrarsi, mentre il gpl, piu' pesante, puo' ristagnare in un avvallamento sotto la macchina, magari in prossimita' della (bella calda) marmitta catalitica. Insomma, si comporta praticamente come la benzina. Se il signor Borgomeo preferisce ritiene che un gas pesante sia piu' sicuro (intrinsecamente, non sto parlando dei rispettivi impianti, che sono a pari merito, in quanto a sicurezza) di uno leggero forse dovrebbe ripassare un po' di fisica.

Concludiamo con l'inesattezza contenuta nell'ultimo periodo. "I parcheggi sono - salvo rarissime eccezioni - privati". Quelli dei condomini, certamente. Ed essendo privati possono vietare anche il parcheggio alle auto di colore rosso (se c'e' unanimita' tra tutti i condomini), ma quelli dei centri commerciali o quelli a pagamento sono aperti al pubblico e devono sottostare al Decreto Ministeriale 1 febbraio 1986 che regolamenta solo il parcamento dei mezzi alimentati a gpl (massimo un piano sottoterra) e non possono impedire l'ingresso ai mezzi a metano (sempreche' siano costruiti secondo le normative e i pompieri abbiano rilasciato il nulla osta).

Non pretendo che un giornalista sappia tutto, ma chiedo che chi si occupa di un argomento lo conosca, o almeno chieda agli esperti.

Cordiali saluti
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 17:10
Oggetto:

ariosto ha scritto:
brunotto ha scritto:
Un incidente simile a quello di Viareggio che avesse coinvolto il metano invece del GPL non sarebbe stato così grave... e forse si sarebbe limitato ad uno spavento.


Un incidente del genere con il metano non sarebbe stato possibile: il metano non è trasportabile in cisterne!

Solo il GNL (metano liquefatto a bassissime temperature) viene trasportato in cisterne, ma il trasporto avviene via mare in apposite navi, o al limite (per brevi tragitti nell'entroterra) su gomma, non su ferro.


In realtà il metano viene trasportato su gomma anche su tratti piuttosto lunghi negli USA, dove la distribuzione di GNL è diffusa. A tal proposito va però segnalato che secondo un indagine fatta dalla Commissione per l'Energia della California, nei dieci incidenti avvenuti fino ad ora che hanno coinvolto autocisterne di LNG solo due hanno causato sversamento ed in questi due casi il metano si è disperso in atmosfera. Per questo motivo il trasporto di l'LNG su gomma è stato considerato più sicuro del GPL ed anche della benzina. Se non ricordo male solo il gasolio aveva un punteggio migliore Pollice su
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 17:19
Oggetto:

alessiom ha scritto:

La mail e' la seguente.


Grande !
Mi sa che sto tipo prima di scrivere di nuovo ci pensa meglio...
Ospite - Mar 30 Giu 2009, 19:14
Oggetto:

Servizio su Canale 5 (TG5) su GPL/Metano ed autotrazione estremamente preciso e veritiero... altro che Repubblica... Pollice verso
ariosto - Mar 30 Giu 2009, 21:40
Oggetto:

vale46 ha scritto:
In realtà il metano viene trasportato su gomma anche su tratti piuttosto lunghi negli USA, dove la distribuzione di GNL è diffusa.


Beh, gli States hanno un rapporto tra superficie del territorio ed estensione delle coste decisamente poco favorevole: i lunghi trasporti via terra sono quasi inevitabili... Occhiolino

Il trasporto di GNL in pratica obbliga ad usare il metano per alimentare i motori: per mantenere la temperatura è necessario far evaporare continuamente una piccola parte del carico, e non è possibile far disperdere il metano evaporato in atmosfera (il metano incombusto è un potentissimo gas serra), quindi la cosa più ovvia è bruciarlo, ma non in fiamme libere, che sarebbero pericolose e inutilmente dispendiose.

La soluzione ideale è usarlo direttamente nel motore del camion, o della nave: in un Paese con la rete ferroviaria praticamente non elettrificata, come gli States, si potrebbe ipotizzare la realizzazione di treni con automotrici a metano destinati esclusivamente al trasporto di GNL, ma secondo me avrebbero senso solo per trasporti diretti dal terminal ferroviario di un grande porto al terminal ferroviario di un rigassificatore, o di un interporto ferro-gomma.
Ospite - Mer 1 Lug 2009, 07:44
Oggetto:

Per quello che riguarda il trasporto su gomma, le moderne cisterne criogeniche consentono parecchi giorni prima di dover sfiatare. In effetti la tecnologia è la stessa degli stoccaggi di O2, Argon e Azoto quindi piuttosto collaudata. Nel caso delle metaniere che stanno in mare per mesi con quantità enormi di GNL, la tua interpretazione è assolutamente corretta: il gas di boil off viene riutilizzato con turbine a gas, con riliquefazione oppure reimissione in camera di combustione (utilizzo piuttosto recente ed ancora in via di sviluppo). Complimenti per la tua intuizione sui treni: sò che furono effettuati prove di alimentazione con GNL negli USA, ma non ne conosco il seguito. Riguardo alla disinformazione, vorrei far notare che ieri sera su raidue (tg delle 20.30) un pirla ha parlato per tutta la durata del servizio di Metano invece che GPL
Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato
ma come si fà ad essere così approssimativi? Bonk! Bonk! Bonk!
Ospite - Mer 1 Lug 2009, 08:44
Oggetto:

vale46 ha scritto:

ma come si fà ad essere così approssimativi? Bonk! Bonk! Bonk!


Giornalisti che hanno fatto studi classici e/o che di chimica/fisica non ci hanno mai capito na sega ma però chissà perchè vogliono (devono) parlare di queste cose... non sarebbe meglio stare zitti piuttosto ?

Comunque per distinguere il GPL dal Metano non ci vogliono gran studi... più che altro questa è grave superficialità... per non dire colpevole superficialità.
olypaul - Dom 25 Ott 2009, 14:19
Oggetto:

Cercando argomenti sul metano su youtube mi sono imbattuto in alcuni video inseriti da persone le quali più che disinformazione fanno terrorismo nei confronti del metano.
Povera gente, nella vita devono essere frustrati a tal punto di trovare magra soddisfazione nell'odio.

(link rimossi Admin )

Chissà se è possibile fare richiesta a youtube di cancellare tali nefandezze.
blackbear - Dom 25 Ott 2009, 19:11
Oggetto:

beh...questo signor bennyrules1978 fa sicuramente del terrorismo, ma lo ritengo piu patetico che altro, se poi qualcuno abbocca..pazienza..solo per come parla e si atteggia e' gia passato dalla parte del torto e dell'antipatico..se qualcono gli da pure retta e' proprio un beota
Ospite - Dom 25 Ott 2009, 20:34
Oggetto:

Questi qui sono tarati in testa... rincorrere le auto a metano per vedere come sorpassano in autostrada... e sfotterli...
Sarà anche merdano come lo chiamano loro, ma quando avranno evitato ad un solo bambino un tumore ai polmoni in più, si accorgeranno che delinquenti sono! Facce di merda!
ariosto - Dom 25 Ott 2009, 20:42
Oggetto:

olypaul ha scritto:
(link rimossi Admin )

Chissà se è possibile fare richiesta a youtube di cancellare tali nefandezze.


Non penso, ma almeno evitiamo di linkarli, grazie! Admin
Ospite - Lun 30 Nov 2009, 18:49
Oggetto:

olypaul ha scritto:
Cercando argomenti sul metano su youtube mi sono imbattuto in alcuni video inseriti da persone le quali più che disinformazione fanno terrorismo nei confronti del metano.
Povera gente, nella vita devono essere frustrati a tal punto di trovare magra soddisfazione nell'odio.

(link rimossi Admin )

Chissà se è possibile fare richiesta a youtube di cancellare tali nefandezze.

In verità è capitato anche a me di imbattermi in questi video assurdi su youtube anti-metano.
Alcuni addirittura vedono l'intervento di un sedicente ingegnere che analizza un pistone ed altri pezzi del motore a suo dire danneggiati dall'uso a metano.
A parte l'assurdità di tali video, sono sconcertato dall'acredine che trasudano.
Mi chiedo cosa possa spingere una o più persone ad impegnarsi tanto per screditare un combustibile per autotrazione?
Non so che interessi ci possano essere e spero ve ne siano altrimenti siamo davvero all'ossessione patologica.
Io sono andato per tutta la vita a gasolio ma non ho mai pensato che quelli che andavano a benzina o a metano o gpl o quel che è , fossero tutti tonti.
In realtà qualche pregiudizio sul metano l'ho sperimentato anche di persona, buon ultimo un mio collega che quando ha appreso delle mia conversione al metano mi ha detto "ah.. bene ora dovrai metterti a fare la fila al distributore con tutti quei pensionati che hanno del tempo da perdere con le loro punto, 127 e rottami vari di almeno 20 anni", ma una dose di veleno come quella che ho visto su you tube è davvero sorprendente.
fabriziob170 - Lun 30 Nov 2009, 20:46
Oggetto:

anbon ha scritto:

...In realtà qualche pregiudizio sul metano l'ho sperimentato anche di persona, buon ultimo un mio collega che quando ha appreso delle mia conversione al metano mi ha detto "ah.. bene ora dovrai metterti a fare la fila al distributore con tutti quei pensionati che hanno del tempo da perdere con le loro punto, 127 e rottami vari di almeno 20 anni", ma una dose di veleno come quella che ho visto su you tube è davvero sorprendente.



lascialo parlare tutta invidia quando alcune persone non sanno cosa
dire dicono delle cose insensate
ammesso che fossero tutte 127 di colonna non ce ne sarebbe in quanto il pieno alla 127 lo fai in un attimo

differenza e se ti trovi delle multiple (e di quelle ce ne sono parecchie) che ci vuole del tempo visto la capienza delle suddette

di al tuo collega se con la sua auto riesce a spendere quello che spendi tu con il metano???
il tempo per rifornire alla fine ti viene ripagato dal risparmio

nel mio caso che non trovo mai colonne per rifornirmi ed è tutto guadagno


Risata a crepapelle Risata a crepapelle
Ospite - Lun 30 Nov 2009, 22:23
Oggetto:

ariosto ha scritto:
olypaul ha scritto:
(link rimossi Admin )

Chissà se è possibile fare richiesta a youtube di cancellare tali nefandezze.


Non penso, ma almeno evitiamo di linkarli, grazie! Admin


la stessa cosa capita vedendo blob che trasmette pattume tv che non vedrei per nulla al mondo...e cosi' mi tocca di non vedere piu' blob!
Quindi è giusto non linkare la fuffa antimetano su youtube!

Pernacchia
Ospite - Ven 29 Gen 2010, 12:19
Oggetto:

Qs settiamana ho acquistato Panorama Cambio e ho ritrovato il solito articolo di "controinformazione" del nostro amico De Vita, che spiegava in termini tecnici il m otivo per cui non si dewvono scegliere metano e GPL (come al solito, niente di comprensibile, ma solo dati che la maggior parte dei lettori non può capire e confutare).
PRIMA CHICCA
In più, a fine articolo sottolineava un ulteriore limite delle auto a gas (sia metano che GPL), ossia che per legge non possono trainare rimorchi: qualcuno sa se coirrisponde a realtà?
SECONDA CHICCA
Una classifica delle auto meno inquinanti basata sul rapporto tra potenza e emissioni di CO2; l'introduzione del servizio diceva "tutti sono in grado di creare auto con basse emissioni tagliando cilkindrata e prestazioni...".
Ovviamente in questa classifica ci sono veri "mostri" inquinanti, tra cui addirittura una Lamborghini!

A parziale risarcimento, il giornale pubblica una bella prova della Passat Ecofuel in cui vengono messe in luce le qualità di risparmio stradali dell'auto, sottolineando che non sempre metano significa poche prestazioni.
Ospite - Ven 29 Gen 2010, 12:30
Oggetto:

Sulla "prima chicca". Mi sa che è vero, ma a me che me ne frega? Tanto per ora non mi dovrà capitare mai di trainarne!
cpaolo67 - Ven 29 Gen 2010, 12:35
Oggetto:

pierpaolo ha scritto:

In più, a fine articolo sottolineava un ulteriore limite delle auto a gas (sia metano che GPL), ossia che per legge non possono trainare rimorchi: qualcuno sa se coirrisponde a realtà?


Ma per Legge non gli si può imporre di tacere a quello pseudo/personaggio Arrabbiato ??? (parlo del De Vita ovviamente Pollice verso )
Molti frequentatori del sito hanno auto con gancio di traino che ovviamente viene omologato dalla motorizzazione e quindi va da sè che...
Ho visto poi io personalmente al distributore di Brescia sulla Tangenziale De Gasperi direzione Lago di Garda un bilico di una nota catena di supermercati che faceva il pieno di metano...
Nobel - Ven 29 Gen 2010, 12:39
Oggetto:

anbon ha scritto:

...In realtà qualche pregiudizio sul metano l'ho sperimentato anche di persona, buon ultimo un mio collega che quando ha appreso delle mia conversione al metano mi ha detto "ah.. bene ora dovrai metterti a fare la fila al distributore con tutti quei pensionati che hanno del tempo da perdere con le loro punto, 127 e rottami vari di almeno 20 anni", ma una dose di veleno come quella che ho visto su you tube è davvero sorprendente.


Ghigno

E io invece sperimento puntualmente il contrario: al distributore di Arcugnano, specie il venerdì tardo pomeriggio, c'è una fila pazzesca per la broda e il puzzolio, mentre io arrivo bello pacioso, m'infilo a fianco della marea ansimante e approccio la colonnina del metano.
Non vi dico le facce degli invidiosi "brodari" in attesa!

Ghigno

Quando poi vedono certe cifre dai display...

Ghigno diabolico Figo! Pernacchia
Ospite - Ven 29 Gen 2010, 13:30
Oggetto:

Anch'io ho paura che le prima chicca abbia un fondo di verità
...per lo meno è cosi, da scheda tecnica fiat, per il Qubo NP
ariosto - Ven 29 Gen 2010, 13:33
Oggetto:

godspeed ha scritto:
Anch'io ho paura che le prima chicca abbia un fondo di verità
...per lo meno è cosi, da scheda tecnica fiat, per il Qubo NP


Dipende dalla potenza del motore: è del tutto normale che i bradiFIAT non possano trainare... Ghigno
Ospite - Ven 29 Gen 2010, 14:14
Oggetto:

ariosto ha scritto:


Dipende dalla potenza del motore: è del tutto normale che i bradiFIAT non possano trainare... Ghigno


ti sbagli....nella scheda tecnica fiat c'è il peso max del traino ( se non erro 400kg non frenato,600 frenato) per tutte le versioni, ma non per la NP (perde 7 cv a metano, identici alle altre versioni,77, se viaggi a benza, ma non credo sia per quello)
cpaolo67 - Ven 29 Gen 2010, 14:52
Oggetto:

godspeed ha scritto:

...nella scheda tecnica fiat c'è il peso max del traino ( se non erro 400kg non frenato,600 frenato) per tutte le versioni, ma non per la NP (perde 7 cv a metano, identici alle altre versioni,77, se viaggi a benza, ma non credo sia per quello)


La bombola è praticamente a raso del parurti e quindi probabilmente non ci sarebbero punti dove ancorare il gancio; suppongo sia questa la motivazione. Sicuramente di Multipla NP con gancio di traino ce ne sono parecchie ed alcune le posseggono utenti anche di questo sito, quindi non c'è alcuna legge che vieta alcunchè altriementi la motorizzazione non omologherebbe nulla!
Ospite - Lun 1 Feb 2010, 16:00
Oggetto:

blackbear ha scritto:
beh...questo signor bennyrules1978 fa sicuramente del terrorismo, ma lo ritengo piu patetico che altro, se poi qualcuno abbocca..pazienza..solo per come parla e si atteggia e' gia passato dalla parte del torto e dell'antipatico..se qualcono gli da pure retta e' proprio un beota

Ho visto pure io i video su youtube di questo signore... e chiamarlo "signore" ce ne vuole, perchè è sicuramente un povero frustrato che nella vita di tutti giorni non lo caga nessuno.
Consiglierei al "signore" in questione di trovarsi una donna invece di sfogare i suoi bassi istinti su youtube con verdetti del tipo: "viva il gasolio e abbasso il metano" (senza neanche dare una motivazione in merito).....ma questo qui dove crede di essere? Allo stadio? Ma, dico io, come si fa ad essere deficienti così?
Certo che per uno che è nato nel '78 e dire scemenze del genere è veramente grave; io al suo posto mi preoccuperei e anche parecchio. Posso capire se avesse 15 anni, ma a 32 anni uno dovrebbe essere già uomo o sbaglio?
cpaolo67 - Lun 1 Feb 2010, 16:22
Oggetto:

E se si pensa che quel tipo va anche a votare... Molto triste
spina - Lun 1 Feb 2010, 20:41
Oggetto:

ma lassateli perdere! sono dei troll e come troll vanno trattati... nessun risalto, nessun dialogo con loro Perplesso
ariosto - Mar 2 Feb 2010, 01:01
Oggetto:

godspeed ha scritto:
ti sbagli....nella scheda tecnica fiat c'è il peso max del traino ( se non erro 400kg non frenato,600 frenato) per tutte le versioni, ma non per la NP (perde 7 cv a metano, identici alle altre versioni,77, se viaggi a benza, ma non credo sia per quello)


Copio e incollo dalla nostra prova su strada della GPuntoNP:

Citazione:
Ovviamente la NP pesa di più della corrispondente versione a sola benzina, ma il peso dell'impianto è limitato (150 kg) e addirittura inferiore a quello della Panda NP (nonostante il maggiore litraggio e l'impiego di bombole in acciaio) a tutto vantaggio delle prestazioni della vettura, che comunque non sono esaltanti, vista la scarsa potenza del motore Fire 1.4 8V (57 kW/77 CV a benzina, 51/70 a metano). Per questo non è ammesso il montaggio del gancio di traino.

plcko - Mar 2 Feb 2010, 12:35
Oggetto:

La verita' e' che quello dei video su youtube anti metano aveva una ragazza che la dava a tutti i possessori di Punto natural power, Multipla, tata , etc. perche' si eccitava col CH4 .Una volta che l' ha scoperta ha esclamato :-M§§§a ...no e da allora ogni volta che vede un ' auto a metano ha un forte mal di testa alle estremita' cornee . Possibile vendetta : inviargli un depliant della Pgo Cevennes turbo scrivendo solo in piccolo che va a cng.Fa tanto lo sborone con una Golf 3 a diesel che faceva si e no 800 km con 55 litri di gasolio e con 75 cv su un 2000 era scattante come una GPNP .
Ospite - Mar 2 Feb 2010, 13:55
Oggetto:

ariosto ha scritto:
vista la scarsa potenza del motore Fire 1.4 8V (57 kW/77 CV a benzina, 51/70 a metano). Per questo non è ammesso il montaggio del gancio di traino.
rimane curioso come il 1.4 8V sempre da 77 CV a benzina, possa invece trainare ( sempre secondo scheda tecnica qubo)
Pandoro - Mar 2 Feb 2010, 14:26
Oggetto:

spina ha scritto:
ma lassateli perdere! sono dei troll e come troll vanno trattati... nessun risalto, nessun dialogo con loro Perplesso


"Non ti curar di loro, guarda e passa" (Virgilio a D.Alighieri nella Divina Commedia)
Dottore...
danidani - Lun 3 Mag 2010, 10:59
Oggetto:

Come mai così indietro nella classifica le auto a metano?

Non riesco a fare un upload di questo file, fate riferimento al file per rispondere Sorriso
maximix - Lun 3 Mag 2010, 13:00
Oggetto:

Se confronti delle 1.0 a gpl con delle 1.4 a metano, mi sembra quasi scontato che sul fronte dei consumi e delle emissioni di CO2 non ci sia storia.
mdlbz - Lun 3 Mag 2010, 14:14
Oggetto:

Fra l'altro la classifica cambierebbe non poco se si prendesse in considerazione l'ipotesi di utilizzare il biometano (con impatto da -80 a -100% in meno rispetto al CO2), ma siccome in Italia stiamo semplicemente dormendo su questo fronte ed il biometano probabilmente nessuno sa cosa sia...

E poi queste classifiche lasciano un po' perplessi soprattutto se stilate sulla base di semplici dati relativi alla CO2. Nell'Adac-EcoTest 2009 è risultata prima la VW Passat 1.4 Ecofuel davanti alla Prius 1.8, ma in Germania hanno fatto un test sul banco a rulli (si veda il filmato nella pagina web dell'Adac) e molto più vicino alle condizioni di normale utilizzo dell'auto, che dubito fortemente che LegaAmbiente abbia fatto.
Ospite - Lun 3 Mag 2010, 14:21
Oggetto:

danidani ha scritto:
Come mai così indietro nella classifica le auto a metano?


La risposta è nel link che hai indicato; se leggi trovi come è stato calcolato il voto globale:

Voto globale
Per il voto finale si fa la somma ponderale dei punti ottenuti nei diversi indicatori: 60% per
l'indicatore di gas serra, 20% per il rumore, 15% per le sostanze inquinanti nocive per la salute, 5%
per l'indicatore ambientale. Più il voto è alto, più l’autoveicolo è "pulito".

Praticamente i motori alimentati a metano vengono penalizzati dalla scarsa efficienza dei motori a benzina impiegati che notoriamente hanno un rapporto di compressione non ottimizzato per l'alimentazione a metano quindi pur avendo una ragguardevole diminuzione della C02 non li portano comunque ai vertici delle emissioni. Gli stessi diesel spesso fanno meglio come CO2 per la loro efficienza più elevata.

Se consideriamo inoltre che il metano viene utilizzato su vetture che possano stipare delle bombole, quindi non di piccolissime dimensioni andando inoltre ad incidere sul peso complessivo, facendo quindi aumentare, seppur di poco, i consumi e quindi le emissioni risulta quindi difficile concorrere con certi pesi piuma con dimensioni ridottissime che raggiungono dei livelli di emissioni bassissimi. Aggiungiamoci che il metano facendo perdere una parte della potenza del motore impiegato induce i costruttori ad aumentare la cubatura anche questo fattore a discapito delle emissioni.
Per poter primeggiare il metano avrebbe bisogno di motori studiati ad-hoc magari con l'adozione del rapporto di compressione variabile.

I motori turbo, stanno riequilibrando la situazione, il TSI ha dei livelli d'emissione record se paragonati considerando anche la potenza specifica; il futuro TwinAir si inserirà al vertice della classifica avendo una cilindrata ed una potenza più confrontabile con i diretti concorrenti.
Ospite - Lun 3 Mag 2010, 14:27
Oggetto:

mdlbz ha scritto:
molto più vicino alle condizioni di normale utilizzo dell'auto, che dubito fortemente che LegaAmbiente abbia fatto.


Sembrerebbe che la classifica di LegaAmbiente abbia tenuto conto solo dei dati dichiarati dai costruttori quindi anche qui ci sarebbe da togliere la tara tra il dichiarato ed il reale. Ultimamente proprio Fiat in merito ai dati dichiarati da VW per la A3 1.6 TDI ha sollevato il problema della realtà di questi dati chiedendo un confronto più obbiettivo.
mdlbz - Sab 15 Mag 2010, 09:53
Oggetto:

Siamo arrivati addirittura alla "bomba del metano fai da te" nel garage! Sbalordito Leggasi l'articolo su E-gazette. Sbalordito Sbalordito

L'aspetto più grottesco di tutto è che nel titolo si parla di "bomba", ma poi nel resto dell'articolo si parla dell'iniziativa del ministro e nulla, ma proprio nulla si riferisce dell'aspetto evidenziato dal titolo. Basito

I casi sono due: o, come spesso accade, chi ha scritto il titolo non ha letto poi l'articolo e non sapeva una beata fava di cosa era inserito nel testo dell'articolo, oppure lo si è fatto di proposito. Acc... In ambedue i casi: professionalità giornalistica sottozero, visto anche che la maggioranza delle volte viene letto solo il titolo e non l'articolo, dunque il titolo dovrebbe essere il più possibile preciso. Campa cavallo...
alessiom - Sab 15 Mag 2010, 10:28
Oggetto:

mdlbz ha scritto:
Siamo arrivati addirittura alla "bomba del metano fai da te" nel garage! Sbalordito Leggasi l'articolo su E-gazette. Sbalordito Sbalordito


Non per far polemica o per essere tenero nei confronti del giornalista, ma mi e' venuto un dubbio: non e' che per bomba intendesse "notizia-bomba", "iniziativa che fa discutere" senza alcuna relazione con il pericolo di esplosione?
Che poi il titolo sia infelice siamo d'accordo, ma qui mi sembra il caso di applicare il principio di Napoleone: "Non imputare a malafede cio' che e' provocato da stupidita'".
jonniv - Sab 15 Mag 2010, 11:23
Oggetto:

Il metano è conosciuto molto/spesso/troppo per la caratteristica esplosiva.
Usare "bomba" metaforicamente non è la migliore abbinata.
Fosse anche come dici tu alessiom, l'intelligenza giornalistica è quella di usare parole appropriate e non fuorvianti. Occhiolino
mdlbz - Sab 15 Mag 2010, 11:43
Oggetto:

Vediamo un po', ho scritto alla redazione di E-Gazette chiedendo lumi sul titolo. Poi... <i>chiedere è lecito, rispondere è cortesia...</i>
Ospite - Sab 15 Mag 2010, 15:21
Oggetto:

Ho letto l'articolo, quel titolo è veramente da non crederci, roba da matti...
Ospite - Lun 29 Nov 2010, 16:40
Oggetto:

In questi ultimi giorni ci sono stati molti siti che hanno pubblicato la notizia farsa degli 812 impianti di distribuzione senza entrare più di tanto nel merito di questi numeri. Si sono limitati a riportare i numeri sbandierati da certe organizzazioni che hanno già dimostrato la loro serietà ... Triste
Oggi in controtendenza c'è una notizia meno autocelebrativa. Finalmente c'è anche qualche giornale che non fa disinformazione! Occhiolino
barde - Mar 30 Nov 2010, 13:36
Oggetto:

Prego? A corto di gas? Si scarica il bombolone del distributore? :-????
Ospite - Mar 30 Nov 2010, 16:34
Oggetto:

I distributori hanno delle bombole che stoccano una certa quantità di metano in pressione per accelerare le operazioni e per abbassare la temperatura del gas altrimenti il compressore ha prestazioni peggiori sia per i tempi che le temperature.
Ci sono anche contratti di fornitura del gas che prevedono che i distributori debbano stare entro un certo quantitativo altrimenti hanno delle penali economiche.
ak - Mar 30 Nov 2010, 18:14
Oggetto:

C_wolf ha scritto:
I distributori hanno delle bombole che stoccano una certa quantità di metano in pressione per accelerare le operazioni e per abbassare la temperatura del gas altrimenti il compressore ha prestazioni peggiori sia per i tempi che le temperature.

Dicesi Accumulo... Ghigno
Ospite - Mer 1 Dic 2010, 01:45
Oggetto:

812??? dove?

4R non si smentisce mai, ipocriti come al solito; sono capaci solo di fare da gran cassa di risonanza ma guai ad entrare nel merito di ciò che stanno riportando ... Triste
Tutti sono capaci a scrivere pezzi col copia/incolla dei comunicati ufficiali ... mah! Triste

"... iniziando finalmente a far registrare numeri di una certa rilevanza."

C'è poco da rallegrarsi! Circa 24 mila stazioni di distribuzione carburanti liquidi dei quali la maggioranza self-service contro 775 dei quali 1 self-service (grazie ad una regione a statuto speciale) distribuiti pure in modo disomogeneo. Ghigno

"Finalmente" cosa? Prendono per il fondelli? Pollice verso

Se lo stipendio di chi ha scritto l'articolo fosse rapportato allo stesso modo con quello dei suoi colleghi, lui 812Euro e i colleghi 24 mila, scriverebbe ancora "finalmente"? Occhiolino
Ospite - Gio 2 Dic 2010, 14:44
Oggetto:

I DISTRIBUTORI SONO 812. ANZI NO, 773 .

Rettifica a posteriori dopo aver fatto la figura da cioccolatai. Occhiolino
Si focalizzano solo sul numero, poi se tali distributori fossero aperti solo per un'oretta al giorno non entrano nel merito! Triste
Parlare anche dei self-service sarebbe stata troppa grazia ... Ghigno
macchia - Gio 2 Dic 2010, 20:56
Oggetto:

Figuraccia io ho martellato anche il forum 4r facciamolo in molti che magari si svegliano Tiè! Tafazzi
Ospite - Mar 11 Gen 2011, 18:55
Oggetto:

A distanza di mesi qualcuno riporta che i distributori sono 790; peccato che sbaglia a scrivere Metanoauto per ben 2 volte e poi ha linkato il sito metanoauto.com!
macchia - Mar 11 Gen 2011, 21:14
Oggetto:

Figuraccia Boxe! Bonk!
senza parole
Ospite - Mar 25 Gen 2011, 11:22
Oggetto:

Dal punto di vista culturale purtroppo siamo ancora molto indietro
Complice anche la (dis)informazione che fanno i giornali e le televisioni quando in incidenti stradali sono coinvolte auto a metano che poi si incendiano, c'e' ancora molta ignoranza in materia e molti hanno delle riserve nell'andare con auto a gas
Ti faccio solo un banale esempio, nel cortile dove tengo posteggiata la mia auto, qualcuno un po' di tempo fà per disincentivare alcuni condomini che buttavano le sigarette in cortile dalle finestre e dai balconi, ha pensato bene di mettere questo cartello: "non gettare le sigarette in cortile perche' ci sono delle macchine a gas".
Se le macchine erano tutte a benzina allora le sigarette dai balconi andavano bene
macchia - Mar 25 Gen 2011, 11:27
Oggetto:

Bonk! Bonk! Bonk! certo perche' e' + facile che si incendi un gas che si volatizza in aria che la perdita di benzina che si deposita per terra........o mi sbaglio ROTFL! ROTFL! ROTFL! Tiè! beata ignoranza e maleducazione........
Pier - Mar 25 Gen 2011, 12:38
Oggetto:

Se quell'avviso sui mozziconi ha raggiunto il suo scopo lo approvo in pieno, nonostante la corbelleria. Lo avrei scritto anch'io che son chimico. Tanto chi butta i mozziconi dalla finestra è un ignorante a prescindere e come tale va trattato.
Per quanto riguarda la sicurezza, è vero che il metano o gpl crea timori ingiustificati, ma non so fino a che punto, visto che diverse persone che conosco se ne fottono e frequentano parcheggi interrati col gpl.
La mia domanda è (e scusate se è già stata posta ma il sito è ampio ed io son nuovo): visto che lo Stato ha bisogno di tot soldi dagli automobilisti, se c'è uno spostamento in massa verso il metano, chi mi dice che all'erario non gli venga la bavetta alla bocca nei nostri confronti?
Ospite - Mar 25 Gen 2011, 12:51
Oggetto:

Pier ha scritto:
visto che lo Stato ha bisogno di tot soldi dagli automobilisti, se c'è uno spostamento in massa verso il metano, chi mi dice che all'erario non gli venga la bavetta alla bocca nei nostri confronti?


Nutro lo stesso fondatissimo timore... a dimostrazione che in Italia vale prima di tutto lo sfruttamento massiccio del contribuente. Poi se si riesce ad erogargli qualche servizio o a concedergli qualche vantaggio (nel caso del metano non solo un vantaggio economico, ma anche ambientale, ovviamente) è tanto di guadagnato.
Scusate ma sono relativamente nuovo di questo sito, per cui forse la domanda è già stata posta: anche sul metano paghiamo tasse per la guerra d'Algeria o per alluvioni e terremoti di cinquant'anni fa? Se così non fosse per me è già una notevole consolazione, rispetto all'andare a benzina, essere esente da questi furti. Spazientito
barde - Mar 25 Gen 2011, 13:24
Oggetto:

Credo che la guerra non fosse (e', per il legislatore) in Algeria, ma in Abissinia... comunque no... le accise che paghi sul metano non sono le stesse della benzina (anche se ci sono, ma piu' ridotte)...

In ogni caso io la benzina la faccio in Svizzera... ;)
palerider - Mar 25 Gen 2011, 16:02
Oggetto:

barde ha scritto:
In ogni caso io la benzina la faccio in Svizzera... Occhiolino

Però non è più come una volta che c' era convenienza a riempire i bottiglioni nel portabagagli..... Triste Qualcosa c'è ancora, ma a Dicembre abbiam fatto una gita e ovviamente il pieno poi ho confrontato con una pompa bianca di Carrefour che ho vicino casa e la differenza era meno di dieci cent al litro. Poi va bè, per quello che spendo all' anno di benza andare alla fetida pompa bianca o dal distributore di marca e metter la benzina millesimata DOCG fa poche differenze.....
ariosto - Mar 25 Gen 2011, 16:28
Oggetto:

ken ha scritto:
Dal punto di vista culturale purtroppo siamo ancora molto indietro
Complice anche la (dis)informazione


Ho spostato il tuo post, e quelli di chi ti ha risposto, nella discussione giusta: manco uno si è accorto che eravate OT!
Ospite - Mer 26 Gen 2011, 11:48
Oggetto:

Grazie Ariosto, cerchero' di stare piu' attento in futuro
STEFANO882 - Dom 15 Gen 2012, 12:13
Oggetto:

All'interno del Resto del Carlino di Modena di venerdì 13 gennaio alla pagina 37 era presente un articolo intitolato:'A tutto gas contro la crisi La linea verde sfida i rincari' e come al solito erano presenti le classiche barbarie nei confronti del metano mentre venivano elogiate le caratteristiche del Gpl OT! (che viene erroneamente trascritto sia come Gas propano liquido sia come Gas petrolio liquefatto quando tutti sanno che la prima definizione è sbagliata) OT! ma ci sono un paio di frasi che sono davvero esilaranti,eccole
'... il gas non lubrifica a sufficienza il motore,con stile di guida 'brioso' questo inconveniente può diventare un problema.Ci sono additivi che proteggono il propulsore,ma è consigliabile monitorare di frequente la situazione.Non tutti lo fanno,e sono numerosi casi in cui si è costretti a cambiare il motore dopo poche decine di migliaia di chilometri.
La frase evidenziata la ritengo ridicola,immagino si riferisca al fatto dei vari problemi che possono verificarsi alle valvole,sedi,registrazione,ecc. vero è che possono accadere ma non ti obbligano certo a cambiare il motore (basta una regolare registrazione,perchè l'usura avviene dopo parecchi km) e poi una registrazione va fatta nella peggiore delle ipotesi ogni 30000 km e nella migliore mai.
Sia in presenza del classico terrorismo...voi che ne dite?
Mi dipiace ma non ho trovato in rete l'articolo da aggiungere come link...
Ospite - Dom 15 Gen 2012, 19:12
Oggetto:

all'autore dell'articolo sarebbe da portargli auto che hanno sul groppone 2-300 mila chilometri fatti a metano magari anche abbastanza datate e poi fargli trarre le conlusioni.
io per ora ci ho fatto solo circa 20000 km quindi non sarei proprio il perfetto testimonial Figuraccia , ma molti di voi ho visto che ce hanno fatti tantissimi!
poi uno che scrive ancora "gas propano liquido" è tutto un dire!!
perlomeno non hanno scritto che le bombole autoimplodono come vogliono far credere alcuni, ed è già qualcosa direi Ghigno
Jano - Mer 23 Mag 2012, 10:35
Oggetto:

Non è proprio un caso da disinformazione, piuttosto non informazione- censura...magari involontaria ( come sono buono)
Domenica scorsa il tg2 motori ha parlato di alternative alla benzina parlando solo del gpl, liquidando il metano sbrigativamente col solito discorso sulla mancanza di distributori ( vero in parte poichè la rete, seppur lentamente, sta crescendo ) e mostrando la 500 a gpl...
Neppure un accenno alla resa del metano rispetto a benzina, diesel e gpl, NULLA ! Pollice verso
Se poi ci aggiungiamo che persino Fiat pubblicizza solo auto gpl Pollice verso Pollice verso Pollice verso
Ospite - Mer 23 Mag 2012, 10:37
Oggetto:

io sono egoista fino al midollo e preferisco così... più gente andrà a metano e più costerà..... Ghigno
Ospite - Mer 23 Mag 2012, 12:37
Oggetto:

Potrebbe essere vero anche il contrario: più gente usa il metano più distributori aprono più concorrenza prezzi calmierati. Pernacchia
Oppure più si diffonde il metano meno broda e puzzolio si consuma e il governo dirigerà le sue accise verso il metano. Arrabbiato
Il metano non si diffonde i distributori o chiudono oppure aumentano il prezzo per sopravvire. Pollice verso
Ospite - Mer 23 Mag 2012, 13:20
Oggetto:

metquborm ha scritto:
Potrebbe essere vero anche il contrario: più gente usa il metano più distributori aprono più concorrenza prezzi calmierati. Pernacchia
Oppure più si diffonde il metano meno broda e puzzolio si consuma e il governo dirigerà le sue accise verso il metano. Arrabbiato
Il metano non si diffonde i distributori o chiudono oppure aumentano il prezzo per sopravvire. Pollice verso


1) nelle Marche abbiamo la più alta concentrazione di distributori dopo l'Emilia Romagna, e abbiamo i prezzi fra i più alti di'Italia.
2) più metano si consuma, meno gasolio e benzina si bruciano, maggiori saranno le attenzioni al calo degli introiti (già abbassati drasticamente dalla crisi che ha comportato una riduzione dei trasposrti pesanti su strada e dal fatto che le autostrade sono percorse da camion stranieri con serbatoi da 1000 litri che non caricano nemmeno un litro di gasolio in Italia, mettendo in ginocchio invece i vettori nazionali penalizzati dai costi del gasolio nostrano) e quindi il governo parte alla ricerca di nuovi fondi sui carburanti.... ecco che spareranno sul metano
3) il metano esiste dal dopoguerra e la rete che c'è già sopravvive benissimo con i soli metanisti esistenti oggi....
spina - Mer 23 Mag 2012, 13:38
Oggetto:

non avrebbe senso il mazzolare a fini fiscali il metano per autotrazione dal momento che rappresenta una ristrettissima parte di tutto il metano consumato in Italia.... Occhiolino
Ospite - Mer 23 Mag 2012, 14:12
Oggetto:

perchè non avrebbe senso?
ogni kg di metano venduto equivale a 1.5 litri di benzina non venduta o a quasi 1.2 litri di gasolio...
nell'ipotesi che si arrivi ad un 10% del circolante alimentato a metano, vedrai come quelli che stanno alla ricerca dei centesimi nelle nostre tasche non si accorgeranno che "evadiamo" in senso legale.... le accise sui carburanti liquidi...

Siete probabilmente tutti giovani qui sul forum, ma vi ricordo che negli anni 80 c'era il superbollo per le auto a metano e GPL, perchè chi andava a gas (come chi andava a gasolio, del resto) risparmiava rispetto a chi andava a benzina e quindi bisognava compensare questa cosa con una bella mazzatina....

Quando decisero di toglierlo, sulla auto a gas, metano e gpl subirono un' impennata.

Storia in sintesi:
1) benzina cara e gas poco costoso
2) introduzione del superbollo
3) eliminazione del superbollo perchè iniquo e non rapportato alla percorrenza --> aumento delle imposte per compensare il gettito perso....

----------------

Idem quando tolsero il bollo per l'autoradio... il suo importo fu additivato o sul canone Rai o sl bollo normale... non ricordo ma ancora mi girano i ***************************************...

----------------

Del resto basta pensare al gasolio. Nel 1976 l' ALFA ROMEO e dico ALFA ROMEO fu costretta fare la GIULIA e dico GIULIA diesel con un motore perkins da furgone e dico da FURGONE, perchè anche chi voleva una macchina sportiva la poteva volere a gasolio perchè costava 1/4 della benzina. Poi il governo se ne accorse, e cominciò a mettere il superbollo, e poi ad aumentare le tasse, e poi così via, fino alla situazione di oggi.

---------------

quando ci fu la conversione lira-euro mi pare che un litro di super costasse 1.2 euro, il metano ce l'ho bene in mente a 0.45 al kilo.
oggi la super sta a 1.7 e il metano sta a 0.99. Mi sembra che il trend di crescita sia in atto e già ben armato....

meditate gente, meditate.....
Occhiolino
spina - Mer 23 Mag 2012, 14:29
Oggetto:

sei fuori strada. Tafazzi
I prezzi medi nazionali al tempo dell'introduzione dell'euro sono ben diversi da quelli indicati da te.
Benzina 1.000 € e non 1.2
Metano 0.665 € e non 0.45

Oggi siamo con la benzina 1.80 e con il metano a 0.97
Le variazioni sono quindi +80% per la benzina e +46% per il metano
RTFM!
Ospite - Mer 23 Mag 2012, 15:13
Oggetto:

mi daresti la fonte? l'ho trovata sul sito...

dipende da dove prendi i picchi, mi soarò sbagliato, ma l' andamento dei grafici mi sembra meno rassicurante di quello che dici tu....

e comunque, stai tranquillo, e solo perchè non se ne sono accorti.... Ghigno
spina - Mer 23 Mag 2012, 15:27
Oggetto:

vincenzoVW1200 ha scritto:
mi daresti la fonte? l'ho trovata sul sito...

anche io.... filtra attorno a gennaio 2002 (momento dell'introduzione)...
Jano - Mer 23 Mag 2012, 15:29
Oggetto:

come sei generoso...motore da furgone Risata a crepapelle , direi piuttosto da muletto. Oggi una vera rarità averne una - NON CI TERREI AFFATTO- PRECISIAMO. visto anche che la Giulia (gt1300 junior) l'ho tenuta per 12 anni, quindi conosco bene l'arnese. Automobile eccezionale, come lo erano i consumi. Ghigno Grintosa, Il cambio era una sciccheria, freni potenti, tenuta ottima ( su asciutto) etc, affidabilità ottima -se non si faceva l'asino-. Un'auto ancor'oggi in grado di sostenere il confronto, con gli ovvi distinguo. Unico neo dove non regge il paragone: la ruggine.
Un orgoglio dell'Italia, ci tocca vivere di ricordi Triste
SCUSATE L'OT.
Ospite - Mer 23 Mag 2012, 17:15
Oggetto:

per me una cosa è certa senza fare tanti conti,piu' il metano si diffonde e piu' costa è la logica di questo paese mi sembra chiaro
jonniv - Mer 23 Mag 2012, 21:00
Oggetto:

vincenzoVW1200 ha scritto:
io sono egoista fino al midollo e preferisco così... più gente andrà a metano e più costerà..... Ghigno

Io no, sono nonostante tutto per "l'andare avanti".
Se il puzzolio costasse come nel 1976 avremo ancora motori come il perkins montato sulla Giulia da te nominata (e sul trattore Lamborghini di mio suocero Sorpreso Occhiolino ) o, se preferisci, se i motori fossero ancora quelli avremo il puzzolio ai prezzi di allora.
La tecnologia, il mondo, vanno avanti (per fortuna) ed è giusto sia così.
Io spero in un metano più caro e nello stesso tempo in motori a metano molto più performanti e meno inquinanti di quelli odierni.
Nel frattempo con l'economia che (se) gira ci saranno fondi per la ricerca di nuovi combustibili e nuovi modelli di mobilità ed io, o i miei figli, saremo là a raccontarci del tempo in cui le auto a metano ............ Spazientito


E mo' da bravo admin mi banno a causa dell'OT!!!! Tosare! OT!
palerider - Gio 24 Mag 2012, 08:22
Oggetto:

Mah, quando ho scelto di metanizzarmi ero onestamente poco addentro a tante cose Glab! , lo feci principalmente per accorciare ancora di più il mio braccino corto di vecchio gipiellista Ghigno . Adesso a forza di bazzicare questo sito e di girare a metano, non è che il braccino si sia allungato, anzi Figo! . Però a forza di ragionare, in fondo, metano ed energia elettrica sono gli unici due sistemi di spostarsi che non comportino bruciare ossa di dinosauro morto Sorriso . O meglio che possano provenire da fonti alternative al brontosauro putrefatto, anche se il fossile per ora è ancora preponderante.
Tutto qui. Il fossile prima o poi finisce Sob... , magari non per me ma per i miei cuccioli o per i loro cuccioli se ne faranno Nghè! , allora meglio già stare avanti col lavoro.....
Ospite - Gio 24 Mag 2012, 10:00
Oggetto:

vincenzoVW1200 ha scritto:

1) nelle Marche abbiamo la più alta concentrazione di distributori dopo l'Emilia Romagna, e abbiamo i prezzi fra i più alti di'Italia.


Siamo OT! chiedo venia

ma quante auto a metano ci sono nelle Marche?
quante auto a metano ci sono nelle grandi città?
numero di distributori non vuol dire numero di utenti

Come non ricordare la Giulia a gasolio del 1976, la prima volta che l'ho vista era a Roma via del Muro Torto in salita io in motorino 50cc superata alla grande ......
Ospite - Gio 24 Mag 2012, 11:20
Oggetto:

Ghigno Ghigno
qui nelle marche, a metano ci abbiamo messo di tutto....dagli anni 50, furgoni, camion, macchine (compresi maggiolini, 500, dyane, maserati, alfa, e a Recanati, nel 1975, pure una Ferrari con le bombole sul tetto).

Siete voi a metano nelle città che siete in pochi.
Abbiamo distributori a 12 pompe, non 2 come ho visto spesso in città, e nonostante tutto, certi giorni c'è pure da fare la fila. Nel raggio di 10 km da casa ho almeno 6 ditributori per un totale di almeno 40 colonnine di ricarica... mica pochi...


In azienda, il 60% dei colleghi viaggia a metano...
Se penso ai miei conoscenti, ognuno ha ALMENO una macchina a metano.
Io ne ho due normali e due d'epoca, e in tutto tre sono a metano.

E nonostante tutto sto consumo e questa concorrenza, il nostro metano è molto caro perchè c'è un cartello fra i rivenditori
ak - Gio 24 Mag 2012, 11:47
Oggetto:

metquborm ha scritto:
vincenzoVW1200 ha scritto:

1) nelle Marche abbiamo la più alta concentrazione di distributori dopo l'Emilia Romagna, e abbiamo i prezzi fra i più alti di'Italia.


Siamo OT! chiedo venia

ma quante auto a metano ci sono nelle Marche?
quante auto a metano ci sono nelle grandi città?
numero di distributori non vuol dire numero di utenti

La domanda sembrerebbe ot, ma non lo è proprio del tutto, essendo tu ben disinformato (scherzo, eh! Ghigno)

Domanda ed offerta tendono a far sì che sia così, sul lungo periodo, è ovvio che c'è anche un fattore "cultura" della mobilità che puo' far variare le proporzioni, e da questo punto di vista le Marche sono sempre state un'area virtuosa: il più alto numero di distributori è dell'Emilia, ma la più alta concentrazione di impianti pro-capite e di auto circolanti a metano è proprio nelle Marche.

Per la cronaca la percentuale di auto circolanti a metano più alta nel 1995 (17 anni fa), era delle Marche con il 5,2 %, mentre l'Emilia-Romagna era più in basso: attorno al 4%, la media nazionale allora era ben meno dell' 1%.
Solo 6 anni dopo il divario era ulteriormente aumentato, con le Marche al 7% (nelle Marche circa 1 auto ogni 15 di quelle circolanti era a metano già nel 2001, per dare un esempio più chiaro), contro il 4,4% dell'Emilia-Romagna.

Fonti: mappa diffusione regionale 1995 di metanoauto.com e 2001 di Federmetano su dati Aci, vedi link di seguito:
<a href="http://www.metanoauto.com/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=12">Diffusione dei veicoli a metano nelle regioni italiane</a>

Fine dell'OT! informativo... torniamo ai casi di disinformazione.
Occhiolino
Ospite - Gio 24 Mag 2012, 12:06
Oggetto:

OT!

i marchigiani erano gli esattori dello stato pontificio.
Quindi dalle braccine cortissime...
donde il famoso proverbio...
"E' meglio aver un morto in casa che un marchigiano dietro alla porta"...

ecco perchè a Recanati, pure una Ferrari rossa (non conosco il modello) dovette subire l'onta delle bombole sul tetto, esattamente come le 850 coupé, i pulimini fiat 238 e 900, le 128 familiari...
Che tempi!!!!!!! Ghigno
ak - Gio 24 Mag 2012, 12:08
Oggetto:

...quando scrivevo di "cultura" intendevo indicare anche la parsimoniosità delle marchigiane genti. Non conoscevo la faccende dell'esattoria pontificia, ma che avete il braccino corto l'avevo ampiamente intuito.
Ghigno
fabriziob170 - Gio 24 Mag 2012, 23:40
Oggetto:

lunedì mattina verso le 12,30
ascoltando radio 24 alla trasmissione il salvadanaio
hanno sparato delle boiate tremende sul metano...

l'esperto diceva che l'auto va in moto a benzina e dopo qualche
chilometro si può tramite un interruttore manualmente passare l'auto a metano

ma se un esperto deve parlare così senza cognizione di causa può
stare zitto che fa più bella figura...

poi sosteneva che solo un motore turbodiesel è affidabile mentre uno trasformato non era in grado di sostenere un chilometraggio decente

senza menzionare ai numerosi problemi che stanno dando i motori puzzodiesel con il famigerato FAP specie in città e per chi fa brevi spostamenti

altra stupidata che dopo 4 anni la revisione dell'impianto va fatta ogni due anni

invece sulle altre auto ????

mi si è gelato il sangue quando ha sostenuto che i consumi non sono poi così vantaggiosi rispetto al puzzolio Acc... Acc... Acc...



http://www.radio24.ilsole24ore.com/player/player.php?filename=120521-salvadanaio.mp3
mdlbz - Ven 25 Mag 2012, 00:34
Oggetto:

Per sentire quello che hanno detto alla trasmissione "Salvadanaio" di Debora Rosciani, qui si può ascoltare la trasmissione con la parte che interessa dopo il 30° minuto.

Certe che i cosiddetti "esperti", che mi sa che avevano/hanno informazioni sulle auto a carburanti gassosi un po' ... arcaiche ed infarinate di luoghi comuni, ne hanno sparate davvero di grosse fra le revisioni annuali delle auto a gpl e la levetta, comando o roba del genere per passare da benzina a metano. Sbalordito Uhm...
ak - Ven 25 Mag 2012, 10:14
Oggetto:

fabriziob170 ha scritto:
altra stupidata che dopo 4 anni la revisione dell'impianto va fatta ogni due anni

La prima affermazione era sulla revisone bombole per le auto a gpl ogni anno, poi si son ripetuti variando il periodo e sbagliandolo ancora con 2 anni.
Tafazzi

fabriziob170 ha scritto:
mi si è gelato il sangue quando ha sostenuto che i consumi non sono poi così vantaggiosi rispetto al puzzolio Acc... Acc... Acc...

Soprattutto non hanno indicato numeri o percentuali di risparmio ma solo sparato genericamente dei luoghi comuni, elenco i più rilevanti e fuorvianti:

"l'idea di fondo è psicologica ed è quella di spendere di meno al rifornimento" ---> Falso, non è un'idea psicologica, a conti fatti è la realtà, sia per il costo del "pieno" che, soprattutto, il costo kilometrico.

"attualmente l'efficienza del motore turbodiesel di nuova generazione è imbattibile" ---> dati? Di quale generazione parla? L'aggettivo "nuovo" non indica niente di preciso.

"le vetture a gasolio hanno un'efficienza maggiore in termini di consumi, di emissioni e, tuttora, il piacere di guida" ---> l'efficienza per unità di acquisto di carburante è maggiore per il metano (15-16 km contro 12-13 per 1kg di metano contro 1 lt di gasolio se rapportati ai consumi del benzina fatti 10 per comodità), sembra di sentire gli interventi di TG1 Turbo dove tutti i nuovi modelli presentati hanno "consumi ridotti, il 20% in meno rispetto alla generazione precedente": a forza di 20% in meno 'sti motori dovrebbero andare ad aria, oramai.
Sulle emissioni han detto una pura e semplice boiata e sul piacere di guida, tolto che è un'affermazione soggettiva, gli darei in mano una Passat Ecofuel e poi ne riparliamo.

"alla mattina si parte con la benzina, poi bisogna passare al metano con una chiavetta ... con ... con un ... attrezzo che converte l'alimentazione" ---> oddio oddio, devo commutare a metano... dov'è la chiave a tubo del 17 che devo girare la chiavetta?
Risata a crepapelle
fabriziob170 - Ven 25 Mag 2012, 11:21
Oggetto:

una vergogna se sono così informati anche sull'economia meglio non ascoltarli sti tuttologi...
sanno un poco di tutto e sparano delle bestialità tremende

ora chiamo subito in mercedes per chiedere perché a me non hanno consegnato la chiavetta - attrezzo che converte l'alimentazione...


Ghigno Ghigno Ghigno
Ospite - Ven 25 Mag 2012, 11:27
Oggetto:

più disinformano, più siamo trascurabili per i contabili delle finanze, e più tempo viaggiamo economicamente ed ecologicamente....

le persone intelligenti e accorte, ed oggi sono tante, hanno molti sistemi per informarsi e sapere le cose.

Di solito, invece, le cazzate vengono diffuse tramite la radio/televisione, plafonata infatti sul target medio di chi la guarda/ascolta....
Ospite - Ven 25 Mag 2012, 14:25
Oggetto:

fabriziob170 ha scritto:
ora chiamo subito in mercedes per chiedere perché a me non hanno consegnato la chiavetta - attrezzo che converte l'alimentazione...

Ghigno Ghigno Ghigno


Mi sono ascoltato il pezzettino, ma è proprio da ridere per non piangere, comunque ha ragione Vincenzo, alla fine meglio così..
spina - Ven 25 Mag 2012, 14:35
Oggetto:

vincenzoVW1200 ha scritto:
più disinformano, più siamo trascurabili per i contabili delle finanze, e più tempo viaggiamo economicamente ed ecologicamente....

continuo a non approvare questa tua filosofia del "curare il proprio orticello".... Perplesso ovviamente ognugno è libero di esprimere le proprie convinzioni Ghigno
Ospite - Ven 25 Mag 2012, 15:07
Oggetto:

vincenzoVW1200 ha scritto:
più disinformano, più siamo trascurabili per i contabili delle finanze, e più tempo viaggiamo economicamente ed ecologicamente....

le persone intelligenti e accorte, ed oggi sono tante, hanno molti sistemi per informarsi e sapere le cose.

Di solito, invece, le cazzate vengono diffuse tramite la radio/televisione, plafonata infatti sul target medio di chi la guarda/ascolta....


Fondamentalmente per i motivi sopra citati da Vincenzo. La registrazione da comunque specchio di come è visto il metano per autotrazione anche in questo periodo storico di crisi a livello generale. Le abitudini sono dure a morire. Ghigno diabolico
Ospite - Sab 26 Mag 2012, 23:06
Oggetto:

spina ha scritto:
vincenzoVW1200 ha scritto:
più disinformano, più siamo trascurabili per i contabili delle finanze, e più tempo viaggiamo economicamente ed ecologicamente....

continuo a non approvare questa tua filosofia del "curare il proprio orticello".... Perplesso ovviamente ognugno è libero di esprimere le proprie convinzioni Ghigno


sai perchè???...
perchè a furia di fare gli altruisti e le persone civili, in questa nazione del piffero, finisce che poi la si prende sempre in saccoccia.

Quando fra un po' i distributori di metano saranno pieni di quegli stupidi che oggi guidano bitubbodiesel con la centralina rimappata e lato posteriore nero in virtù delle abbondanti emissioni, o usano la loro Q7 per andare a prendere il figlioletto all'asilo a 400 metri di distanza da casa...
e in conseguenza di tutto ciò il metano aumenterà perchè ci sarà più richiesta, io mi trasformo e divento come l'attore del film "un giorno di ordinaria follia".

Sono stufo di pagare per tutti, di non poter entrare a casa per le auto sul marciapiede, nel dover comprare una panda nuova così almeno c'è l'airbag, sai, oggi ci sono tanti SuV in giro, di fare la raccolta differenziata per poi pagare di più grazie agli scemi che invece se ne fottono, di pagare le tasse al 50% fino all'ultimo centesimo anche per chi non le paga, di portare l'olio esausto al centro di raccolta quando la gente lo butta nei tombini.

Sono antipatico Spina, lo so.... pazienza, finchè vorrete sopportarmi... sarò qui...
spina - Dom 27 Mag 2012, 11:10
Oggetto:

vincenzoVW1200 ha scritto:
Sono antipatico Spina, lo so.... pazienza, finchè vorrete sopportarmi... sarò qui...

Pernacchia sarai fustigato a colpi adattatori NGV1 sulla capoccia! Ghigno Ghigno Ghigno
ariosto - Mer 30 Mag 2012, 19:24
Oggetto:

Ho appena sentito al TG de La 7 un'argomentazione allucinante: un comitato contrario ad uno stoccaggio di metano nel sottosuolo della zona di San Felice sul Panaro cerca di dare la colpa del terremoto allo stoccaggio stesso!

Massima solidarietà ai terremotati, ma la disgrazia non li autorizza a sparare minchiate impunemente! Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato
amterme63 - Mer 30 Mag 2012, 21:10
Oggetto:

Mi meraviglia che un TG serio come quello di Mentana abbia potuto dare credito a una tale ipotesi. I terremoti vengono mossi da forze e movimenti di tale potenza e di così vasta portata che risulta ridicolo pensare che possano essere provocati da piccollissime e assolutamente insignificanti punture di spillo.
Ma del resto oggi a Scandicci mentre facevo metano il gestore si lamentava che "con un tempo così afoso c'è da aspettarsi altri terremoti" Sbalordito
palerider - Mer 29 Mag 2013, 14:57
Oggetto:

Raga, gita al lago per fare il pieno ? Ghigno
Scherzi a parte però le foto sono bellissime......
ariosto - Mer 29 Mag 2013, 15:03
Oggetto:

palerider ha scritto:
Scherzi a parte però le foto sono bellissime......

Personalmente non amo le foto HDR: sono sicuramente d'effetto, ma sono false come una banconota da 30 €...
JamesLayman - Mer 29 Mag 2013, 15:49
Oggetto:

palerider ha scritto:
Raga, gita al lago per fare il pieno ? Ghigno

Che spettacolo ragazzi! Anche subito.. Pollice su
CleonII - Mer 29 Mag 2013, 15:55
Oggetto:

ariosto ha scritto:
palerider ha scritto:
Scherzi a parte però le foto sono bellissime......

Personalmente non amo le foto HDR: sono sicuramente d'effetto, ma sono false come una banconota da 30 €...


Ne ho imparata un'altra Risata
Però quella della banconota da 30€ l'ho vista con Crozza Risata
Bashment - Dom 10 Nov 2013, 10:24
Oggetto: cronaca confusa

Buongiorno! Sono capitato casualmente su questo articolo che, dopo un titolo "terroristico" sul metano parla, in realtà, di GPL... Senza parole
http://www.ilmessaggero.it/UMBRIA/perugia_terni_orte_superstrada_morti_incidente_carabinieri_gpl/notizie/337385.shtml
gipi - Dom 10 Nov 2013, 12:28
Oggetto:

Vero che tanti non sanno la differenza tra il metano e il GPL,ma questi giornalisti li vanno a prendere al Cepu... Pollice verso
ariosto - Dom 10 Nov 2013, 12:53
Oggetto:

Tra l'altro, visto che le bombole del GPL non sono robuste come quelle del metano ma non sono manco fatte di carta velina, un impatto così violento da averne provocato la rottura sarebbe stato fatale in ogni caso, anche senza l'esplosione...
JamesLayman - Dom 10 Nov 2013, 18:04
Oggetto:

Vergognoso che questi ignoranti siano pure entrati nell'ordine...ma l'ordine de che? Mah....almeno i fatti e la coerenza con gli stessi...
Ospite - Dom 10 Nov 2013, 19:50
Oggetto:

gipi ha scritto:
... questi giornalisti li vanno a prendere al Cepu...


Recentemente ho sentito citare da una giornalista radiofonica di settore (quindi si suppone esperta del codice della strada!), il famoso "divieto di velocità"
Risata a crepapelle Risata a crepapelle Risata a crepapelle
pepo154 - Dom 20 Apr 2014, 17:42
Oggetto:

Non vorrei sembrare ficcanaso o chissà cosa ma c'è un utente su YT che commenta ogni video che parla di metano il fatto che non conviene e ribadisce sempre che 'sta benedetta revisione delle bombole della sua Zafira gli è costata 300 euro Risata a crepapelle

Era un utente di questo forum? Ghigno

Per il resto non me ne importa più di tanto, penso che se la sia presa per questa revisione ma certo che andare in ogni video sul metano a fare disinformazione è proprio non aver nient'altro da fare, il bello dei troll sui internet Risata a crepapelle
Ospite - Dom 20 Apr 2014, 18:28
Oggetto:

pepo154 ha scritto:
...commenta ogni video che parla di metano il fatto che non conviene...


sarà ormai diventato un rivenditore di GPL!!! Risata a crepapelle
Mick_Doohan - Lun 14 Dic 2015, 10:47
Oggetto: Metano su Repubblica.it

Fine di un'era? Sbalordito
mdlbz - Lun 14 Dic 2015, 17:42
Oggetto:

Alcuni fattori:

- calo dei prezzi del petrolio e quindi prezzi bassi (ma mai come nei paesi confinanti con l'Ita(g)lia), molti si fanno intortare dai prezzi male espressi sui totem che non rispecchiano il valore energetico, e poi, fra i due gas, la concorrenza che ormai il gpl fa al metano (per quanto, non si sa però);

- il metano continua a rimanere alto come prezzo, ma è una situazione che si verifica in gran parte dell'Europa (anche se in taluni paesi c'è un calo del prezzo), evidentemente dovuto a contratti di media-lunga durata che però stanno castrando il settore dell'autotrazione;

- mettiamoci pure il fatto che ormai ci si orienta di più al prodotto di serie che non alla trasformazione che comunque deve farsi molti, ma molti mea culpa;

- a ciò collegato la persistente scarsità di scelta per le versioni di serie a metano e pure di modelli "cng ready" (come negli Usa), cioè di modelli trasformabili su specifica delle case e che darebbero maggiore tranquillità ai potenziali clienti;

- mettiamoci pure il vero e proprio casino del tema bombole, sia per la mancata applicazione (decennale!) della normativa R110, che prevede solo ispezioni visive per tutte le tipologie di bombole costruite secondo i dettami della stessa R110, sia per il vero proprio casino ed incubo burocratico italico con annesso salasso economico per le revisioni di tipo IV, un mostro all'italiana con un misto di responsabilità che si suddividono su tutte le parti in causa (c'è chi ha pensato di voler lucrare abbondatemente su queste revisioni fatte presso la rete ufficiale) e che rischia veramente di far crollare le vendite di auto dotate di tale tipo di bombolame (un parallelo calzante lo si può fare con il superbollo montiano che ha avuto come risultato un crollo di tale segmento ed una perdita secca di introiti fiscali, il contrario di quello che si voleva... anche se era facile prevederlo, ma si sa che a Roma sono tutto sapientoni...).

- infine mettiamoci anche la scandalosa, vergognosa ed incredibile vicenda della mancanza del self-service (sappiamo molto bene di chi è il "merito" di questa gran puttanata) che si collega poi alla rete di distribuzione ancora a "macchia di leopardo".

Tutti temi che qui su MA si dibattono da quando è nato il sito. Ma evidentemente a molti andava bene così. Risultato: la legnata dei denti odierna. "Chi è causa del proprio male, pianga sé stesso".

Con buona pace della riduzione delle emissioni e via discorrendo.

Annotazione finale:

Citazione:
Si chiude un'era.


Facile scrivere slogan, semmai un approfondimento giornalistico sarebbe stato necessario. E non c'è stato. Spazientito
wlf - Lun 14 Dic 2015, 21:15
Oggetto:

mdlbz ha scritto:

- calo dei prezzi del petrolio


Peccato che il prezzo del petrolio è altalenante, quindi chi compra oggi senza lungimiranza abbagliato dal prezzo basso del petrolio rischia di doversene pentire amaramente domani. Triste

Citazione:
- il metano continua a rimanere alto come prezzo, ma è una situazione che si verifica in gran parte dell'Europa (anche se in taluni paesi c'è un calo del prezzo), evidentemente dovuto a contratti di media-lunga durata che però stanno castrando il settore dell'autotrazione;


Perché questi contratti a media lunga durata si traducono sempre in costi alti del metano? Possibile che vengano sempre sottoscritti nel periodo peggiore?
Oppure dobbiamo sospettare che quando fanno contratti vantaggiosi incamerano il maggior guadagno, viceversa quando sono svantaggiosi rincarano il prezzo alla pompa! Triste

Citazione:

- a ciò collegato la persistente scarsità di scelta per le versioni di serie a metano e pure di modelli "cng ready" (come negli Usa), cioè di modelli trasformabili su specifica delle case e che darebbero maggiore tranquillità ai potenziali clienti;


Aggiungici anche che ormai è difficile, se non impossibile, trovare una motorizzazione adatta alla trasformazione; ci sono alcuni marchi che hanno esclusivamente a listino motorizzazioni ad iniezione diretta quindi, salvo chi vuole fare da beta-tester, è abbastanza arduo trovare modelli adatti alla trasformazione senza rischiare sull'affidabilità, economicità (eventuale contributo di benzina) e costo.

Citazione:

Facile scrivere slogan, semmai un approfondimento giornalistico sarebbe stato necessario. E non c'è stato. Spazientito


Scrivere senza cognizione di causa, in modo superficiale, o peggio ... prezzolati è molto più semplice! Occhiolino
TomCH4 - Lun 14 Dic 2015, 22:34
Oggetto:

Basta che benzina e gasolio salgano di 20 centesimi e l'era si riapre.

Credo che ci siano molti fattori psicologici e pochi dati oggettivi in gioco.
edmond_dantes - Mar 15 Dic 2015, 08:55
Oggetto:

Caro mdlbz, sono d'accordo su tutto e condivido pienamente la tua analisi.
Però, non ho potuto fare a meno di notare una piccola ma stridente caduta nel luogo comune:

mdlbz ha scritto:


un parallelo calzante lo si può fare con il superbollo montiano che ha avuto come risultato un crollo di tale segmento ed una perdita secca di introiti fiscali, il contrario di quello che si voleva... anche se era facile prevederlo, ma si sa che a Roma sono tutto sapientoni...)[/i].



Mi risulta, infatti, che Mario Monti sia di Varese, abbia studiato a Milano, sia stato professore a Trento e a Torino, nonchè docente e poi rettore di una importante università del "nord".
Che sia un cretino ci può anche stare, ma che c'entra Roma?
Per quanto riguarda, poi, i mancati introti fiscali, non ho dati ufficiali a disposizione, per cui taccio. Ma non credo che la lettura de "Il fatto quotidiano" possa aiutare a formulare giudizi obiettivi.
Secondo me.
mdlbz - Mar 15 Dic 2015, 10:26
Oggetto:

Era inteso come governo, visto che in ogni caso gente capace nei ministeri c'è pure e che probabilmente è rimasta inascoltata. Il classico caso di come si facciano norme senza poi pensare a quelle che potrebbero essere le reazioni dei consumatori/contribuenti.

Sugli introiti fiscali, di articoli ce ne sono stati parecchi in proposito: sicurauto, Corriere (su fonte Anfia, Aniasa, Assilea, Federauto, Unasca e Unrae) e via discorrendo.

Il caso della revisione delle bombole di tipo IV è un parallelo calzante. Se VW Italia ci tiene alla quota di auto a metano (le Golf TGI rappresentano o rappresentavano un terzo delle vendite nel Belpaese, per tacere della A3 e della futura A4), un pensiero ce lo farei. Altrimenti diventa un caso tipico di "INC.COOL 8." E si fa presto a perdere clienti con delle procedure che solo qualcuno che ha digerito assai male la sera prima poteva "partorire". Tenendo pure conto che le circolari ministeriali sono circolari. E se qualcuno dovesse inca**arsi di brutto, potrebbe pure impugnare davanti al Tar del Lazio 'ste "circolari".

Curioso è che coloro che si autodefiniscono "rappresentanti del metano" stiano zitti zitti zitti. Perché fa comodo così? Chissà...

Ma poi non ci meravigli se l'autotrazione a metano perde quota.
ak - Mar 15 Dic 2015, 13:19
Oggetto:

edmond_dantes ha scritto:
(...)
Mi risulta, infatti, che Mario Monti sia di Varese, abbia studiato a Milano, sia stato professore a Trento e a Torino, nonchè docente e poi rettore di una importante università del "nord".

uhm... Spazientito

...potrei sbagliarmi: il CEPU?
edmond_dantes - Mar 15 Dic 2015, 14:18
Oggetto:

Forse non sbagli.... Ghigno
ak - Mar 15 Dic 2015, 15:08
Oggetto:

...sicuramente mi sbaglio...
Ghigno diabolico
pepo154 - Mer 16 Dic 2015, 00:17
Oggetto:

Rimango sempre convinto che di tutte queste considerazioni sulle bombole in composito o in acciaio non abbiano scalfito Minimamente le vendite della Golf rispetto a Leon o Octavia.
Tuttalpiù c'è il luogo comune che le auto a metano (in genere) hanno manutenzione costosa ma i consumatori non sanno minimamente di questa questione.

Io penso che semplicemente in Italia il metano venda quando:
- ci sono modelli che attraggono (manca un suv o crossover per esempio).
- benzina/diesel superino una certa quota mensile di costo.

Per il chilometraggio medio italiano (che si aggira tra i 10 mila e i 15 mila a seconda degli anni), il costo della benzina non si fa sentire eccessivamente.
Uniamoci la poca propensione a cambiare l'auto in questo periodo (di fatto vendono molto le fasce premium piuttosto che le altre) sia di chi ha l'auto a benzina/diesel sia di chi ha l'auto a metano che se la tiene stretta ed ecco spiegate le percentuali di vendita.

Sarebbe invece molto ma molto più significativo vedere i metri cubi di metano venduti dai distributori anno su anno perché è direttamente collegato ai km percorsi e quindi alle emissioni.
ephatos - Gio 25 Ott 2018, 08:17
Oggetto:

bello l'articolo

http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2018/10/24/ong-nessun-beneficio-per-il-clima-dai-motori-a-gas_5d4fb519-4314-4535-99f2-e8a3edcdd5e7.html

Spazientito Spazientito
Nobel - Gio 25 Ott 2018, 08:59
Oggetto:

Anche questo è un articolo figlio di quel rapporto, con tanto di precisazione da perte di NGV Italia.
annferri - Gio 25 Ott 2018, 16:28
Oggetto: Metano inquinante come il diesel?

Ciao a tutti, non so se avete letto uno studio pubblicato in questi giorni che sembrerebbe dimostrare che il metano per autotrazione inquini più che il diesel.
Se non lo avete letto cercate su google news la parola metano.

La cosa assurda è che sprona i governi a mettere le accise sul metano...

Cosa ne pensate?
A mio avviso sarebbe opportuno che qualcuno che opera in modo ufficiale nel mondo del metano provi a rilanciare qualche articolo in senso contrario prima che l’idea di tassare piaccia ai governi...
ak - Gio 25 Ott 2018, 19:20
Oggetto:

Già fatto: NGV Italia ha già preso posizione in merito (per una volta pure con prontezza), leggi il comunicato in calce al link Ansa del messaggio precedente il tuo.
maicolì - Gio 25 Ott 2018, 20:01
Oggetto:

https://motori.virgilio.it/notizie/video/metano-inquina-come-diesel/116196/amp/

Basito
alessio07 - Gio 25 Ott 2018, 20:03
Oggetto:

https://www.transportenvironment.org/sites/te/files/2018_10_TE_GNC_e_GNL_per_auto_e_navi_ITA.pdf

Mah, onestamente, mi sembra uno studio abbstanza di parte! Devo ancora leggere tutte le 77 pagine, ma si parla solo degli svantaggi (ambientali) e ZERO dei vantaggi.
alby62 - Gio 25 Ott 2018, 21:15
Oggetto:

vogliono far breccia sull'ignoranza della gente, con i fissati dei reality avranno vita facile quelli si bevono tutto
Nobel - Gio 25 Ott 2018, 22:49
Oggetto:

Daje con 'sto studio....

Sarà stato linkato 5-6 volte ormai... cercare nel forum?

Eddài, su....

Ne parliamo un po' più diffusamente qui:

http://www.metanoauto.com/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=13003&start=40
francesco_ro - Dom 28 Ott 2018, 20:54
Oggetto: Su ASAPS

Questo studio molto discutibile purtoppo è anche arrivato sul sito dell'associazione sostenitori e amici della Polizia Stradale https://www.asaps.it/65185-_ricerca_afferma_che_metano_inquina_come_gasolio_da_trasportoeuropa.html
max1969a - Dom 28 Ott 2018, 21:01
Oggetto:

Quindi?
ariosto - Dom 28 Ott 2018, 23:25
Oggetto: Re: Su ASAPS

francesco_ro ha scritto:
Questo studio molto discutibile purtoppo è anche arrivato sul sito dell'associazione sostenitori e amici della Polizia Stradale

https://youtu.be/P6jBk4RtgLw?list=RDJpJ0V15hOMU&t=168
Pubs1999 - Lun 29 Ott 2018, 10:32
Oggetto:

Altro articolo contro il metano.


https://www.alvolante.it/news/secondo-ricerca-transport-enviroment-il-metano-non-migliora-ambiente-359837

La mia impressione è che si usino due pesi e due misure, oltre ad una ostinazione puramente economica su certe affermazioni.

Pubs1999
giomoret - Mar 30 Ott 2018, 19:39
Oggetto:

Ci sono tanti studi che dicono il contrario, magari sono già stati linkati qui sul forum anche se io non li ho trovati, nel caso mi scuso in anticipo per la ripetizione. Comunque penso che per controbilanciare le utlime notizie sia bene riesumarli:

https://www.adac.de/der-adac/motorwelt/reportagen-berichte/auto-innovation/studie-oekobilanz-pkw-antriebe-2018/

Questo è in tedesco ma si capisce abbastanza, se poi qualcuno bilingue ha voglia di tradurre ovviamente ne siamo ben grati! Risata

Su 4R di gennaio era comparsa una paginetta che riportava uno studio di NGV Europe che sostanzialmente presenta dati molto simili

http://www.imagebam.com/image/149d3b1014988924

Da entrambi si deduce che se si considera l'intero ciclo di vita dlel'auto e se utilizza biometano si emette meno CO2 che con una elettrica.
ritacng - Gio 1 Nov 2018, 13:23
Oggetto: Secondo T&E il metano non migliora l’ambiente

Avete letto l'articolo in oggetto su Al Volante?

Arriva alla fine a dire:
"Un esito che lascia alle esigenze di trasporto una sola alternativa: il ricorso ai motori a emissioni zero, cioè alla trazione elettrica. Ora c’è da attendersi la risposta dei sostenitori del metano, e magari anche di chi difende il diesel, perché in definitiva lo studio di T&E mette in luce meno negativa il motore a gasolio."

E io che pensavo di dare il mio piccolo contributo nella riduzione dell'inquinamento; vorrà dire che sostituirò l'auto con una diesel visto che è meno impattante! Ghigno

Se uno non si chiede con cosa viene prodotto l'elettrico l'esito dello studio potrebbe essere pure credibile. Occhiolino
mdlbz - Gio 1 Nov 2018, 15:59
Oggetto:

La risposta l'ha già data NGV Italy.
LeleGas - Gio 31 Gen 2019, 19:47
Oggetto: Auto a metano: ecco perchè non sono migliori delle altre...

Ciao a tutti,

mi sono imbattuto oggi in questo articolo di ottobre 2018, non so se è già stato segnalato (se si mi scuso ma non l'ho trovato) e di conseguenza discusso...
Sinceramente il discorso fila però mi sento molto ma molto confuso...
Voi che ne pensate?

Link all'articolo
https://www.qualenergia.it/articoli/auto-a-metano-ecco-perche-non-sono-meglio-delle-altre/
bestia - Gio 31 Gen 2019, 21:08
Oggetto:

Lo ho letto ora.
Sicuramente lo studio di Transport & Environmen è stato fatto guardando solo un lato della medaglia e cercando di ribaltare a proprio vantaggio l'altro lato.
Per esempio, quando parla di biometano, si dicono il vero.
Ma sopra hanno scritto che il metano è un gas serra e le perdite prima di arrivare all'utilizzo finale hanno una loro valenza, verissimo.
Ma parlando di biometano, anche questo è un gas serre che se non recuperato e utilizzato inquina. In questo caso nessuna menzione nei pro, ma solo nei contro.
ptprince - Ven 1 Feb 2019, 08:54
Oggetto:

Paradossalmente bruciare biometano non è un'opzione, dovrebbe essere un obbligo.
Inoltre osservo (senza ritenere che sia l'elemento determinante) che il metano spesso è un prodotto collaterale delle trivellazioni petrolifere: anche in questo caso bruciarlo é un obbligo, magari traendone utilità, disperderlo un crimine.

Ultima analisi: il confronto tra molecole di metano e gasolio fa sorridere. Bisognerebbe dichiarare la totalità degli elementi presenti nel gasolio e, visto che con la combustione nulla si crea e nulla si distrugge, elencare tutti i prodotti di scarico e le conseguenze che hanno su ambiente e uomo.

Sul gasolio marino, anche qui si è fatto tuziorismo: probabilmente si ignora cosa succede nei motori navali lontano dalle coste....

Poi per carità, io penso che il metano non sia il carburante del futuro, ma senz'altro il più attuale.
palerider - Ven 1 Feb 2019, 10:16
Oggetto:

La monnezza discaricata FA biometano per decomposizione naturale anche quando la si lascia allo stato brado in discarica o la si sversa nei fiumi; tant’ è vero che le discariche serie hanno i loro torcioni che bruciano i gas convogliati da sotto onde evitare che ci sia il rischio botto. Poi il gas da discarica, autoprodottosi, è una schifezza come combustibile, e costa di più depurarlo che trivellare in Siberia, pompare nei gasdotti, rovesciare qualche governo sul tragitto, ed immettere nella rete Snam. Ma vieeeni!
Però se il biogas lo produci da un impianto allo stato dell’ arte attuale esce fuori a costi ragionevoli metano di buona qualità, e se viene pompato nei gasdotti, anziché utilizzato in loco per autotrazione o riscaldamento, la differenza di quello che ci esce sul fornello o nella macchina è inavvertibile, tutto si mischia. Sicuramente questo biogas non raggiunge l’ atmosfera prima di essere bruciato, salvo perdite. RTFM!
Sono pienamente d’ accordo a metà con Salam ptprince . Forse il metano non è il carburante del futuro, ma sono quasi sicuro che sia il carburante del presente.
otto_CH4 - Ven 1 Feb 2019, 11:54
Oggetto:

Buongiorno,
vi leggo da quasi un anno e da poco mi sono iscritto; in questo lasso di tempo ho letto molti pareri ed opinioni, oltre che argomentazioni tecniche molto interessanti. (complimenti al forum, tutti, utenti compresi).
Da una parte però alcuni pareri mi lasciano basito, al pari degli articoli di alcuni giornalisti, che non stento a supporre, a volte, forse incentivati economicamente a scrivere alcune balle colossali.

Basterebbe pensare, come è stato più volte scritto, che il metano è lo stesso gas che si brucia nei fornelli di casa. Oppure che c'è stata una corsa a convertire le caldaie condominiali private da gasolio a metano. Basterebbe passare il dito sullo scarico di una panda natural power con 250.000 km per capire se fa più male alla salute e all'ambiente il metano o il gasolio.

Temo che al di là di qualche utente che non ci ha mai riflettuto sopra, purtroppo qualche giornalista abbia qualche ritorno/interesse a scrivere simili falsità e a diffondere informazioni volutamente fuorvianti. Ammesso anche che parlassimo solo di anidride carbonica, i cui quantitativi emessi da un Diesel ed un motore a Metano sono simili. E fin quì ci siamo.
Peccato però che a parte gli effetti sul clima (per i quali le auto sono responsabili solo in parte minoritaria), chi fa male alla salute non è certo la CO2, ma le polveri sottili pme2,5 e pme10 che sono residui di combustione del gasolio, quindi idrocarburi incombusti (che NON vengono emesse dai motori a metano) e anche gli ossidi di azoto NOx (anche questi inesistenti sui motori a metano, se non per la quantità di che già esiste nell'aria che respiriamo in natura e che è la stessa che entra nei co0llettori di aspirazione di un motore).

Tutto il resto è fuffa. Basterebbe solo pensare perchè a casa è stato portato metano (o gpl laddove non c'è la conduttura di metano) e non gasolio..........

Secondo me un capitolo simile potremmo aprire sul perchè i grandi petrolieri non osteggiano le auto elettriche come fa ENI/SNAM (e non solo lei) col metano, quando mette il prezzo in autostrada a 1,25 o peggio 1,332 al chilogrammo... O forse mi chiedo perchè ci sono in Italia il triplo delle pompe GPL rispetto a quelle del metano (ricordo che il GPL è un derivato del petrolio)....
Io una spiegazione del perchè le 7 sorelle non osteggiano l'elettrico ce l'avrei: forse pensano di produrre quella enorme quantità di elettricità che servirà, con petrolio e derivati?
lo_stalker - Ven 1 Feb 2019, 12:45
Oggetto:

Nel mondo comanda la tecnica, poi vengono l'economia, la politica, la scienza.

Cioè tutti rispettano il dettato di uno studio scientifico
Se lo studio non fa perdere voti, nel qual caso la politica decide diversamente
Se la politica non causa danno economico, nel qual caso chi muove i soldi condiziona la politica
Se chi muove i soldi non va contro l'innovazione tecnica, che prima o poi spazza via qualsiasi concentrazione di interessi.

Seguendo questa catenella, si spiegano quasi tutti i fenomeni apparentamente inspiegabili delle società contemporanee, lotta al metano per autotrazione compresa.
tortuga - Ven 1 Mar 2019, 13:08
Oggetto:

Questa mattina su Radio 1 nel programma Radio anch'io, hanno parlato degli incentivi. Sono intervenuti vari esponenti: uno dell'UNRAE, un rappresentante del governo (Galli della Lega) un rappresentante di un'associazione ambientale del quale non ho capito il nome e non so se altri.

Ho cercato sul sito della Rai il podcast per riascoltarlo, ma non l'ho trovato. Forse ci sarà domani....

La cosa che mi ha più colpito è che, a fronte di vari messaggi degli ascoltatori che chiedevano di metano e gpl, quest'ultimo soggetto ha liquidato il gas con "praticamente inquina come la benzina ed è già incentivato dalle basse accise" escludendo quindi l'autotrazione a gas dagli strumenti utili per abbattere l'inquinamento.
Rimango basito da questa disinformazione, ancor di più quando proviene da gente che dovrebbe conoscere le cose, o almeno dovrebbe documentarsi correttamente.
Arrabbiato Nein! Acc...
CNG - Ven 1 Mar 2019, 14:13
Oggetto:

Facciamocene una ragione, lo stato non ha interesse ad incentivare il metano, ci perde accise. Quindi 'ste balle continueranno a girare.
ptprince - Ven 1 Mar 2019, 15:10
Oggetto:

L'intervento di UNRAE, come sempre, è stato stomachevole.
Perseo78 - Ven 1 Mar 2019, 15:43
Oggetto:

Ma UNRAE chi? Quello che deve vendere migliaia di ciclo Rudolf impolverate nei piazzali?
plcko - Sab 2 Mar 2019, 10:43
Oggetto: Metano e mezzi di comunicaziine

Ma che ti aspetti da chi fa gli incentivi per auto elettriche da 30000 euro in su e non fa prima le colonnine di ricarica ?
palerider - Lun 4 Mar 2019, 10:28
Oggetto:

Lo vedi che non capisci le strategie? E’ tutto per spingere l’ industria nazionale delle prolunghe…..Ghigno
mdlbz - Lun 4 Mar 2019, 11:32
Oggetto:

Qui il podcast (la parte che interessa è la seconda).

Andra Poggio, responsabile mobilità sostenibile di Legambiente (...!...): citazione al minuto 40'45", "dal punto di vista delle emissioni inquinanti metano e gpl sono ormai come la benzina, un po' meglio del gasolio ma più o meno come la benzina..." Senza parole

Se lo sentono i suoi colleghi che sostengono i progetti sul biometano (riguardo alla riduzione della CO2), come minimo lo appendono fuori dalla finestra per le pa**e. Ghigno diabolico Nell'ottobre 2018 hanno organizzato, assieme al CIB, un convegno a Bologna su "L'era del biometano". Hanno forse cambiato... idea? Spazientito Ci sono pure i video... parte 1 e parte 2.

Ecco, guardiamo questa tabella che di Zukunft Erdgas che illustra le differenze delle emissioni delle vetture a metano a confronto di quelle a benzina e gasolio (attenzione: emissioni di auto Euro 6D-Temp!). O a Legambiente non funziona internet, ma con discreta approssimazione si può affermare che Poggio, almeno per le auto CNG, abbia preso un granchio colossale:

Image

N.B. Feinstaub = particolato
Stickoxid = ossidi di azoto
* hanno considerato una miscela di metano-biometano 80-20%.
Nobel - Lun 4 Mar 2019, 11:39
Oggetto:

Porca miseria ***********, se le TGI non costassero così tanto e soprattutto se fossero disponibili!!!

Arrabbiato Spazientito Pollice verso
Perseo78 - Lun 4 Mar 2019, 11:48
Oggetto:

palerider ha scritto:
Lo vedi che non capisci le strategie? E’ tutto per spingere l’ industria nazionale delle prolunghe…..Ghigno

Sorriso e degli adattatori SHUKO
MarcoP - Lun 4 Mar 2019, 15:07
Oggetto:

mdlbz ha scritto:

* hanno considerato una miscela di metano-biometano 80-20%.


In effetti senza la quota di biometano i vantaggi in termini di co2 si riducono parecchio
mdlbz - Lun 4 Mar 2019, 15:41
Oggetto:

Già una pecentuale bassa di biometano aumenta il vantaggio che, per le auto a metano di serie, è del 25% (non poca cosa).

Questo aspetto non viene proprio considerato né a livello nazionale, né, ed è peggio ancora, a livello UE, per quanto a mia conoscenza.

Se consideriamo che la quantità di biometano ammessa in rete è di 1,1 miliardi di m3, che corrisponde alla quantità utilizzata nell'autotrazione, e ammettiamo che questa quota venga de juris applicata alle auto a metano (prevista dalle normative in vigore, quindi non affermo nulla di peregrino), è chiaro che le auto CNG sono destinate ad avere emissioni di CO2 quasi a zero.

Fatto questo che evidentemente nessuno considera, né al governo, né le associazioni ambientaliste, cose ambedue GRAVI. Mettiamoci pure il fatto che nemmeno le aziende di trasporto pubblico considerano questo fattore... e la frittata è fatta. Pollice verso

Disinformazione, mancanza di comunicazione, cos'altro? Sono cose che, seppur complesse, dovrebbero essere note ai livelli che contano e quindi anche al "governo del fare". Non pare invece sia così... roba da Tafazzi!

Poi però mi piacerebbe che a certi livelli si considerasse cosa buttano fuori dal camino le centrali elettriche a carbone e le navi dal punto di vista delle emissioni inquinanti e clima-alteranti. Da lì si comprende quanto sia demagogica, diciamo pure demenziale, questa normativa sulla ecotassa. Spazientito Come ho già scritto altrove, "auguri" per il mercato dell'auto dei prossimi mesi. Ghigno diabolico
tortuga - Lun 4 Mar 2019, 18:08
Oggetto:

mdlbz ha scritto:
Qui il podcast (la parte che interessa è la seconda).


GRAZIE!!
Proprio quella frase volevo riascoltare.....per vedere se avevo capito bene.
La cosa è allucinante.
Grazie anche per tutti i dati precisi che pubblichi.
casty - Mar 16 Lug 2019, 14:45
Oggetto:

Lo scrivo qui perchè secondo me è disinformazione, e siccome la fonte è la "mitica" Federmetano nella voce della sua Presidente che pare abile nella capacità di presentare i fatti come fa comodo a loro...

COPIO DAL SITO di FEDERMETANO:

Oil&nonOil intervista Federmetano: il metano ci porta verso il futuro anche nel 2019

Licia Balboni, presidente Federmetano, traccia un quadro dettagliato e ricco di dati dello stato del metano per autotrazione nelle sue diverse forme.

Le case automobilistiche hanno ripreso a muoversi nella direzione da noi auspicata: gruppo VW, con Audi, Seat, Skoda – solo per citare un esempio – sta immettendo sul mercato automobili in grado di rispondere perfettamente alle esigenze di consumatori

LE ALTRE INVECE STANNO USCENDO DAL SETTORE

(QUESTA CHICCA)
Federmetano si fa portavoce delle istanze di chi opera nel settore del metano per autotrazione, al fine di rendere maggiormente fruibile e accessibile questo carburante, con benefici per l’intera comunità.
....
Siamo comunque fiduciosi nell’ottenimento a breve di buoni risultati poiché la filiera, dai costruttori ai distributori, alle principali associazioni di categoria si mostra compatta e decisa sul tema. Il confronto con le Regioni e i livelli amministrativi locali si dimostra più semplice e un dialogo molto fruttuoso è aperto con diverse amministrazioni regionali, sia per lo sviluppo di progetti sul biometano (es. Regione Emilia Romagna e Sicilia) che su bandi ad hoc per lo sviluppo di PV e l’incentivazione all’uso del metano per autotrazione (leggi Lombardia e Friuli Venezia Giulia)

INFATTI SUL SELF ZERO PRESSIONI E DORMONO SONNI BEATI

(SECONDA CHICCA)
Il provvedimento in merito al self-service è stato il frutto di un lungo lavoro che come Associazione ci ha visto tra i protagonisti. Un iter iniziato nel giugno 2017 e conclusosi con la pubblicazione in G.U. nel Marzo 2019.

CONCLUSOSI COSA CHE E' TUTTO FERMO?


(Questa forse l'unica informazione utile)
È notizia recente che Snam ha presentato al Ministero dell’Interno la procedura e le modalità di registrazione nella banca dati alla quale l’utente, istruito, deve registrarsi per effettuare rifornimento self (prevista dal decreto). Attualmente siamo in attesa che tale procedura sia approvata da parte del MIT. Una volta che l’iter sarà ultimato e, dunque, il rifornimento in self-service sarà concretamente praticabile, sarà possibile valutarne gli effetti.

ECCO BRAVI STATE IN ATTESA. NON SIETE QUELLI CHE SI FANNO PORTAVOCE DELLE ISTANZE ECCETERA?
picnic - Mar 16 Lug 2019, 17:46
Oggetto:

beh, però io a questo punto tenderei a vedere il bicchiere mezzo pieno. L'ultimo paragrafo che hai scritto se non altro mette in evidenza che "qualcuno" ha presentato la procedura per la registrazione al famoso portale, quindi a questo punto dipende SOLO dal MIT. Il che significa che potrebbero ancora volerci diversi mesi, sia ben chiaro.... Ma se non altro a questo punto dipende solo dal MIT, che non ha più scuse Spazientito
casty - Mer 17 Lug 2019, 08:30
Oggetto:

Era la stessa situazione di qualche mese fa, anche se qui è scritta nero su bianco. Si sapeva già che è Snam il soggetto "incaricato" e che di fatto gli "organi competenti" (e chi se non qualche fancazzista rubastipendio di qualche Ministero) stanno dormendo sonni beati.
Io mi chiedo che cacchio facciano tutto il santo giorno. Ci vorrebbe davvero il Napalm con sta gente, barboni sanguisughe a carico delle nostre imposte.

Pianta organica MIT: 7477 persone di cui 205 (duecentocinque!) Dirigenti.
Ma ci rendiamo conto???
Arrabbiato
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB 2.0.23 © 2001 phpBB Group